Save Nicola: così un giovane gay italiano chiede di non tornare a casa

Ha 26 anni ed è nato in provincia di Treviso dove omofobia, discriminazioni e bullismo sono stati pane quotidiano. Adesso è in Canada, ma per restare serve un lavoro. Ed ha lanciato una campagna web.

Save Nicola: così un giovane gay italiano chiede di non tornare a casa - save nicolaBASE 1 - Gay.it
2 min. di lettura
Save Nicola: così un giovane gay italiano chiede di non tornare a casa - save nicolaF1 - Gay.it

Si chiama NIcola Pavan, ha 26 anni, è gay ed è nato a Farra di Soligo, in provincia di Treviso dove per anni ha dovuto subire discriminazioni, umiliazioni e bullismo per la sua omosessualità non solo dai coetanei, ma perfino dagli insegnanti. Stanco della situazione, Nicola ha deciso di andare a vedere come si vive a Toronto, in Canada ed è arrivato nella capitale del paese circa tre mesi fa con un permesso che gli consente di rimanere per sei mesi. Adesso, però, Nicola in Canada ci vuole restare per sempre. “Non ho parole per descrivere quanto siano diverse le cose qui – dice -. Voglio restare in questo meravigliosa città, dalla mentalità aperta e accogliente, ma se non trovo un lavoro entro sei mesi sarò costretto a tornare in Italia, dove i mezzi di informazione stigmatizzano il Pride, dove non c’è una legge contro i crimini d’odio, dove non c’è il matrimonio gay e dove sono costretto a guardare il mondo che cambia da dietro lo schermo del mio PC sapendo che per me potrebbe non cambiare mai”.

Save Nicola: così un giovane gay italiano chiede di non tornare a casa - save nicolaF2 - Gay.it

Nicola ha deciso di mettercela tutta per restare in Canada ed ha lanciato una vera e propria campagna, “Save Nicola” (Salvate Nicola) con la quale tramite sito web spera di avverare il suo sogno. Il giovane veneto, insomma, cerca lavoro a Toronto, l’unico modo per potervi rimanere, oltre al matrimonio e all’iscrizione all’università. Ma al momento Nicola è single e non può permettersi di pagarsi gli studi un’altra volta. “Voglio lo stesso futuro che il vostro paese vi permette – scrive sul suo sito rivolgendosi ai canadesi -. Voglio una casa, un marito, dei figli, una famiglia. Tutti vorrebbero avere queste cose. In Italia, non ho futuro”.
Il caso di Nicola sta facendo scalpore in Canada, dove alcuni quotidiani hanno raccontato la storia del giovane italiano gay, in fuga da un paese discriminante e inospitale, rilanciando la campagna con la quale il ragazzo spera di riuscire a trovare lavoro e raggiungere il suo obiettivo.

Save Nicola: così un giovane gay italiano chiede di non tornare a casa - save nicolaF3 - Gay.it

Sul suo sito rivolge un appello ai canadesi e spiega di aver lavorato nel campo del marketing e dei social media e di essere alla ricerca di un datore di lavoro che creda in lui e voglia aiutarlo.
Quello di Michele non è certo il primo caso di un omosessuale che decide di lasciare l’Italia per andare a vivere in un paese che garantisca diritti e dignità alle persone lgbt. E’ una delle tante forme di emigrazione dal nostro paese: c’è chi emigra per il lavoro e chi per i diritti. In entrambi i casi, l’Italia perde.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Giornata omobitransfobia Girogia Meloni

Giornata contro l’omobitransfobia, le parole di Meloni e il post propaganda di Atreju

News - Giuliano Federico 17.5.24
HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano) - 1000056146 01 - Gay.it

HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano)

Corpi - Gio Arcuri 29.1.24
Sara Drago

Sara Drago: “La realtà è piena di diversità, sarebbe bellissimo interpretare un uomo” – intervista

Cinema - Luca Diana 11.5.24
Sethu, è uscito il suo primo album "Tutti i colori del buio"

Sethu e i colori del buio: “Canto per tendere una mano a me stesso e agli altri, dopo Sanremo la depressione” – Intervista

Musica - Emanuele Corbo 17.5.24
Andrew Scott per Quinn (2024)

Andrew Scott presta la voce ad un’app di racconti erotici

Culture - Redazione Milano 16.5.24
15 persone famose che non sapevi fossero non binarie - 10 persone famose che non sapevi fossero non binarie - Gay.it

15 persone famose che non sapevi fossero non binarie

Corpi - Gio Arcuri 13.5.24

Hai già letto
queste storie?

Roberto Vannacci Paola Egonu Matteo Salvini

Vannacci sospeso dall’Esercito Italiano, Egonu lo querela, Salvini lo difende

News - Giuliano Federico 28.2.24
flavia-fratello-battuta-vannacci

Flavia Fratello replica bene a Vannacci, ma in passato firmò contro il Ddl Zan e diede spazio alla transfobia delle TERF

News - Francesca Di Feo 7.3.24
vittorio menozzi gay iti mirko brunetti grande fratello

Grande Fratello, omofobia su Vittorio Menozzi, le battute di Mirko e Marco

Culture - Francesca Di Feo 1.12.23
St. Vincent e Grenadine, l'Alta Corte conferma: "Il sesso gay è illegale, legge ragionevolmente necessaria" - Caraibi - Gay.it

St. Vincent e Grenadine, l’Alta Corte conferma: “Il sesso gay è illegale, legge ragionevolmente necessaria”

News - Redazione 19.2.24
india-pranshu-influencer-morto-suicida

Addio Pranshu, a 16 anni si è tolto la vita, ucciso dal cyberbullismo omobitransfobico

News - Francesca Di Feo 27.11.23
Perugia, in otto a processo per insulti omofobi sui social: “Odiare costa!” - Perugia Pride 2019 - Gay.it

Perugia, in otto a processo per insulti omofobi sui social: “Odiare costa!”

News - Redazione 26.1.24
Pasquale Ciano, aggressione omofoba a Sitges: "Ho rischiato di perdere l'occhio" - Pasquale Ciano 2 - Gay.it

Pasquale Ciano, aggressione omofoba a Sitges: “Ho rischiato di perdere l’occhio”

News - Redazione 13.12.23
sondrio-manifesti-provita

Sondrio, anche qui spuntano i manifesti ProVita: “Basta confondere l’identità sessuale dei bambini”

News - Francesca Di Feo 11.12.23