In Botswana, inizia oggi un ricorso per depenalizzare l’omosessualità

Dal 2016, ci sono stati molti passi in avanti sul tema delle discriminazioni, ma l'omosessualità è sempre punita dal codice penale.

botswana
2 min. di lettura

Secondo l’articolo 64 del Codice penale, entrato in vigore nel 1965, un rapporto omosessuale è punibile con 7 anni di carcere. Ma qualcosa potrebbe cambiare in Botswana, con un ricorso presentato all’Alta Corte, che ha iniziato oggi ad analizzare la documentazione presentata, per depenalizzare l’omosessualità. A presentare il ricorso è stato un uomo che per evitare di essere incarcerato ha delegato l’avvocato Gosego Lekgowe a proseguire la causa. “Questi articoli mi impediscono di avere contatti con altre persone che s’identificano come me per timore di essere incarcerate. Non vogliamo che la gente sia d’accordo con l’omosessualità ma che sia tollerante” ha affermato il legale, leggendo la petizione del suo assistito.

Le richieste dell’uomo sono molto chiare: abrogare la legislazione vigente sull’omosessualità, assicurando così il rispetto dei diritti umani fondamentali. Questo ricorso potrebbe davvero fare la differenza, data l’apertura degli ultimi anni delle istituzioni nei confronti delle persone omosessuali. Infatti, dal 2016, anche il Botswana ha iniziato a compiere i primi passi in avanti, molto significativi, per una prossima depenalizzazione. E forse anche l’approvazione di alcune tutele. 

Le conquiste della comunità LGBT in Botswana

Nel 2016, la Corte d’Appello del Botswana ha affermato che il ministero degli Interni aveva effettivamente sbagliato a non riconoscere un’associazione LGBT chiamata Legabibo. Questa, era un’organizzazione dedicata alla tutela della comunità, e aveva richiesto la registrazione presso il ministero per operare ufficialmente. Ma non è tutto. Sono state approvate delle leggi che vietano le discriminazioni per orientamento sessuale nell’ambiente di lavoro, e il presidente Mokgweetsi Masisi ha affermato, nel corso di un incontro sulle violenze di genere:

Ci sono molte persone omosessuali in questo Paese che sono state violentate e che hanno anche sofferto in silenzio. Proprio come gli altri cittadini, meritano di vedere tutelati i propri diritti.

Una grande apertura, che dimostrerebbe una società più aperta e tollerante nei confronti delle persone omosessuali. Il Botswana non è comunque l’unico Stato africano a segnalare una simile apertura. In Mauritania, Sudan e Nigeria è ancora prevista la pena di morte, ma non ci sono esecuzioni per omosessualità ormai da anni. Eliminata invece dal codice penale degli stati Mozambico, Seychelles e Angola, e presto anche potrebbe aggiungersi anche il Kenya. Il Sudafrica invece proibisce le discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere. 

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Omar Ayuso e Itzan Escamilla di Elite sono una coppia? (FOTO) - Omar Ayuso e Itzan Escamilla foto cover - Gay.it

Omar Ayuso e Itzan Escamilla di Elite sono una coppia? (FOTO)

Culture - Redazione 27.5.24
Papa Francesco Dignitas Infinita - Chiesa Cattolica - Vaticano

Papa Francesco e l’attacco ai seminaristi gay, le reazioni della comunità LGBTQIA+ italiana

News - Redazione 28.5.24
10 attori e attrici trans ad hollywood

10 star della comunità trans* che stanno rivoluzionando Hollywood

Cinema - Gio Arcuri 23.5.24
Bingham Cup 2024, a Roma la prima gara internazionale di Rugby tra persone trans - Bingham Cup 2024 a Roma la prima gara internazionale di Rugby tra persone trans 5 - Gay.it

Bingham Cup 2024, a Roma la prima gara internazionale di Rugby tra persone trans

News - Redazione 29.5.24
Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe - cover wp - Gay.it

Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe

News - Lorenzo Ottanelli 20.5.24
Grande Fratello 2023 - Alfonso Signorini

Al via i casting per la nuova edizione del Grande Fratello: il prossimo potresti essere tu!

Culture - Luca Diana 29.5.24

Leggere fa bene

Russia LGBT - terapia riparativa

Russia: “curare le persone LGBTI”, smascherati 12 enti che operano indisturbati tra abusi fisici, sessuali e psicologici

Corpi - Francesca Di Feo 5.3.24
Repubblica Dominicana LGBT depenalizzazione

La Dominica depenalizza l’omosessualità: “È solo l’inizio di una guerra”

News - Redazione Milano 23.4.24
sudafrica-pride-2024

Sudafrica, l’isola felice della comunità LGBTQIA+ africana, celebra il suo 31esimo Pride

News - Francesca Di Feo 6.3.24
uganda legge anti gay

Attivisti LGBTQIA+ trascinano l’Uganda in tribunale per la legge “Kill the Gays”

News - Redazione 21.12.23
ghana-legge-anti-lgbt-ghana

Ghana, legge anti-gay, parla un attivista LGBTI: “La comunità viene già perseguitata, ma abbiamo una speranza”

News - Francesca Di Feo 12.3.24
uganda-aggressione-attivista

Uganda, attivista per i diritti LGBTQIA+ accoltellato in pieno giorno nei pressi della sua abitazione

News - Francesca Di Feo 4.1.24
Paolo Camilli

Paolo Camilli: “La mia omosessualità? L’ho negata fino alla morte con me stesso” – intervista

Culture - Luca Diana 23.2.24
Ghana legge anti LGBTI approvata dal parlamento

Ghana, il parlamento approva la legge anti-LGBTI, il Presidente Akufo-Addo firmerà?

News - Giuliano Federico 28.2.24