Tel Aviv: sparatoria in un locale gay. 2 morti, 8 feriti

E' accaduto alle 14 del 1° gennaio. Ancora ignota la matrice. Il video della sparatoria.

Tel Aviv: sparatoria in un locale gay. 2 morti, 8 feriti - attacco gay tel aviv 3 - Gay.it
2 min. di lettura
Tel Aviv: sparatoria in un locale gay. 2 morti, 8 feriti - attacco tel aviv base - Gay.it

Attentato in un locale gay in Israele, a Tel Aviv, nella vivacissima Dizengoff Street, vicino alla più famosa Gordon Street. Nella via sono presenti quattro locali gay ed è di fatto il piccolo “quartiere gay” della città israeliana, che da sempre è molto gay-friendly. E’ di due morti ed otto feriti il primo bilancio. Ignota la matrice per ora, anche se pare evidente si tratti di un nuovo episodio di odio omofobico che aveva già fatto vittime anni fa sempre a Tel Aviv (era il 2009, qui l’articolo su Gay.it ) o più in generale di un attacco terroristico. Articolo in aggiornamento.

Il momento dell’attacco:

Prima il killer ha preparato l’arma tra i banchi di un negozio di frutta e poi ha sparato. Ecco il video:

A sparare è stato un uomo con un’arma automatica. Sulla base di dichiarazioni di numerosi testimoni oculari, chi ha sparato era estremamente calmo e sorrideva pure. La zona è stata immediatamente circondata dalla polizia e dai reparti speciali dell’antiterrorismo, che ora sono alla caccia di un uomo e di una donna.

La polizia sta sollecitando le persone che abitano nella zona dell’attacco a entrare nelle loro case per facilitare la caccia all’uomo in corso per il tiratore che ha ucciso due persone e lasciato altri otto feriti. Due vittime sono in condizioni criticissime.

Il sindaco di Tel Aviv, Ron Huldai, è subito accorso sulla scena dell’attacco e ha dichiarato che “questo sembra essere un attacco terroristico motivato dal nazionalismo.» «Quello che so è che un individuo è venuto qui ed ha aperto il fuoco “, ha detto il sindaco. “Tel Aviv è stata un bersaglio in passato, e continua purtroppo ad esserlo.” Alla domanda sul fatto che il bar che è stato colpito sia rivolto a gay, lesbiche ed alla comunità transgender, Huldai ha dichiarato: “Questo bar non ha alcun significato unico per me. E ‘un pub in Dizengoff Street. Dobbiamo smettere di essere isterici.”

Ecco le prime immagini:

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Ricky Martin: "Se avessi fatto coming out nel 1999 credo che non avrei avuto lo stesso successo" - Ricky Martin per GQ - Gay.it

Ricky Martin: “Se avessi fatto coming out nel 1999 credo che non avrei avuto lo stesso successo”

Culture - Redazione 23.2.24
@giorgiominisini_

Giorgio Minisini contro gli stereotipi: perché essere maschio alfa, quando puoi stare bene? – L’intervista

Corpi - Riccardo Conte 21.2.24
Marco Mengoni e Mahmood una canzone insieme

Marco Mengoni e Mahmood, una canzone insieme

Musica - Mandalina Di Biase 23.2.24
John Cena è su Only Fans?

Ma John Cena è davvero su Only Fans?

Culture - Riccardo Conte 23.2.24
Amici 23, tutti gli allievi al Serale

Amici 23, da Dustin a Holden: tutti gli allievi al Serale

Culture - Luca Diana 25.2.24
Sentenza Bari due mamme Gay.it

Tribunale di Roma, sì alla trascrizione del certificato estero con due mamme

News - Redazione 26.2.24

I nostri contenuti
sono diversi

israele palestina queer satira

Studenti queer anti-Israele irrisi nel feroce sketch satirico – VIDEO

News - Redazione Milano 8.11.23
michela marzano intervista video

Dire “io ho subito” significa affermare la propria soggettività: intervista a Michela Marzano – VIDEO

Culture - Federico Colombo 23.10.23
dritto e rovescio

Questi uomini non sono mostri, ma figli del patriarcato: le parole di Elena Cecchettin

News - Riccardo Conte 20.11.23
@nunziadegirolamo

La violenza di genere non è una chiacchierata: la lettera aperta alla RAI

News - Redazione Milano 8.11.23
israele

Israele mi ha tradito?

News - Giuliano Federico 28.10.23
andria omofobia 18 anni gay

Andria, calci e pugni a un 18enne perché gay: “Abbiate il coraggio di denunciare”

News - Francesca Di Feo 26.10.23
avvocato-difensore-filippo-turetta-emanuele-compagno

Omofobia, misoginia e victim blaming sui social di Emanuele Compagno, ex avvocato difensore di Filippo Turetta

News - Francesca Di Feo 24.11.23
palestina lgbtiq

Commozione per le storie d’amore e lutto della comunità LGBTQIA+ palestinese su Queering The Map

News - Francesca Di Feo 24.10.23