Case di accoglienza per rifugiati LGBTQIA+: Lega e Fdi attaccano il Campidoglio per il bando di gara

Il comune di Roma ha stanziato 80 milioni di euro per un piano pluriennale di assistenza

ascolta:
0:00
-
0:00
Rifugiati LGBTQIA+ Roma Gay.it
4 min. di lettura

Gli attacchi di Lega e Fratelli d’Italia alla comunità LGBTQIA+ non si fermano, anzi. Da poco passate le feste, la carica per l’anno nuovo deve aver portato anche qualche allucinazione che ha spinto alcuni esponenti a delle dichiarazioni troppo affrettate. Dichiarazioni che, come spesso accade, hanno dato vita a polemiche basate sulla disinformazione.

La vicenda in questione coinvolge il deputato della Lega Fabrizio Santori, la senatrice Fdi Lavinia Mennuni e il comune di Roma, in particolare il Dipartimento politiche sociali e salute del Campidoglio. Le polemiche scatenate da Lega e Fdi riguardano un bando di gara del dipartimento pubblicato a metà dicembre e in scadenza a metà gennaio con cui vogliono essere individuati lotti e stabilimenti in grado di accogliere famiglie e persone rifugiate che si rivolgono ai servizi del comune in cerca di aiuto.

Rifugiati LGBTQIA+ Roma Gay.it
Lavinia Mennuni, senatrice di Fratelli d’Italia

Il bando prevede lo stanziamento di cifre cospicue e i diversi lotti si rivolgono all’accoglienza di diverse categorie di bisognosi. In particolare ha stupito, e non solo i conservatori di destra, come per la prima volta si trovi una disposizione volta a cercare alloggi per accogliere rifugiati LGBTQIA+, finora mai considerati come categoria in difficoltà a sé stante.

È facile immaginare come Lega e Fdi si siano subito lanciati all’attacco del bando di gara, definendolo vergognoso. Secondo la Lega «il bando per il progetto pilota di dieci posti riservati all’accoglienza di rifugiati Lgbt+ mette sullo stesso piano i problemi che potrebbero incontrare queste persone con quelli sicuramente già sperimentati, subiti e sofferti per anni dalle donne vittime di violenza con i loro bambini e per le quali è assurdamente previsto lo stesso numero di sistemazioni».

Rifugiati LGBTQIA+ Roma Gay.it
Fabrizio Santori (al centro), deputato della Lega

Fabrizio Santori, deputato del partito, ha rincarato la dose affermando ad Affaritaliani: «Sindaco e assessore devono spiegare perché dedicare alle presone Lgbt+ oltre 600mila euro, richiedendo oltretutto sistemazioni che non è esagerato definire da hotel di lusso. Wi-fi, ascensore, zone centrali. Chiediamo che il bando sia rimodulato con maggior attenzione alle vittime di violenza e ai minori, aumentando le possibilità di accoglienza loro dedicate».

A Santori ha fatto eco Lavinia Mennuni, dichiarando: «Se fosse confermata questa notizia non potremmo che far risaltare la inopportunità di simili provvedimenti adottati dall’amministrazione Gualtieri anche per la elevata spesa che comporta a fronte delle reali necessità dei cittadini romani». La senatrice ha poi aggiunto che l’obiettivo del bando sarebbe «una casa da più di 23 milioni di euro da realizzarsi nella Capitale».

Anche evitando di commentare l’estrema preoccupazione che la destra sovranista sembra dimostrare nei confronti dei rifugiati LGBTQIA+ bisognosi d’aiuto, non si può non notare come entrambi i personaggi abbiano preso un abbaglio riguardo le cifre che il comune avrebbe stanziato per questi dieci posti “tolti” alle donne vittime di violenza e ai minori. Eppure, si direbbe, leggere le specifiche di un bando di gara non dovrebbe essere cosa troppo difficile per dei politici esperti.

Rifugiati LGBTQIA+ Roma Gay.it
Il bando di Roma Capitale. Fonte: Roma Today

La sezione del bando riferita ai rifugiati LGBTQIA+, infatti, è il Lotto 4, in cui si specifica come l’ammontare previsto sia di 493.200 euro lordi. I 600 mila euro cantati da Santori non si sa da dove arrivino e i 23 milioni a cui fa riferimento Mennuni sono quelli relativi al Lotto 1, destinato all’accoglienza di adulti e famiglie di rifugiati per un totale di 560 posti.

Il tutto si inserisce all’interno di un piano da qui al 2025 per cui sono stati stanziati in tutto 80 milioni di euro. Anche le accuse di non considerare adeguatamente le donne vittime di violenza è del tutto assurda. Il piano di Roma Capitale si inserisce all’interno di un progetto per rimettere in sesto il Servizio Roxanne, iniziato nel 1999 per fornire assistenza alle persone (donne, uomini e persone trans*) vittime di tratte di esseri umani. Il servizio negli anni è andato modificandosi, perché si sono modificati i modi e i luoghi in cui in gli aguzzini sfruttano e trafficano le loro vittime.

