Ungheria, Viktor Orbán riconfermato presidente ma fallisce il referendum omotransfobico

Ma il fallito voto referendario NON cancella la contestatissima legge.

ascolta:
0:00
-
0:00
orban ungheria
Orban continua a sostenere l'Ungheria omofoba.
3 min. di lettura

Sembrava che l’invasione dell’Ucraina da parte dell’amico Vladimir Putin potesse aver deviato la campagna elettorale d’Ungheria, ma Viktor Orbán ha nuovamente vinto le elezioni, ottenendo il 4° mandato consecutivo da premier, il 5° se si considera la presidenza 1998/2002. Con il 53% dei voti ottenuti Fidesz, suo partito, ha ottenuto 135 seggi su 199 e sconfitto la galassia chiamata opposizione che pur di batterlo si era riunita sotto un unico tetto, abbracciando sinistra, ambientalisti, liberali e conservatori, tutti insieme appassionatamente arrivati al 35% e con il cattolico moderato Peter Marki-Zay incapace di defenstrare Orbán, che aveva centrato l’intera campagna sulla propria persona.

Un indiretto referendum dopo lo scontro frontale con l’Unione Europea sul rispetto dello stato di diritto e le leggi omotransfobiche, che hanno portato il quasi 60enne Orban ad ideare un ‘reale’ referendum con 4 ad hoc a conferma delle proprie contestatissime decisioni. Ed è qui che Orban è inciampato, perché nessuno dei 4 quesiti referendari ha raggiunto il quorum, con un boom di schede nulle. Solo nella capitale Budapest il premier è uscito nettamente sconfitto, con  l’opposizione unita riuscita a vincere 16 collegi su 18. Situazione opposta nel resto del Paese: fuori dalla capitale Orbán ha vinto 86 collegi su 88 (e l’opposizione i restanti 2). Da segnalare il risultato ottenuto dall’estrema destra, che ha strappato addirittura il 6,5% sul piano nazionale.

Negli ultimi sei mesi il premier ungherese ha elargito aiuti diretti ai cittadini per cinque miliardi di euro, mettendo a serio rischio la stabilità economica dell’Ungheria, come segnalato dal Sole24Ore. Questo e altro pur di mantenere il proprio potere per altri 4 anni, con l’ultradestra europea che canta vittoria dinanzi ad un’Ungheria che proprio non parrebbe voler uscire da una pagina politica sempre più cupa. “Abbiamo vinto contro il globalismo. Contro Soros. Contro i media mainstream europei. E anche contro il presidente ucraino Volodymyr Zelens’kyj”, ha festeggiato nella notte Orbán, burattinaio della stampa nazionale da lui quasi totalmente controllata e autore di una legge elettorale pensata a sua immagine e somiglianza, con denunce di brogli e schede bruciate trovate in Romania.

12 anni di propaganda sono evidentemente serviti a qualcosa, con non pochi ungheresi convinti che l’eventuale vittoria dell’opposizione avrebbe trascinato il Paese in guerra contro la Russia, come abilmente sostenuto da Fidesz. “Abbiamo difeso l’indipendenza e la libertà dell’Ungheria, la pace e la sicurezza e, si spera, i bambini e le famiglie. Ha vinto la politica conservatrice, questo non è il passato, questa è l’Europa del futuro“, ha concluso Orban.

Il voto referendario fortemente voluto dal premier riguardava la cosiddetta “legge contro la propaganda LGBT+“ approvata lo scorso anno e ampiamente criticata dall’Unione Europea, con minacce di sanzioni e ripercussioni economiche. La legge in questione già oggi vieta qualsiasi materiale con personaggi gay o veicolante un qualsiasi tipo di supporto alla comunità LGBT+ che possa essere visto da minori. Qualsiasi contenuto che mostri relazioni LGBT+, una transizione verso un altro genere, o immagini della bandiera arcobaleno sarà ora etichettato come “non raccomandato per i minori di 18 anni” e potrà essere trasmesso in televisione solo tra le 22 e le 5 del mattino. Il fallito voto referendario NON cancella la legge, come detto già attiva, ma nega quel marchio popolare che il premier sognava di ottenere come risposta all’UE che ha minacciato sanzioni esemplari nel caso in cui non dovesse essere abrogata.

