TOSCANA: I GAY NELLO STATUTO

Il Consiglio Regionale vara la Carta di riferimento che contempla "il riconoscimento delle altre forma di convivenza", e vieta la discriminazione per orienamento sessuale. Esulta Arcigay.

TOSCANA: I GAY NELLO STATUTO - duo80 - Gay.it
3 min. di lettura

FIRENZE – La Regione Toscana è la prima Regione italiana a riconoscere, dopo un lungo ed acceso dibattito, le coppie gay nel proprio Statuto. L’assemblea regionale della Toscana ha approvato mercoledì l’inserimento, nel nuovo Statuto, de “la tutela e la valorizzazione della famiglia fondata sul matrimonio” ma anche “il riconoscimento delle altre forme di convivenza“, oltre all’inserimento dell’“orientamento sessuale” fra le condizioni da tutelare da discriminazioni.
La votazione è stata salutata da Alessio De Giorgi, Presidente Regionale di Arcigay come una «decisione storica, perché nessun altro Statuto regionale ad oggi riconosce le diverse forme di convivenza, tra cui quelle tra persone del medesimo sesso».
«Lo Statuto della Regione Toscana – prosegue De Giorgi – si colora dei valori dell’Europa, e rende sempre più stridente la distanza abissale che il nostro Paese, con il governo che lo guida, ha accumulato con tutti le altre nazioni europee».
Sollievo viene espresso da Arcigay Toscana, ma anche dal Coordinamento Queer Unioni Civili Firenze, per la bocciatura di un emendamento di Forza Italia, «in cui si specificava che la Regione avrebbe dovuto riconoscere anche altre forme di convivenza, durature, stabili e di sesso diverso».
«Rimaniamo un po’ con l’amaro in bocca ­ continua De Giorgi ­ perché avremo voluto che accanto al riconoscimento delle forme di convivenza, lo Statuto fosse più esplicito anche sulla non discriminazione: una formulazione di questo tipo lascerà infatti qualche arma a quelle parti politiche che intendono privilegiare, come già fanno altre Regioni, Lazio e Lombardia in testa, le coppie sposate a quelle, anche eterosessuali, che non lo sono. Si tratterà per noi di mantenere alta la guardia su questo punto».
Grande soddisfazione viene espressa anche dal presidente nazionale di Arcigay Sergio Lo Giudice: «E’ un grande segno di civiltà e di laicità quello che giunge dalla Regione Toscana, che fra qualche settimana sarà sede del Gay Pride nazionale – afferma Lo Giudice – Ci auguriamo che altre Regione, a partire dall’Emilia-Romagna, seguano adesso questo esempio».
La prossima tappa, infatti, sarà probabilmente l’approvazione definitiva dello Statuto della Regione Emilia Romagna. Il testo già approvato in prima lettura in Commissione Statuto, prevede infatti due passaggi analoghi a quelli della Toscana: il «riconoscimento della pari dignità sociale della persona senza alcuna discriminazione per ragioni di orientamento sessuale», previsto dal preambolo, e una concezione non confessionale della famiglia qual è quella indicata dall’art.6 quater, dove si afferma che la regione riconosce e valorizza «la funzione delle formazioni sociali attraverso le quali si esprime e si sviluppa la dignità della persona e, in questo quadro, lo specifico ruolo sociale proprio della famiglia».
Anche Franco Grillini, Deputato Ds e Presidente onorario Arcigay, si augura che lo Statuto della Regione Toscana «sia di esempio anche per gli altri Statuti regionali attualmente in discussione». Secondo il parlamentare, primo firmatario di una proposta di legge giacente in Parlamento, per l’istituzione del PaCS, «la decisione del Consiglio regionale toscano va nella direzione di un rafforzamento della possibilità che il Parlamento italiano vari entro breve tempo una normativa complessiva sui diritti delle coppie di fatto, comprese quelle dello stesso sesso. Da questo punto di vista l’Italia rappresenta il fanalino di coda di un’Europa che ha già approvato nella maggior parte dei paesi leggi che riconoscono le coppie di fatto».
Perché la Regione Toscana possa costituirsi definitivamente come avamposto dei diritti civili in Italia, «diventa prioritario ­ conclude De Giorgi ­ che a questo punto il Consiglio approvi velocemente la proposta di legge contro le discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere che, presentata due anni fa da un cartello di associazioni gay al Presidente Martini e approvata dalla Giunta regionale, giace da un anno in Consiglio Regionale, in attesa di essere discussa. Non approvarla prima del Gay Pride Nazionale che quest’anno si svolgerà proprio nella nostra Regione, con la manifestazione finale di sabato 19 giugno, cambierebbe proprio il senso di quella iniziativa, che da momento di festeggiamento per i risultati raggiunti nella nostra regione si trasformerebbe in una occasione di denuncia per le promesse fatte e non mantenute».

