La giustizia italiana è troppo sessista, l’ONU condanna la magistratura

Pregiudizi e stereotipi sessisti: il Comitato Cedaw dell’ONU accoglie il ricorso di Differenza Donna.

ascolta:
0:00
-
0:00
magistratura italiana sessista
magistratura italiana sessista
4 min. di lettura

La legge è uguale per tutti, o almeno così si legge in tutti i tribunali italiani. Peccato però che non sempre sia vero, ad esempio se in aula una donna sta affrontando un processo per violenza sessuale contro il suo stupratore. Gli stereotipi sessisti che dominano il discorso attorno allo stupro abbiamo imparato a conoscerli e sono una ricorrente a cui, tristemente, ci siamo abituatə. Ma avrebbe mai dovuto diventare la normalità. È per questo che Differenza Donna – l’associazione che da più di trent’anni lotta contro la discriminazione e la violenza di genere – si è appellata al Comitato Cedaw, il comitato delle Nazioni Unite che monitora l’applicazione della Convenzione per l’eliminazione di ogni forma di discriminazione contro le donne.

Sentenza Comitato Cedaw Italia Gay.it
Il Comitato Cedaw monitora l’applicazione della Convenzione contro ogni forma di discriminazione delle donne

Il ricorso presentato dall’associazione riguardava il caso di una donna vittima di violenza domestica e abusi da parte dell’ex-marito che, nel corso delle indagini, la vittima aveva anche subito una violenza sessuale da parte di un agente delle forze dell’ordine. L’agente, condannato in primo grado a sei anni di reclusione, era stato poi assolto in secondo grado. Ebbene, secondo il Comitato Cedaw, con questa sentenza l’Italia ha violato gli articoli 2,3,5, e 15 della Convenzione. L’operato della corte d’appello e della Corte di Cassazione era stato difeso dallo Stato in nome delle politiche nazionali, ma l’ONU ha rilevato come questo non abbia garantito «l’uguaglianza sostanziale della donna vittima di violenza di genere».

A partire dagli anni Sessanta, all’interno delle Nazioni Unite venne avviato un lungo percorso sul tema dei diritti delle donne che culminò nel 1967 con la Dichiarazione per l’eliminazione di ogni forma di discriminazione contro le donne e con la successiva Convenzione omonima, adottata nel 1979 nell’ambito dell’Assemblea Generale. Da qui nasce il Comitato Cedaw, il cui compito è quello di monitorare che tutti gli Stati firmatari della Convenzione la applichino in modo corretto.

Sentenza Comitato Cedaw Italia Gay.it
Da più di trent’anni, Differenza Donna è l’associazione che lotta contro la discriminazione e la violenza di genere

In Italia, invece, l’ultima riforma che riguarda i reati sessuali risale al 1996, ben ventisei anni fa. Riforma che andò a modificare solo parzialmente una legge datata 1930. Al momento la legge prevede il reato in presenza di “condotte di violenza o minaccia”, ma manca ancora qualsiasi riferimento al consenso della vittima, la mancanza del quale non viene ancora considerato come elemento sufficiente a provare la violenza sessuale nelle aule del tribunale.

La questione presentata da Differenza Donna, tuttavia, non si limita a questo caso giudiziario isolato. Il Comitato si è infatti espresso anche molto più in generale sulla condotta della magistratura italiana e sugli stereotipi sessisti che la pervadono. Le avvocate dell’associazione Teresa Manente, Ilaria Boiano, Rossella Benedetti, Marta Cigna hanno sottolineato in una nota stampa come «il Comitato ha sancito per la prima volta che l’eliminazione di stereotipi sessisti nel sistema giudiziario è un passo cruciale per garantire equità e giustizia per le donne vittime di violenza».

Sentenza Comitato Cedaw Italia Gay.it
L’ultima riforma alla legge sui reati sessuali in Italia risale al 1996

Pregiudizi e stereotipi sessisti sono il terreno fertile su cui cresce e si fortifica la disparità di genere contro cui ogni giorno combattiamo. Motivo per cui il Comitato ritiene necessario un percorso educativo che corregga l’atteggiamento della giustizia italiana – e non solo – nei confronti delle donne vittime di violenze sessuali. Nella sua nota ufficiale, il Comitato suggerisce programmi di formazione non solo per avvocati e magistrati, ma anche per agenti delle forze dell’ordine, personale medico e qualsiasi figura professionale che possa essere coinvolta nell’assistenza legale e sociale di una vittima.

