Video

Golden Globe 2023, Ryan Murphy celebra gli attori LGBTQI+ con un emozionante discorso – VIDEO

Il padre di Pose ha chiesto e ottenuto una standing ovation per MJ Rodriguez, prima storica attrice trans* a vincere il premio nel 2022, quando la cerimonia venne boicottata e non andò in onda.

ascolta:
0:00
-
0:00
3 min. di lettura

Produttore più potente di Hollywood, Ryan Murphy è stato celebrato nella notte ai Golden Globe 2023 (qui i vincitori) con il Carol Burnett Award alla carriera, per i suoi straordinari contributi a tv e cinema. Il padre di Glee, da sempre gay dichiarato, felicemente sposato e padre di due bimbi, ha emozionato l’intera sala con il suo splendido discorso di ringraziamento, in cui ha voluto onorare gli attori dichiaratamente LGBTQI+ che negli ultimi anni hanno sfidato Hollywood e l’omotransfobia che ha sempre contraddistinto gli studios.

Murphy ha ricevuto il premio da Billy Porter, da lui fatto esplodere anche in tv grazie a Pose. Porter, nel presentarlo, lo ha definito “prolifico, visionario, pioniere, un campione della verità, maniaco del lavoro, alleato, mentore, amico. Non ci sono abbastanza parole in lingua inglese per descrivere cosa tu possa significare per me“. Porter ha voluto ringraziare Ryan per aver dato vita a Pose, che prima di ottenere il via libera aveva ricevuto 162 rifiuti, come rivelato in passato dal suo creatore Steven Canals. “Per fortuna, il 163esimo incontro con Ryan si è rivelato quello decisivo, perché la nostra comunità aveva bisogno di vedere finalmente le nostre storie, le nostre vite, le nostre anime onorate, convalidate, viste“.

Subito dopo essere salito sul palco, Murphy ha invece voluto celebrare Michaela Jaé Rodriguez, che ha vinto un Golden Globe per il suo ruolo in Pose nel 2022, quando la cerimonia non è andata in onda. Murphy ha chiesto a Rodriguez di alzarsi in piedi e poi ha esortato il pubblico in sala a concederle quella “standing ovation che meritava, per aver fatto la storia”, in quanto prima attrice transgender di sempre a vincere un Golden Globe.

Ryan ha poi continuato ad elogiare alcuni dei leggendari attori queer con cui ha lavorato, definendoli “i miei eroi”. Murphy ha iniziato con Porter, definendolo “uno degli attori più iconici della sua generazione”, sottolineando come abbia “cambiato le nostre percezioni, cambiando la moda“.

Successivamente, ha celebrato Niecy Nash-Betts.

“Nata a Los Angeles, madre di 3 figli, le è stato detto solo un paio di anni fa, quando voleva sposare l’amore della sua vita, Jessica, che non poteva, non doveva farlo. Avrebbe potuto non lavorare mai più. La sua comunità e la sua industria avrebbero potuto abbandonarla”. “Niecy Nash ha scelto l’amore e non la paura, e stasera è candidata ai Golden Globe. Niecy Nash-Betts ha vissuto l’anno più importante della sua intera carriera con Dahmer e Rookie: Feds. Niecy, ti amo”.

Murphy ha poi rivolto la sua attenzione a Matt Bomer, che ha vinto un Golden Globe per il film The Normal Heart, diretto proprio da Ryan. “Ha sfidato le ridicole regole in vigore da quasi un secolo. Ha interpretat star d’azione e il protagonista romantico, ed è stato in acclamati progetti drammatici lungo la sua strada”.

Infine, Murphy si è rivolto a Jeremy Pope, quest’anno nominato per il suo ruolo in The Inspection e da Ryan voluto per le serie Pose e Hollywood, definendolo “il futuro“.

Murphy ha continuato a ringraziare attori, produttori e registi con cui ha lavorato, confessando di aver  realizzato tutti i suoi spettacoli perché quando era piccolo non aveva mai visto niente o nessuno come lui in TV, attaccando la contestatissima legge Don’t Say Gay della Florida.

“Quando ero giovane, di fronte alla tv, non ho mai visto una persona come me venir premiata o anche solo un personaggio come me in una serie. È difficile essere un giovane LGBTQ in America. A dire il vero in tutto il mondo, oggi come ieri. E ho una parola per te: Florida”. “Spesso ti viene detto che non diventerai mai niente e che devi nascondere la tua luce per sopravvivere. Ma per quei ragazzi che stasera ci stanno guardando, offro MJ, e Billy, e Niecy, e Matt, e Jeremy come esempi di possibilità. C’è una via da seguire, usali come stelle del nord”.

