“All of Us Strangers è un capolavoro”, le entusiastiche recensioni alla storia d’amore gay di Andrew Haigh

Tuttə pazzi del nuovo film del regista di Weekend e Looking, con Andrew Scott e Paul Mescal. "Una storia di fantasmi, una toccante riflessione sul dolore e sull'amore".

ascolta:
0:00
-
0:00
"All of Us Strangers è un capolavoro", le entusiastiche recensioni alla storia d'amore gay di Andrew Haigh - All of Us Strangers 1a immagine dalla spettrale storia damore gay di Andrew Haigh con Paul Mescal e Andrew Scott - Gay.it
2 min. di lettura

Dopo sei lunghissimi anni d’attesa, Andrew Haigh è finalmente tornato con un film che ha ammaliato i critici. All of Us Strangers, liberamente tratto dal romanzo Estranei di Yamada Taichi (1987), già riadattato per il grande schermo da Nobuhiko Obayashi nel film The Discarnates del 1988, ha sorprendentemente preferito mostrarsi al Telluride Film Festival e non alla Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, come avvenne nel 2017 per il precedente Charley Thompson, facendo gridare a molti al “capolavoro”.

Protagonisti del film il lanciatissimo Paul Mescal, a inizio 2023 candidato agli Oscar grazie allo splendido Aftersun, e Andrew Scott di Fleabag, attore gay dichiarato. All Of Us Strangers segue lo sceneggiatore Adam che in una notte qualunque nel suo palazzo semivuoto nella Londra di oggi ha un incontro casuale con il suo misterioso vicino Harry. Mentre Adam e Harry si avvicinano, il primo torna nella casa della sua infanzia e scopre che i suoi genitori morti da tempo (Claire Foy e Jamie Bell) sono entrambi vivi e sembrano avere la stessa età del giorno in cui sono morti più di 30 anni or sono.

Su RottenTomatoes All of Us Strangers ha ottenuto il 100% di recensioni positive.

Gli spettatori più adulti potrebbero correre a capofitto verso lo sconforto del film, trovando conforto, persino catarsi, nel suo dolore inquietante. È un lavoro difficile, estremamente emotivo ma freddo“, ha scritto Vanity Fair.

Questo è il film di Scott. La sua interpretazione è intelligente e silenziosamente commovente, e merita ruoli da protagonista più carnosi come questo“, ha aggiunto il Times.

Un capolavoro sublime. Una riflessione sul dolore e sull’amore, la toccante e discreta storia di fantasmi di Haigh è uno dei migliori film dell’anno“, ha sentenziato The Wrap.

Preparatevi ad essere distrutti“, ha rimarcato l’Hollywood Reporter.

All of Us Strangers” è una terapia per il pubblico, o almeno per quel segmento specifico di noi che ha un disperato bisogno di sentire i nostri padri dire: “Mi dispiace non essere mai entrato nella tua stanza mentre stavi piangendo“”, ha commentato Variety.

È una storia di fantasmi, ma è anche una storia d’amore. Una storia che ti spezzerà il cuore“, ha scritto Little White Lies.

Una storia d’amore gay lussureggiante, triste e sensuale, spinta da una combinazione killer di queer pop anni ’80 e un paio di performance devastanti di Scott e Mescal“, ha applaudito Screen International.

Un’esperienza enormemente soddisfacente e coinvolgente“, ha aggiunto il The Guardian.

Haigh, il cui approccio non è mai stato tanto efficace come in questo caso, si assicura sempre di lasciare spazio nell’inquadratura per consentirci di portare sul tavolo il nostro dolore, qualunque forma possa assumere“, ha concluso Indiewire.

50enne regista inglese dichiaratamente gay, Andrew Haigh è esploso nel 2011 grazie al meraviglioso Weekend,  poi seguito da 45 anni, Orso d’argento per la migliore interpretazione femminile e maschile al Festival di Berlino 2015, e Charley Thompson, in Concorso a Venezia 2017. Da lui prodotta e in parte anche diretta la serie HBO Looking, conclusa dopo solo due stagioni e in seguito andata incontro ad un film tv diretto dallo stesso Heigh nel 2016.

All of Us Strangers non ha ancora una data d’uscita per i cinema d’Italia, ma è facile immaginare che possa farsi vedere alla Festa del Cinema di Roma o al Festival del Cinema di Torino, tra ottobre e novembre.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Cosa significa Rainbow Washing_

Cos’è il rainbow washing, quali forme assume e come evitarlo

News - Francesca Di Feo 20.6.24
Ivan Codrian per @theshamelessfund

Jonathan Bailey lancia l’associazione di beneficenza LGBTQ+ “The Shameless Fund”

Culture - Luca Diana 21.6.24
aggressione-foggia-intervista

Foggia, parla Alessandro, vittima dell’aggressione: “Trasformiamo la violenza in sogno” – intervista

News - Francesca Di Feo 21.6.24
Calciatori Gay Coming Out - Rosario Coco di Out Sport spiega perché non bisogna forzare

Calciatori gay in Nazionale, calciatori gay ovunque: perché non bisogna forzare

Lifestyle - Giuliano Federico 20.6.24
Brian May: "Freddie Mercury non avrebbe voluto essere definito "queer", l'omofobia colpì i Queen" - Freddie Mercury 2 - Gay.it

Brian May: “Freddie Mercury non avrebbe voluto essere definito “queer”, l’omofobia colpì i Queen”

Musica - Redazione 21.6.24
meloni orban

35 ambasciate firmano una dichiarazione che condanna le leggi anti-LGBTQ ungheresi. Assente l’Italia

News - Redazione 21.6.24

Continua a leggere

Dino Fetscher, vacanze d'amore a Roma con Chris Wilson. Le foto social - Dino Fetscher - Gay.it

Dino Fetscher, vacanze d’amore a Roma con Chris Wilson. Le foto social

Culture - Redazione 15.4.24
"Eravamo come fratelli", Lukas Gage si è reso conto di essere gay dopo essere andato a letto con il suo vicino - Lukas Gage - Gay.it

“Eravamo come fratelli”, Lukas Gage si è reso conto di essere gay dopo essere andato a letto con il suo vicino

Culture - Redazione 10.5.24
Shakira, ecco che cosa ha detto sul film "Barbie"

Shakira e i figli criticano il film ‘Barbie’: “Minaccia la mascolinità”

Cinema - Emanuele Corbo 2.4.24
Colton Haynes: "Dopo il coming out mi offrono solo la parte dell'amico gay. Prima quasi sempre ruoli etero" - Colton Haynes - Gay.it

Colton Haynes: “Dopo il coming out mi offrono solo la parte dell’amico gay. Prima quasi sempre ruoli etero”

Culture - Redazione 22.3.24
Close to You, recensione. Il ritorno di Elliot Page, tanto atteso quanto deludente - close to you 01 - Gay.it

Close to You, recensione. Il ritorno di Elliot Page, tanto atteso quanto deludente

Cinema - Federico Boni 19.4.24
I film LGBTQIA+ della settimana 8/14 gennaio tra tv generalista e streaming - film tv gennaio - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 8/14 gennaio tra tv generalista e streaming

Culture - Redazione 8.1.24
The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati - The History of Sound di Oliver Hermanus - Gay.it

The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati

Cinema - Redazione 29.2.24
Belve, Alessandro Borghi: "Ossessionato dal sesso, mai andato a letto con un uomo ma mai dire mai" (VIDEO) - Belve Alessandro Borghi - Gay.it

Belve, Alessandro Borghi: “Ossessionato dal sesso, mai andato a letto con un uomo ma mai dire mai” (VIDEO)

Culture - Redazione 9.4.24