Brittney Griner, la cestista USA da oltre 100 giorni rinchiusa in una prigione russa

Sua moglie Cherelle Griner ha chiesto a Joe Biden di "portarla a casa". Ma la Russia potrebbe chiedere uno "scambio di prigionieri", o usarla per ricattare gli Stati Uniti.

ascolta:
0:00
-
0:00
Brittney Griner, la cestista USA da oltre 100 giorni rinchiusa in una prigione russa - Brittney Griner - Gay.it
2 min. di lettura

31enne cestista statunitense, assoluta stella della Women’s National Basketball Association (WNBA), Brittney Griner è da oltre 100 giorni rinchiusa in una prigione russa, con l’accusa di possedere cartucce per un vaporizzatore con olio di hashish, derivato della cannabis. È stata fermata all’aeroporto e accusata di trasporto su larga scala di droga. I 100 giorni di prigionia sono caduti il 28 maggio. Volto dei Phoenix Mercury, Griner è stata arrestata il 17 febbraio scorso, dopo aver giocato con la squadra di Mosca UMMC Ekaterinburg. Tra un break e l’altro nel campionato USA, Brittney ha infatti giocato a basket professionistico in Russia negli ultimi sette anni.

Il servizio doganale russo ha affermato che è stato aperto un procedimento penale e che Griner potrebbe rischiare fino a 10 anni di carcere, se condannata. Molti analisti sottolineano come Brittney possa vergognosamente diventare una sorta di ‘vendetta’ putiniana nei confronti dell’America di Joe Biden, che da mesi invia denaro e armi all’Ucraina. Evelyn Farkas, ex funzionario del Pentagono, l’ha detto chiaramente: “è un ostaggio di alto profilo“. Secondo Farkas, la Russia potrebbe chiedere uno “scambio di prigionieri”, o usarla per ricattare gli Stati Uniti.

L’8 marzo scorso i media russi hanno diffuso un’immagine della cestista, due volte medaglia d’oro olimpica con la nazionale a stelle e strisce, con in mano un foglio di carta. L’amministrazione Biden ha più volte ribadito come Griner sia “detenuta ingiustamente”. Sheila Jackson Lee, deputata del Texas, ne ha chiesto l’immediato rilascio: “Sappiamo che c’erano alcuni problemi con le cartucce del vaporizzatore e altri oggetti, ma… Brittney Griner è cittadina degli Stati Uniti, era ospite in Russia”.

I Phoenix Mercury, squadra americana di Griner, hanno affermato che stanno “monitorando da vicino” la situazione: “Amiamo e supportiamo Brittney e in questo momento la nostra principale preoccupazione è la sua sicurezza, la sua salute fisica e mentale e il suo ritorno a casa sicuro”.

Più di una dozzina di giocatrici della WNBA hanno giocato in Russia e Ucraina, questo inverno. La WNBA ha confermato che tutti le giocatrici, tranne Griner, hanno lasciato entrambi i Paesi. Jason Rezaian, giornalista iraniano-americano detenuto nella prigione iraniana di Evin dal 2014 al 2016, ha confrontato il suo caso a quello di Brittney: “Le presunte accuse contro di me non erano basate su nulla di simile alla realtà, vennero usate per perpetuare una narrazione sul motivo per cui ero trattenuto”. Via CNN, Rezaian ha suggerito l’ipotesi che Griner potrebbe restare in carcere per un lungo periodo di tempo. Un funzionario dell’ambasciata statunitense a Mosca ha precisato che Brittney è in “buone condizioni“.

Cherelle Griner, moglie di Griner, ha chiesto a Joe Biden di “portare a casa BG“, in un post Instagram pubblicato dopo 100 giorni di detenzione. Il 13 maggio scorso Alexander Boykov, avvocato di Brittney, ha affermato che la sua custodia cautelare in Russia è stata prorogata di un mese. Una breve proroga che dovrebbe suggerire l’imminente giudizio. La WNBA ha reso omaggio a Griner attraverso installazioni su tutti i parquet di tutti i campi, con le iniziali della giocatrice e il numero di maglia, il 42.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

discorso-d-odio-politici-europei

Discorso d’odio anti-LGBTQIA+ in crescita nelle aule istituzionali europee: “I diritti umani sono in discussione”

News - Francesca Di Feo 1.3.24
Federico Massaro, Grande Fratello

Grande Fratello, il messaggio di Federico Massaro per il fratello transgender

Culture - Luca Diana 29.2.24
Rooy Charlie Lana

Vergognarsi e spogliarsi lo stesso: intervista con Rooy Charlie Lana, tra desiderio e non binarismo

Culture - Riccardo Conte 29.2.24
I SAW THE TV GLOW (2024)

I Saw The Tv Glow: guarda il trailer dell’attesissimo film horror trans* – VIDEO

Cinema - Redazione Milano 29.2.24
Roberto Vannacci e Marco Mengoni a Sanremo con un pantalone di Fendi

Vannacci attacca il Pride e irride Marco Mengoni per la gonna che è un pantalone

News - Giuliano Federico 1.3.24
Mary & George, Oliver Hermanus e le scene di sesso gay: "Orge difficili da coreografare, le volevo autentiche" - Mary e George cover - Gay.it

Mary & George, Oliver Hermanus e le scene di sesso gay: “Orge difficili da coreografare, le volevo autentiche”

Serie Tv - Federico Boni 1.3.24

Hai già letto
queste storie?

@giorgiominisini_

Giorgio Minisini contro gli stereotipi: perché essere maschio alfa, quando puoi stare bene? – L’intervista

Corpi - Riccardo Conte 21.2.24
Lucy Clark nella Storia come prima allenatrice trans del calcio femminile inglese - Lucy Clark - Gay.it

Lucy Clark nella Storia come prima allenatrice trans del calcio femminile inglese

Corpi - Redazione 2.2.24
Una mostra sull'omoerotismo nel calcio all'interno dello stadio del Tottenham - JJ Guest Gary and Paul 2023 - Gay.it

Una mostra sull’omoerotismo nel calcio all’interno dello stadio del Tottenham

Corpi - Redazione 5.12.23
moto-gp-omofobia

Moto GP, il pilota Wilco Zeelenberg accusato di omofobia, ma è solo un malinteso

News - Francesca Di Feo 17.10.23
Jakub Jankto e il coming out: "Non devo più nascondermi, anche con i ragazzi. Ora sono felice" - Jakub Jankto 3 - Gay.it

Jakub Jankto e il coming out: “Non devo più nascondermi, anche con i ragazzi. Ora sono felice”

Corpi - Federico Boni 20.12.23
Taylor Fritz, accuse di omofobia social. Cosa è successo e la replica del tennista - Taylor Fritz 1 - Gay.it

Taylor Fritz, accuse di omofobia social. Cosa è successo e la replica del tennista

Corpi - Redazione 21.2.24
Russia, l'app Duolingo sotto indagine per "propaganda LGBTQIA+" - Russia lapp Dualingo - Gay.it

Russia, l’app Duolingo sotto indagine per “propaganda LGBTQIA+”

News - Redazione 13.2.24
Lewis Hamilton, il campionissimo di Formula 1 e strenuo difensore dei diritti LGBTQIA+ sarà un pilota Ferrari - Lewis Hamilton - Gay.it

Lewis Hamilton, il campionissimo di Formula 1 e strenuo difensore dei diritti LGBTQIA+ sarà un pilota Ferrari

Corpi - Federico Boni 2.2.24