"L’OMOSESSUALITA’ RIGUARDA TUTTI"

Intervista esclusiva a Imma Battaglia: dal Mario Mieli alla politica.

"L'OMOSESSUALITA' RIGUARDA TUTTI" - immabattaglia - Gay.it
5 min. di lettura

Imma Battaglia candidata per Rifondazione? Imma Battaglia lascia il Mario Mieli? Le voci sul conto della protagonista del World Pride romano del 2000 sono tante. Abbiamo chiesto a lei di fare un po’ di chiarezza. Anche sulla politica italiana relativa alla questione omosessuale.

Allora Imma, questo sondaggio di Gay.it ha sollevato un polverone. Che cosa ne pensi?

Io ho fatto un comunicato sulla manipolazione che è avvenuta da parte di alcuni giornali del centro destra del sondaggio che voi state proponendo. La mia posizione è che quello che è indicativo del sondaggio – che non ha alcuna garanzia statistica, nel senso che non è fatto con metodi scientifici e statistici – è che la questione omosessuale è una questione trasversale, che è una questione che va posta in termini di obiettivi e di programma a tutti i partiti. Deve essere portata all’attenzione tutti i giorni in tutti i luoghi. Più se ne parla e più ci sarà una crescita informativa, quindi una crescita culturale e un cambiamento sociale; probabilmente, come hanno insegnato le battaglie su divorzio e aborto, solo quando ci sarà aggregazione intorno al tema specifico della questione omosessuale da parte di tutti i nostri rappresentanti, finalmente al cambiamento sociale e culturale farà eco un cambiamento legislativo.

Però il sondaggio dà un segnale importante: che il movimento omosessuale non è solo appannaggio della sinistra…

Il segnale importante, è che lì si dice: affrontiamo l’argomento in maniera aperta, parliamone con tutti gli schieramenti, in tutte le città, parliamo di tutto, di questione omosessuale, di leggi contro le discriminazioni, unioni civili, adozioni, fecondazione artificiale, leggi sull’identità di genere e il cambiamento di sesso.

"L'OMOSESSUALITA' RIGUARDA TUTTI" - Battaglia Imma - Gay.it

Questi sono punti cruciali, su cui bisogna fare informazione nelle scuole, campagne informative sul diritto negato agli omosessuali, non la manipolazione che il movimento omosessuale cambia idea e vota Berlusconi, perché non è vero. Primo perché Gay.it non è il movimento omosessuale, secondo perché sappiamo bene che il movimento omosessuale non esiste ma esistono le persone. Noi siamo dei contribuenti, e subiamo degli abusi fiscali, perché siamo contribuenti single, quindi siamo quelli più tassati in questa società, e non possiamo ricorrere a nessuna forma di detrazione. Questa è la rivoluzione che dobbiamo fare e in cui io mi riconosco: dialogo chiaro e trasparente su un tema, e non manipolazione.

Oliari di GayLib nell’intervista oggi on-line a Gay.it, dice che destra e sinistra sono uguali. Che ne pensi?

Penso che la questione omosessuale è un questione traversale perché è una questione di diritti umani. Bisogna smascherare la destra come la sinistra: questi omosessuali che sono convinti di votare Berlusconi, hanno chiesto a Berlusconi che cosa farà per la questione omosessuale? Io li invito a farlo. Io che mi riconosco nei valori di sinistra, ma non in quanto omosessuale, perché mi riconosco in certi valori, alla sinistra dico basta, dite chiaramente cosa avete intenzione di fare, perché ci siamo rotti le scatole. Infatti il dato più importante è la gente che non voterà. Il lavoro che sta facendo Oliari all’interno di Alleanza Nazionale è comunque un lavoro importante, perché portare a un convegno di fascisti ripuliti o ex-fascisti chiamateli come vi pare, il tema dell’omosessualità, vuol dire fare rivoluzione culturale, vuol dire scardinare posizioni rigide, vuol dire creare turbolenza e chiarire che bisogna parlarne. E’ un lavoro improbo, ma importantissimo, che si deve continuare a fare. Io non voglio chiusure. Io ho chiusure quando uno dice che il World Pride non si sarebbe dovuto fare, perché tutto questo non si sarebbe scatenato senza World Pride. Io ho letto il documento che Oliari ha portato a Napoli da Alleanza Nazionale: noiente da dire, bravo. Sono in completo disaccordo con lui quando in pieno World Pride dice "Non siamo d’accordo".

