Foto

Torino Pride, 100.000 partecipanti: “Vinceremo noi, quella della destra è una guerra infame” – GALLERY

Hörner, membro di Europride, elogia la presenza delle bandiere ucraine. Zagrebelsky. "Voi nella costituzione troverete un alleato così come la costituzione troverà un alleato in voi".

ascolta:
0:00
-
0:00
torino-pride-2023
4 min. di lettura

Si è svolto ieri 17 Giugno 2023 il Torino Pride 2023. È stato un evento magico, un’esplosione di orgoglio LGBTQIA+ che ha colorato le strade della città.

L’energia contagiosa di più di 100.000 persone (dichiarate dagli organizzatori ndr) ha pervaso le strade del capoluogo piemontese, in un’atmosfera di festa e queerness. Ognuno dei partecipanti ha portato con sé una storia, una battaglia e una speranza. Un fiume di persone per gridare che insieme siamo più forti, che insieme possiamo combattere per i nostri diritti e che l’amore trionferà sempre sull’odio.

torino-pride-2023

La parata torinese, con i suoi venti carri trionfanti, ha rappresentato molto di più di una semplice celebrazione: ha incarnato le battaglie di una comunità resiliente, impegnata a lottare per la giustizia e l’uguaglianza.

Diverse le bandiere ucraine presenti alla parata, nonostante le controversie degli scorsi giorni: parlando con le associazioni, è emersa l’ipotesi che l’invito a non portare bandiere da parte del comitato organizzatore del Torino Pride fosse in realtà una misura cauzionale per evitare scontri, date le tensioni degli scorsi giorni.

Non avevamo paura che lo staff ci facesse abbassare le bandiere, ma di essere aggrediti dai gruppi estremisti” – spiega un esponente di +Europa.

torino-pride-2023

Questa piazza dimostra benissimo che siete pienamente consapevoli, che vi state battendo per qualcosa di giusto. Vi state muovendo per la libertà. – ha commentato l’influente costituzionalista Gustavo Zagrebelsky dal palco allestito nel Parco del Valentino – Libertà vuol dire liberazione dai vincoli, vuol dire differenze fra le persone e rispetto reciproco, e questo è importante in una società che rischia di sprofondare in un grigiore comune. La vostra presenza qui è una speranza contro il grigiore, affinché la nostra società conosca quei colori che vediamo in questa parata. La libertà ha tanti aspetti, potersi curare, un servizio sanitario aperto a tutti, avere una scuola non depotenziata. Siete una grande comunità, voi allargate lo sguardo a tutti i temi della libertà. Siate orgogliosi di sapere che la vostra battaglia è un impegno nel segno della costituzione, voi nella costituzione troverete un alleato così come la costituzione troverà un alleato in voi“.

Marco Giusta, coordinatore del Torino Pride, ha ricordato che il Pride non è un semplice pranzo di gala o una passerella di moda, ma un impegno faticoso e continuo per la lotta dei diritti.

 La Regione Piemonte, guidata dal presidente Alberto Cirio, ha scelto di non partecipare all’evento, lasciando uno strascico di interrogativi e dubbi sulla propria posizione rispetto ai diritti LGBTQ+ e sulla volontà di supportare la città di Torino in vista della candidatura a Europride 2027. Nella nostra intervista, prima del Pride, proprio Marco Gusta aveva ribadito: “Non ci interessa il patrocinio della Regione. Madrine e padrini sono tutti i partecipanti LGBTQIA+”

Nonostante l’opposizione della destra che guida la Regione Piemonte, il Torino Pride 2023 ha brillato di forza, determinazione e partecipazione.

Torino Pride 2023: gli interventi sul palco del Valentino

Tra gli interventi sul palco anche quello di Famiglie Arcobaleno

Quello che vogliamo dire è che vinceremo noi. Forse non oggi, non domani, ma abbiamo sviluppato gli anticorpi contro le oppressioni e le ingiustizie. Siamo consapevoli che ci state rubando del tempo e della serenità, ma ne è consapevole la società civile, perché si sta accorgendo che voi siete quelli che tolgono diritti, che aumentano le disuguaglianze e vivono di privilegi. La società si è accorta che la vostra guerra contro i nostri figli e le nostre figlie è una guerra infame”.

Il discorso si è concluso con l’elenco delle richieste del movimento, tra cui il riconoscimento legale dei figli delle coppie dello stesso sesso alla nascita, il matrimonio egualitario, l’accesso all’adozione per tutti, inclusi i single, e l’accesso alla procreazione medicalmente assistita per donne single e coppie di donne. Poi, l’appello alle forze politiche dell’opposizione: sostenere queste richieste con determinazione.

Tantissimi gli interventi sul palco del Valentino. La presenza di Uwe Hörner, membro della board organizzativa di Europride, come ospite d’onore al Torino Pride, fa ben sperare per la candidatura di Torino all’edizione del 2027.

