Grindr si fa più inclusivo per le persone trans* (ma è già polemica!)

L'app dà possibilità di cercare più facilmente altre persone trans* e non binarie. Ma gli uomini gay la considerano un'altra discriminazione.

ascolta:
0:00
-
0:00
Foto: MARTIN BUREAU
Foto: MARTIN BUREAU
2 min. di lettura

Lo sappiamo, Grindr non è proprio la dating app migliore del mondo: dal via libero ai feticismi razzisti di cui parlava Miguel Shema ai ripetuti casi di rapine e catfish, la piattaforma di George Ariston (che tra le altre cose  è gay conservatore e fan di Trump) è ancora un potpourri di body shaming e arroganza alfa. Un luogo che – salvo rari sporadici casi – diventa punto di ritrovo principalmente per la G della sigla LGBTQIA+, ma che negli ultimi aggiornamenti inizia a tentare un passo in avanti: dopo la scelta dei pronomi, Grindr ha fornito un filtro ‘trans inclusive‘, che permette all’user di cercare nello specifico persone della comunità trans* e/o non binaria.

Alla domanda: perché non posso impostare un filtro solo per uomini o donne cis? Le linee guida ufficiali rispondono che è importante non perpetuare ulteriore discriminazione per quella parte di comunità più vulnerabile e ‘per questa ragione, abbiamo permesso un filtro in base al genere – puoi specificare se vuoi vedere uomini o donne – ma questo includerà tutti gli uomini e tutte le donne, perché gli uomini trans* sono uomini e le donne trans* sono donne‘.

Come specifica Grindr, è possibile anche impostare un filtro che permetterà alle persone trans* e non binarie di ‘trovarsi’ facilmente sull’app, in quanto l’app ‘è utilizzata prevalentemente da uomini gay’.

L’impegno dell’app a creare uno spazio sempre più sicuro per una parte della comunità  ha scatenato non poche polemiche dall’altra parte: Fred Sargeant, attivista veterano che ha marciato durante i moti di Stonewall nel 1969, la considera una mossa ‘ipocrita’ che per tutelare una parte di comunità ne discrimina un’altra. ‘Quindi impostare un filtro per uomini gay è sbagliato ma per persone trans* e non binarie invece va bene @Grindr?’ scrive Sargeant, dichiarando pubblicamente di cancellare un’app che ‘non serve più’.

L’account X @Transhomophobia ritiene che Grindr ‘amplifica l’omofobia contro gli uomini gay’ che secondo altri user avrebbero possibilità in meno di trovarsi mentre – scrive un altro utente – ‘le persone trans* hanno modo di escludere gli uomini gay, ma noi non abbiamo modo di escludere loro’.

Quindi gli uomini gay cis temono di non trovare abbastanza spazio sopra l’app sin dall’alba dei tempi costruita e popolata esclusivamente da uomini gay cis? Ha senso, no?

L’aggiornamento è avvenuto anche grazie all collaborazione con il National Center for Transgender Equality e il supporto del Gender Identity Resource Center, finalizzato ad educare e sensibilizzare sempre di più gli utenti cis alle tematiche della comunità trans* e non binaria. La barra di ricerca è stata ampliata a più di 50 generi diversi, includendo l’opzione di non inserire pronomi per tutte quelle lingue che non hanno pronomi neutri.

“Stiamo ancora imparando ogni giorno – e siamo aperti ad espandere quella lista” dichiara Grindr a Pink News “Se avete qualche consiglio per ni sull’identità di genere o i pronomi, per favore proponetelo usando il link Suggest a Gender presente nella sezione dell’app relativa al genere “.

Leggi anche: Le migliori app di dating tra donne e non maschi: quali sono? Reggono il confronto con Grindr?

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

@giorgiominisini_

Giorgio Minisini contro gli stereotipi: perché essere maschio alfa, quando puoi stare bene? – L’intervista

Corpi - Riccardo Conte 21.2.24
Marco Mengoni e Mahmood una canzone insieme

Marco Mengoni e Mahmood, una canzone insieme

Musica - Mandalina Di Biase 23.2.24
La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura - Sessp 38 - Gay.it

La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura

Culture - Federico Colombo 20.2.24
Lux Pascal, la sorella di Pedro Pascal nel cast di Summer War. Sarà il suo primo film dopo il coming out - Lux Pascal e Pedro - Gay.it

Lux Pascal, la sorella di Pedro Pascal nel cast di Summer War. Sarà il suo primo film dopo il coming out

News - Redazione 23.2.24
Foto: SchiDechDaily

Parità di genere nella Preistoria? Le donne erano cacciatrici come gli uomini (e anche meglio!)

News - Redazione Milano 20.2.24
John Cena è su Only Fans?

Ma John Cena è davvero su Only Fans?

Culture - Riccardo Conte 23.2.24

Continua a leggere

Papa Francesco ha invitato a pranzo in Vaticano un gruppo di donne trans: “La gente spesso si dimentica di noi”. VIDEO - Papa Francesco ha invitato a pranzo in Vaticano un gruppo di donne trans - Gay.it

Papa Francesco ha invitato a pranzo in Vaticano un gruppo di donne trans: “La gente spesso si dimentica di noi”. VIDEO

News - Redazione 21.11.23
giappone-corte-suprema-diritti-trans

Giappone, sì all’autodeterminazione delle persone trans da parte della Corte Suprema

News - Francesca Di Feo 26.10.23
transfobia

Transfobia in Italia: cosa ci dicono i dati?

Guide - Redazione Milano 7.11.23
alfortville arrestato 14enne bullo che insultava 15enne transgender

I suicidi delle persone transgender sono omicidi di Stato

News - Redazione Milano 7.11.23
papa-francesco-persone-trans

Papa Francesco: “Sì al battesimo per i figli di coppie gay e lesbiche. Le persone trans possono essere madrine, padrini e testimoni di nozze”

News - Redazione 8.11.23
transgender foto da truhout

Novembre mese della consapevolezza Transgender, perché è importante

Corpi - Redazione Milano 1.11.23
acet-team-persone-trans-non-binarie

ACETeam, la prima squadra di calcio a 5 in Italia composta solo da persone trans e non binarie – INTERVISTA

Corpi - Francesca Di Feo 16.11.23
alice-cooper-transizione-di-genere-minori

Secondo Alice Cooper la transizione di genere per i minori è “una moda passeggera”

News - Francesca Di Feo 30.8.23