Soprattutto in sede giudiziaria, l’accanimento nei confronti di una donna sulla base di stereotipi e pregiudizi è quanto di più terribile possa accadere, un’aggravante che può portare anche alla perdita di fiducia nelle Istituzioni. Diventa quindi fondamentale anche il monitoraggio dei processi giudiziari, affinché qualsiasi forma di discriminazione possa essere immediatamente denunciata.

Sentenza Comitato Cedaw Italia Gay.it
L’eliminazione di pregiudizi e stereotipi sessisti è fondamentale per le vittime di violenza sessuale

La nota del Comitato Cedaw, infine, riserva delle raccomandazioni anche ai legislatori, spingendo perché la legge sui reati sessuali venga al più presto riformata facendo diventare centrale ed elemento determinante il consenso della vittima.

La questione legislativa della violenza sessuale, e di come questa venga trattata nelle aule della giustizia, è un tema che è stato trattato a più riprese nel corso degli anni. Attivistə, associazioni, gruppi ed esponenti politici si sono più volte appellati allo Stato affinché venisse trattata da giudici e forze dell’ordine con tutta la serietà e sensibilità dovute. Ma il tutto si è sempre fermato solo alle parole. L’espressione del Comitato Cedaw, quindi delle Nazioni Unite, sull’argomento potrebbe essere la mossa che da tempo attendavamo affinché qualcosa cambi davvero. Quantomeno, è quello che tuttə ci auguriamo.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Nemo vincitore Eurovision 2024

Nemo dopo l’Eurovision vola alla conquista degli States, ma “The Code” (per ora) non fa il botto

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano) - 1000056146 01 - Gay.it

HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano)

Corpi - Gio Arcuri 29.1.24
Tom Daley e Stefano Belotti

Chi è Stefano Belotti, il tuffatore azzurro che augura buon compleanno a Tom Daley

Lifestyle - Mandalina Di Biase 22.5.24
Paola e Chiara singolo estivo Festa totale

Paola e Chiara, arriva il singolo “Festa totale”: “Il nostro grido d’amore forte e libero”

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
Queer Planet, il trailer del doc sugli animali LGBTI+ scatena i conservatori d'America (VIDEO) - Queer Planet Official Trailer - Gay.it

Queer Planet, il trailer del doc sugli animali LGBTI+ scatena i conservatori d’America (VIDEO)

News - Redazione 21.5.24
Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe - cover wp - Gay.it

Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe

News - Lorenzo Ottanelli 20.5.24

I nostri contenuti
sono diversi

Sailor Moon Lamu stereotipi di genere

Così Sailor Moon, Lamù e lə altrə icone manga hanno sovvertito gli stereotipi di genere

Culture - Redazione Milano 26.3.24
TIM parità di genere - Lo spot di Giuseppe Tornatore

Cosa ne pensate dello spot sulla parità di genere che fa arrabbiare i Fascisti d’Italia?

Culture - Redazione Milano 4.1.24
Foto: SchiDechDaily

Parità di genere nella Preistoria? Le donne erano cacciatrici come gli uomini (e anche meglio!)

News - Redazione Milano 20.2.24
A sinistra il carrellino delle pulizie con bambina, a destra aspirapolvere tecnologica con bambino - Foto scattata al supermercato Esselunga di Milano in data 30 Novembre 2023 ore 12.30

A Natale carrello delle pulizie per lei, aspirapolvere tecnologica per lui, giocattoli e stereotipi di genere

Culture - Giuliano Federico 1.12.23
performativita-omosessuale-donne-etero

Performatività omosessuale: perché due donne etero dovrebbero baciarsi?

News - Francesca Di Feo 30.11.23
Tutto ciò che accade è umano: intervista a Donatella Di Pietrantonio - Sessp 15 - Gay.it

Tutto ciò che accade è umano: intervista a Donatella Di Pietrantonio

Culture - Federico Colombo 1.1.24
donne del 25 aprile

Le donne del 25 aprile: combattenti mai più dimenticate

Culture - Riccardo Conte 24.4.24
alfonso signorini fluid

Alfonso Signorini ha sofferto d’amore con le donne

News - Redazione Milano 26.11.23