Sul carro di Victor Orban, in piena notte, è presto salito Matteo Salvini, che ha così celebrato la conferma del premier ungherese: “Da solo contro tutti, attaccato dai sinistri fanatici del pensiero unico, minacciato da chi vorrebbe cancellare le radici giudaico-cristiane dell’Europa, denigrato da chi vorrebbe sradicare i valori legati a famiglia, sicurezza, merito, sviluppo, solidarietà, sovranità e libertà, hai vinto anche stavolta grazie a quello che manca agli altri: l’amore e il consenso della gente. Forza Viktor, onore al libero Popolo ungherese”.

La destra europea festeggia anche in Serbia, con il filo-putiniano Aleksandar Vucic rieletto presidente con circa il 60% dei voti. Sconfitti Zdravko Ponos, candidato dell’opposizione unita che ha ottenuto il 17,7%, e Milos Jovanovic del movimento Nada (Speranza per la Serbia), fermo al 5,9%.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Yuri Guaiana (@yurigu)

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo - In from the Side cover - Gay.it

Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo

Corpi - Federico Boni 20.5.24
Queer Planet, il trailer del doc sugli animali LGBTI+ scatena i conservatori d'America (VIDEO) - Queer Planet Official Trailer - Gay.it

Queer Planet, il trailer del doc sugli animali LGBTI+ scatena i conservatori d’America (VIDEO)

News - Redazione 21.5.24
HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano) - 1000056146 01 - Gay.it

HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano)

Corpi - Gio Arcuri 29.1.24
daniel craig queer guadagnino

Queer: “È fantastico, dura 3 ore e sarà a Venezia”. Luca Guadagnino: “È il film che avevo in testa da 35 anni”

News - Redazione 20.5.24
Rainbow Map 2024, l'Italia crolla al 36° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT - rainbowmap - Gay.it

Rainbow Map 2024, l’Italia crolla al 36° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT

News - Federico Boni 15.5.24
Grande Fratello, la 18esima edizione si farà e riparte da Alfonso Signorini. L'annuncio video - Alfonso Signorini - Gay.it

Grande Fratello, la 18esima edizione si farà e riparte da Alfonso Signorini. L’annuncio video

Culture - Redazione 21.5.24

Hai già letto
queste storie?

uganda-smug-perde-ricorso-tribunale

Uganda, l’NGO LGBTQIA+ SMUG perde il ricorso in tribunale: operazioni illegali secondo l’Anti Homosexuality Act

News - Francesca Di Feo 25.3.24
brunei-pena-di-morte-omosessualita

Il Brunei minaccia di lapidare gli omosessuali dal 2019, mentre il mondo celebra il matrimonio tra i suoi Reali

News - Francesca Di Feo 30.1.24
ghana-cardinale-contro-disegno-di-legge-omofobo

Ghana, il Cardinale Turkson contro la legge anti-LGBTQI+: “L’omosessualità andrebbe capita, non criminalizzata”

News - Francesca Di Feo 29.11.23
Jennifer Lopez, 5 milioni di dollari per cantare nell'omofoba Dubai. Pioggia di critiche - Jennifer Lopez - Gay.it

Jennifer Lopez, 5 milioni di dollari per cantare nell’omofoba Dubai. Pioggia di critiche

Musica - Redazione 13.2.24
Viktor Orban - Giorgia Meloni - Ungheria, la legge anti-LGBTI+ ha un impatto devastante sulla nostra comunità

Ungheria, impatto devastante della legge anti-LGBTI+, il rapporto di Amnesty

News - Francesca Di Feo 28.2.24
Russia, Putin vieta ai minori i Mini Pony perché LGBTQIA+ e si ricandida alle elezioni del 2024 - Vladimir Putin Miny Pony 3 - Gay.it

Russia, Putin vieta ai minori i Mini Pony perché LGBTQIA+ e si ricandida alle elezioni del 2024

News - Redazione 11.12.23
Rizvan Dadayev, dopo mesi di torture un ragazzo gay ceceno è finalmente riuscito a lasciare la Russia - Rizvan Dadayev - Gay.it

Rizvan Dadayev, dopo mesi di torture un ragazzo gay ceceno è finalmente riuscito a lasciare la Russia

News - Redazione 23.1.24
Ex manager della British Airways arrestato in Qatar perché gay: "Negati i farmaci antiretrovirali, è tortura" - Manuel Guerrero Avina - Gay.it

Ex manager della British Airways arrestato in Qatar perché gay: “Negati i farmaci antiretrovirali, è tortura”

News - Redazione 1.3.24