Hörner ha elogiato apertamente il fatto che diverse bandiere ucraine fossero presenti durante l’evento, riconoscendo il coraggio e l’impegno della comunità LGBTQ+ ucraina. Ha sottolineato l’importanza di unire le forze a livello internazionale per combattere l’omofobia e la discriminazione in ogni parte del mondo.

Combattere per i diritti LGBT non è nient’altro che combattere per diritti umani. Noi siamo qui per questo, perché combattere per i diritti umani significa anche combattere per la democrazia e combattere per la democrazia, significa per l’uguaglianza per tutti. Abbiamo visto anche bandiere dell’Ucraina qui presenti a Torino, come del resto la piattaforma europea EPOA che ha deciso di appoggiare l’Ucraina nella piattaforma europea. Voglio augurare a Torino buona fortuna per la sua candidatura, e per quest’anno, ci vediamo a Valletta a settembre (Europride a Malta, con anche Christina Aguilera)”.

Sul palco anche l’assessore Iacopo Rosatelli e la Consigliera della Città Metropolitana Valentina Cera:

C’è una cosa che io non riesco a capire – spiega Rosatelli – ci sono persone che muoiono nel Mediterraneo, un cambiamento climatico che devasta il nostro pianeta, nel nostro paese il Sistema Sanitario è praticamente inutilizzabile, ci sono imprese che chiudono con un capitalismo da rapina, ma per il Governo il problema è se un figlio o una figlia di due persone dello stesso sesso debba essere registrato all’anagrafe. Oppure se due persone dello stesso sesso possono sposarsi

L’evento si è concluso con la promessa di continuare la lotta per i diritti e la libertà. Mentre musica, risate e danze liberatorie vibravano nel parco del Valentino, il cuore di Torino ha battuto all’unisono con le voci coraggiose che si sono levate in questa giornata di orgoglio, lotta, amore e speranza. Avanti così! Non ci fermeremo, non ci fermeranno!

Qui tutte le date e le città dei Pride 2023 in Italia: News e interviste a tutti i Pride >

 

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Dario Gazziero (@dariogazziero)

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Challengers Guadagnino Josh O Connor Mike Faist Zendaya

Challengers, lo sceneggiatore Justin Kuritzkes: “Il tennis è davvero omoerotico”

Cinema - Mandalina Di Biase 15.4.24
Marco Mengoni per un noto brand di gioielli

Marco Mengoni è un gioiello, ma la verità è che tutti guardano un’altra cosa

Musica - Emanuele Corbo 10.4.24
Marcella Bella e l'etichetta di "icona gay". A Belve non sa cosa significhi LGBT: "Lesbiche, gay, travestiti?" (VIDEO) - Marcella Bella a Belve - Gay.it

Marcella Bella e l’etichetta di “icona gay”. A Belve non sa cosa significhi LGBT: “Lesbiche, gay, travestiti?” (VIDEO)

Culture - Redazione 16.4.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri - Specchio specchio delle mie brame la sexy gallery social vip - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri

Culture - Redazione 16.4.24
Transgender triptorelina

Germania, approvata legge sull’autodeterminazione: “Le persone trans esistono e meritano riconoscimento”

News - Redazione 15.4.24
BigMama Concertone Primo Maggio 2024

BigMama inarrestabile diventa conduttrice per il Concertone del Primo Maggio

Musica - Emanuele Corbo 15.4.24

I nostri contenuti
sono diversi

Savona Pride 2024: sabato 1° giugno - savonapride 1 - Gay.it

Savona Pride 2024: sabato 1° giugno

News - Redazione 26.3.24
parma pride 2024, sabato 18 maggio

Parma Pride 2024: sabato 18 maggio

News - Redazione 18.3.24
modena pride 2024, sabato 25 maggio

Modena Pride 2024: sabato 25 maggio

News - Redazione 17.3.24
Torino, in 20 aggrediscono la drag La Myss: "È stato di sicuro un attacco a sfondo omofobo" - la myss - Gay.it

Torino, in 20 aggrediscono la drag La Myss: “È stato di sicuro un attacco a sfondo omofobo”

News - Redazione 9.1.24
Lovers 2024, ospiti Paolo Camilli, Annagaia Marchioro e Guglielmo Scilla. In anteprima Lil Nas X: Long Live Montero - Lil Nas X - Gay.it

Lovers 2024, ospiti Paolo Camilli, Annagaia Marchioro e Guglielmo Scilla. In anteprima Lil Nas X: Long Live Montero

Cinema - Redazione 19.3.24
Varese Pride 2024: sabato 22 giugno - varesepride 22giugno 2024 1 1 - Gay.it

Varese Pride 2024: sabato 22 giugno

News - Redazione 28.2.24
liguria pride 2024

Liguria Pride 2024: a Genova l’8 giugno

News - Redazione 23.1.24
rivolta pride 2024, il 6 luglio a bologna

Rivolta Pride 2024: a Bologna sabato 6 luglio

News - Redazione 2.3.24