Fino ad oggi Murphy era stato nominato per cinque Golden Globe come produttore, tutti nella categoria Miglior miniserie o film per la televisione, vincendo per The People vs. O.J. Simpson: American Crime Story, nel 2017.

Tra i tantissimi attori che hanno vinto un Golden Globe grazie a suoi progetti si ricordano Sarah Paulson per The People v. O.J. Simpson, Michaela Jaé Rodriguez per Pose, Darren Criss per L’assassinio di Gianni Versace, Matt Bomer per The Normal Heart, Chris Colfer e Jane Lynch per Glee, Lady Gaga e Jessica Lange per American Horror Story, e nella notte Evan Peters per Dahmer.

Foto cover: IG Golden Globes

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Mahmood Ra Ta Ta

Mahmood annuncia il singolo estivo “Ra ta ta” e profuma già di hit – ascolta il teaser

Musica - Emanuele Corbo 12.6.24
I film LGBTQIA+ della settimana 10/16 giugno tra tv generalista e streaming - ilm queer - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 10/16 giugno tra tv generalista e streaming

Corpi - Federico Boni 10.6.24
The History of Sound, il film d'amore con Paul Mescal e Josh O'Connor sarà a Venezia? Parla il regista - The History of Sound il film damore con Paul Mescal e Josh OConnor sara a Venezia - Gay.it

The History of Sound, il film d’amore con Paul Mescal e Josh O’Connor sarà a Venezia? Parla il regista

Cinema - Redazione 12.6.24
La mamma di Elodie si è sposata con Francesco Cramer

Elodie (senza Andrea Iannone) incantevole al matrimonio della mamma. La dedica della cantante nel giorno del “sì”

Musica - Emanuele Corbo 10.6.24
aggressione-marrazzo

Aggredito Fabrizio Marrazzo, leader del Partito Gay: “Non è intervenuto nessuno” – VIDEO

News - Francesca Di Feo 12.6.24
Prisma 2 Intervista a Ludovico Bessegato qui con Mattia Carrano - Gay.it 02

Prisma 2, intervista al regista Ludovico Bessegato “Non diamo risposte a chi cerca il giudizio”

Serie Tv - Giuliano Federico 8.6.24

Leggere fa bene

Gloria e la felice rappresentazione di una coppia gay, con annesso bacio da unione civile (senza censura) - Gloria bacio gay - Gay.it

Gloria e la felice rappresentazione di una coppia gay, con annesso bacio da unione civile (senza censura)

Culture - Federico Boni 28.2.24
Chi è Karla Sofía Gascón, prima attrice trans a trionfare a Cannes e presto in un film con Vladimir Luxuria - Karla Sofia Gascon 1 - Gay.it

Chi è Karla Sofía Gascón, prima attrice trans a trionfare a Cannes e presto in un film con Vladimir Luxuria

Cinema - Redazione 27.5.24
James Scully di Fire Island e You festeggia il compleanno dell'amato Julio Torres - James Scully di Fire Island e You festeggia il compleanno dellamato Julio Torres - Gay.it

James Scully di Fire Island e You festeggia il compleanno dell’amato Julio Torres

Culture - Redazione 13.2.24
Cannes 2024, Vivre, Mourir, Renaitre è il nuovo film queer di Gaël Morel con Victor Belmondo e Théo Christine (VIDEO) - Cannes 2024 Vivre Mourir Renaitre 3 - Gay.it

Cannes 2024, Vivre, Mourir, Renaitre è il nuovo film queer di Gaël Morel con Victor Belmondo e Théo Christine (VIDEO)

Cinema - Redazione 22.5.24
Jonathan Bailey rivela di essere fidanzato: "È un uomo adorabile" - Jonathan Bailey - Gay.it

Jonathan Bailey rivela di essere fidanzato: “È un uomo adorabile”

Culture - Redazione 13.12.23
Wesley Taylor di Only Murders in the Building presenta il fidanzato - Wesley Taylor - Gay.it

Wesley Taylor di Only Murders in the Building presenta il fidanzato

News - Redazione 20.12.23
5 look perfetti per le feste con Astra Make-Up

Ecco il trucco perfetto ispirato ai film LGBTQIA+ con Astra Make-Up

Lifestyle - Redazione Milano 21.12.23
I film LGBTQIA+ della settimana 22/28 gennaio tra tv generalista e streaming - film lgbtqia gennaio 2024 - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 22/28 gennaio tra tv generalista e streaming

Cinema - Federico Boni 22.1.24