"L'OMOSESSUALITA' RIGUARDA TUTTI" - 0115 gayprideroma2000 - Gay.it

Tu devi essere per la visibilità omosessuale, perché se tu sei andato aggi da Alleanza Nazionale è perché c’è stato il World Pride, perché si è rotto un incantesimo, l’incantesimo dell’omertà. E’ l’omertà che noi dobbiamo distruggere. In questo sono assolutamente rigida: la visibilità è fondamentale, comunque uno scelga di farla, su internet, al pride, o in qualsiasi altro modo. Ma è fondamentale.

A proposito del World Pride che hai organizzato con il circolo Mario Mieli: si vocifera di una tua possibile separazione dal Circolo…

Non c’è nulla di ufficiale, né voglio alimentare le voci. Non vorrei neanche parlarne più di tanto, almeno per qualche giorno. C’è da dire solo che io sono contro ogni forma di ghettizzazione, io sono una persona moderna, lavoro nella new economy e penso che sia il momento di fare grandi progettazioni riguardanti la questione omosessuale. Non si può rimanere ancorati al passato, ma bisogna fare progetti per non restare indietro. Il mondo dta cambiando e noi dobbiamo stare al suo passo. Questo è il tema che stiamo dibattendo.

Parliamo di candidature: quella di Grillini molto attesa tra i DS, la tua di cui si è parlato per Rifondazione…

Io credo che la cosa fondamentale ora sia sapere con chiarezza quali sono i programmi in merito alla questione omosessuale. Non le candidature: vogliamo sapere le posizioni sulla questione omosessuale, le unioni civili, il diritto all’adozione, la fecondazione artificiale. Questi sono i nostri temi. E se nessuno dei due schieramenti ci dà risposte soddisfacenti, prendiamo in considerazione la possibilità di fare una battaglia, facciamo il partito del non voto, annulliamo, non so in che forma possiamo dare battaglia, magari scrivendo sulle schede "siamo tutti gay", ma in qualche modo va fatto. Non promettiamo niente a nessuno. La domanda è chiara: ce l’hai o non ce l’hai, nel programma, la questione omosessuale? O mi accontenti mettendo un gay in Parlamento e credi che io devo stare contento e buono. Non è questo il punto; il punto sono gli obiettivi e i programmi.

"L'OMOSESSUALITA' RIGUARDA TUTTI" - FrancoGrillini - Gay.it

Altrimenti non rappresenti niente, cosa rappresenti? Perché c’è Grillini? Ma sono anni che Grillini fa questo lavoro, e non è perché Grillini non è bravo, non è questo il punto. Il punto è che se non si creano delle alleanze intorno alla questione omosessuale non ce la facciamo. Noi dobbiamo fare un lavoro culturale, dobbiamo scardinare, distruggere le certezze. Sono stanca di posizioni assunte, di dover vivere un predominio, anche di questo modo di fare dell’Arcigay, di Grillini. Nessuno ha riconosciuto che l’idea del World Pride è mia, io la rivendico, mi appartiene, mi sono fatta in quattro per quell’idea e non perché voglia fare carriera politica, perché ho un lavoro completamente soddisfacente. Io ho 41 anni, voglio vedere qualche cosa cambiato prima di morire. Mi voglio dare da fare non voglio essere imbavagliata. Non è un caso che io non accetto candidature, accetto solo che si parli di programmi.

In cosa devono cambiare gli omosessuali italiani per vincere le loro battaglie?

La critica che devo portare agli omosessuali è che cercano sempre un ariete e si mettono tutti dietro gli arieti. Non è una responsabilità di Franco Grillini o di altri se parlano sempre loro, anch’io parlo sempre. Ognuno, però, dovrebbe manifestarsi. Io voglio che venga fuori il dibattito che vengano fuori anche le differenze che ci sono tra di noi nei modi di ragionare, nella preparazione.