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

The Darkness Outside Us, Elliot Page porta al cinema il romanzo queer sci-fi di Eliot Schrefer - The Darkness Outside Us - Gay.it

The Darkness Outside Us, Elliot Page porta al cinema il romanzo queer sci-fi di Eliot Schrefer

Cinema - Redazione 22.4.24
Taylor Swift per THE TORTURED POETS DEPARTMENT (2024)

Il nuovo album di Taylor Swift: no, non è Patti Smith (ma lei lo sa già)

Musica - Riccardo Conte 22.4.24
chat gay grindr

Grindr sotto accusa: avrebbe condiviso con terze parti lo status HIV di migliaia di utenti

News - Francesca Di Feo 22.4.24
Svezia transizione 16 anni transgender

Svolta storica anche in Svezia, l’età per la transizione si abbassa a 16 anni, approvata la legge sull’autodeterminazione

News - Francesca Di Feo 18.4.24
Consumo di contenuti p0rn0 con persone trans nel mondo - dati forniti da Pornhub

L’Italia è la nazione che guarda più p0rn0 con persone trans*

News - Redazione Milano 20.4.24
Justin Bieber Jaden Smith

Il video del corpo a corpo d’amore tra Justin Bieber e Jaden Smith infiamma gli animi e scatena gli omofobi

Musica - Mandalina Di Biase 22.4.24

Leggere fa bene

Le relazioni e il sesso come territorio ambiguo: "Di me non sai", intervista a Raffaele Cataldo - Sessp 41 - Gay.it

Le relazioni e il sesso come territorio ambiguo: “Di me non sai”, intervista a Raffaele Cataldo

Culture - Federico Colombo 19.3.24
unioni-civili-assegno-di-mantenimento

Unioni civili, l’assegno di mantenimento in caso di scioglimento dovrà tenere conto anche del periodo di convivenza

News - Francesca Di Feo 29.12.23
Rhett Hopkins e Sean Gitchell, la storia dei due atleti universitari follemente innamorati - rhett hopkins sean gitchell 1 scaled e1710858556483 - Gay.it

Rhett Hopkins e Sean Gitchell, la storia dei due atleti universitari follemente innamorati

Culture - Redazione 22.3.24
San Valentino 2024, i messaggi d'amore delle coppie vip LGBTQIA+ - San Valentino 2024 - Gay.it

San Valentino 2024, i messaggi d’amore delle coppie vip LGBTQIA+

Culture - Redazione 15.2.24
Sagi Golan e Omer Ohana gayit omosessuali vedovi di guerra

In Israele ora anche gay e lesbiche sono vedovə di guerra, la storia di Sagi e Omer – VIDEO

News - Redazione Milano 13.11.23
Neil Patrick Harris festeggia i 20 anni d'amore con David Burtka: "Impossibile immaginare vita migliore" - Neil Patrick Harris festeggia i 20 anni damore con David Burtka - Gay.it

Neil Patrick Harris festeggia i 20 anni d’amore con David Burtka: “Impossibile immaginare vita migliore”

Culture - Redazione 2.4.24
Leo Gullotta e l'amore per Fabio Grossi a Domenica In: "Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi" - Leo Gullotta - Gay.it

Leo Gullotta e l’amore per Fabio Grossi a Domenica In: “Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi”

News - Redazione 15.4.24
Paolo Stella e il fidanzato J

Paolo Stella e il fidanzato J, sono loro i protagonisti della prima favola d’amore del 2024

Culture - Luca Diana 2.1.24