Rifugiati LGBTQIA+ Roma Gay.it
Dal 1999, il Servizio Roxanne offre assistenza alle vittime di traffico e sfruttamento

Si tratta quindi di un programma molto più ampio che prevede di agire su più fronti, senza discriminare o svantaggiare nessunə. Semplicemente, all’assistenza alle famiglie in difficoltà, alle donne vittime di violenza e ai minori si aggiunge finalmente anche una dovuta attenzione ai rifugiati LGBTQIA+. Un passo avanti da tempo dovuto e che dovrebbe essere invece celebrato.

Come sottolinea nel comunicato stampa relativo alla vicenda anche Mario Colamarino, presidente del Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli: «Se la Destra ha così a cuore questi temi perché ha fatto opposizione durissima sulle proposte in merito al diritto alla casa può volte presentate in Campidoglio? Contrapporre diritti sociali e civili è indegno di una società che voglia dirsi tale. Il Centro antidiscriminazioni che ha sede presso il Circolo si occupa di decine di casi di rifugiati LGBTQIA+ e non, e la drammatica carenze di strutture di accoglienza è sotto gli occhi dei nostri operatori»

«Il pensiero di avanzare distinzioni del genere sulla pelle di chi soffre dovrebbe essere un’onta per chi fa politica, almeno teoricamente a beneficio della collettività; superiamo allora queste provocazioni affinché nessuno rimanga indietro».

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

©AFP

Meryl Streep è nessunə e tuttə noi

Cinema - Riccardo Conte 20.5.24
Billie Eilish, è uscito il nuovo album "Hit Me Hard and Soft"

Billie Eilish ritrova se stessa e plasma di nuovo il pop alla sua (gigante) maniera

Musica - Emanuele Corbo 21.5.24
iraq-donne-trans (2)

Iraq, la strage silenziosa delle donne trans, uccise dai loro familiari per “onore”

Corpi - Francesca Di Feo 20.5.24
Queer Planet, il trailer del doc sugli animali LGBTI+ scatena i conservatori d'America (VIDEO) - Queer Planet Official Trailer - Gay.it

Queer Planet, il trailer del doc sugli animali LGBTI+ scatena i conservatori d’America (VIDEO)

News - Redazione 21.5.24
Rainbow Map 2024, l'Italia crolla al 36° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT - rainbowmap - Gay.it

Rainbow Map 2024, l’Italia crolla al 36° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT

News - Federico Boni 15.5.24
daniel craig queer guadagnino

Queer: “È fantastico, dura 3 ore e sarà a Venezia”. Luca Guadagnino: “È il film che avevo in testa da 35 anni”

News - Redazione 20.5.24

Continua a leggere

Via all'iter per il riconoscimento della Carriera Alias al personale dipendente di Roma Capitale - Carriera Alias - Gay.it

Via all’iter per il riconoscimento della Carriera Alias al personale dipendente di Roma Capitale

News - Redazione 24.4.24
Bastonate, fumogeni, scritte e insulti omofobi. Il branco all'assalto della sede Gay Center di Roma. VIDEO - Gay Center - Gay.it

Bastonate, fumogeni, scritte e insulti omofobi. Il branco all’assalto della sede Gay Center di Roma. VIDEO

News - Redazione 1.2.24
Giorgia Meloni doppia faccia Gay.it

2023, un anno di odio anti-LGBTIQA+ del Regime Meloni in 8 punti

News - Redazione Milano 28.12.23
Roberto Vannacci: "Avances da uomini in discoteca, senza saperlo ho corteggiato una donna trans" ( VIDEO) - Roberto Vannacci - Gay.it

Roberto Vannacci: “Avances da uomini in discoteca, senza saperlo ho corteggiato una donna trans” ( VIDEO)

News - Redazione 13.3.24
Roman Volley

Roman Caput Mundi 2024, al via il torneo internazionale di Volley LGBT

Corpi - Redazione 16.4.24
A sin: Giorgia Meloni con Elena Donazzan (è noto che la prima non ami la seconda) - a destra Cloe Bianco

Nessuna pace per Cloe Bianco, Elena Donazzan sarà candidata alle Europee da Fratelli d’Italia

News - Redazione Milano 7.12.23
Roberto Vannacci Paola Egonu Matteo Salvini

Vannacci sospeso dall’Esercito Italiano, Egonu lo querela, Salvini lo difende

News - Giuliano Federico 28.2.24
Mennuni, Corrotti e Perissa, prosegue la becera propaganda della destra contro le famiglie Arcobaleno - Lavinia Mennuni - Gay.it

Mennuni, Corrotti e Perissa, prosegue la becera propaganda della destra contro le famiglie Arcobaleno

News - Redazione 22.3.24