Del sondaggio, di politica e delle elezioni si parla anche nel forum di Gay.it.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Arcobaleno Busca B&B discriminazione omofobia

“Non accettiamo omosessuali”: Cuneo, coppia gay rifiutata in un B&B, abbiamo telefonato, ecco cosa ci hanno detto

News - Giuliano Federico 10.7.24
Gabriel Attal Jordan Bardella Gay.it TikTok

È virale la storia d’amore tra Jordan Bardella e Gabriel Attal inventata su TikTok durante le elezioni in Francia

Culture - Mandalina Di Biase 12.7.24
JD Vance vice Donald Trump

Chi è JD Vance, vice di Trump, estremista anti-LGBTI e anti-aborto, è contro matrimonio egualitario e affermazione di genere dei minori

News - Redazione Milano 16.7.24
Chi è Danny Ramirez, che interpreterà l'amante di Joaquin Phoenix nel nuovo film queer di Todd Haynes - Danny Ramirez - Gay.it

Chi è Danny Ramirez, che interpreterà l’amante di Joaquin Phoenix nel nuovo film queer di Todd Haynes

Cinema - Redazione 15.7.24
Roberto Bolle in vacanza con l'amato Daniel Lee e la sua famiglia - Roberto Bolle in vacanza con Daniel Lee e la sua famiglia - Gay.it

Roberto Bolle in vacanza con l’amato Daniel Lee e la sua famiglia

Culture - Redazione 11.7.24
Queer Lion, tutti i vincitori del Leone LGBTQIA+ aspettando Venezia 2024 - queer lion story - Gay.it

Queer Lion, tutti i vincitori del Leone LGBTQIA+ aspettando Venezia 2024

Cinema - Federico Boni 12.7.24

Leggere fa bene

Europee 2024, Marco Tarquinio agita il Pd. Monica J. Romano: "Figura divisiva, sarebbe un errore candidarlo" - Europee 2024 Marco Tarquinio agita il Pd. Monica J. Romano - Gay.it

Europee 2024, Marco Tarquinio agita il Pd. Monica J. Romano: “Figura divisiva, sarebbe un errore candidarlo”

News - Federico Boni 2.4.24
Europee 2024, il Pd e Tarquinio. Lui insiste: "Il DDL Zan non mi piace, sulle unioni civili dico "a ciascuno si dia il suo"" - Marco Tarquinio - Gay.it

Europee 2024, il Pd e Tarquinio. Lui insiste: “Il DDL Zan non mi piace, sulle unioni civili dico “a ciascuno si dia il suo””

News - Federico Boni 5.4.24
Roma, intesa sulla delibera che punisce le discriminazioni verso le persone LGBT+ con 500 euro di multa - Roma intesa sulla delibera che punisce le discriminazioni verso le persone LGBT con 500 euro di multa - Gay.it

Roma, intesa sulla delibera che punisce le discriminazioni verso le persone LGBT+ con 500 euro di multa

News - Redazione 20.6.24
Alessandro Zan, l'intervista: "Il governo Meloni normalizza l'intolleranza. Dobbiamo tornare ad indignarci, resistere e reagire" - Alessandro Zan - Gay.it

Alessandro Zan, l’intervista: “Il governo Meloni normalizza l’intolleranza. Dobbiamo tornare ad indignarci, resistere e reagire”

News - Federico Boni 19.1.24
meloni orban

L’ascesa delle ultradestre e dei movimenti anti-LGBTQIA+ spiegata in 5 punti fondamentali

News - Francesca Di Feo 29.5.24
Galatina, insulti omofobi sul muro della sede Pd: "Meglio leghista che comunista fr*cio" - NON TOLLERIAMO ANCORA OMOFOBIA IN CAMPAGNA ELETTORALE - Gay.it

Galatina, insulti omofobi sul muro della sede Pd: “Meglio leghista che comunista fr*cio”

News - Redazione 27.5.24
GPA reato universale, 2 emendamenti Lega per inasprire DDL Varchi. 10 anni di carcere e 2 milioni di euro di multa - Matteo Salvini e Roberto Vannacci - Gay.it

GPA reato universale, 2 emendamenti Lega per inasprire DDL Varchi. 10 anni di carcere e 2 milioni di euro di multa

News - Redazione 21.6.24
isole-tremiti-lettera-misogina-omofoba

Lettera misogina e omofoba recapitata alla candidata sindaca per le Isole Tremiti: “Non vogliamo un sindaco lesbica”

News - Francesca Di Feo 30.5.24