Tár, Cate Blanchett e l’importanza sociale dei film a tematica queer

L'attrice torna ad interpretare una donna lesbica 7 anni dopo l'acclamato Carol.

ascolta:
0:00
-
0:00
Tár, Cate Blanchett e l'importanza sociale dei film a tematica queer - Cate Blanchett e limportanza dei film a tematica queer - Gay.it
2 min. di lettura

Tár, Cate Blanchett e l'importanza sociale dei film a tematica queer - Cate Blanchett e limportanza dei film a tematica queer 2 - Gay.it

15 anni dopo la Coppa Volpi vinta grazie a Io non sono qui e due anni dopo aver presieduto la giuria, Cate Blanchett è tornata alla Mostra del Cinema di Venezia grazie a Tár di Todd Field, film in cui l’attrice indossa gli abiti della prima storica direttrice donna di una delle più importanti orchestre tedesche.

Un nuovo film a tinte queer 7 anni dopo il meraviglioso Carol di Todd Haynes, per Blanchett, perché Lydia Tár è dichiaratamente lesbica. Una visibilità e una rappresentazione che Cate ha definito “importante”, da un punto di vista sociale, nel corso della conferenza stampa.

“L’omogeneità è la morte di ogni forma d’arte. Parlare di importanza in funzione dell’arte è complicato, la pratica artistica non è uno strumento educativo. Nell’interpretare Lydia non ho mai pensato al genere del suo personaggio né alla sua sessualità, ed è questo quello che mi piace del film. Semplicemente è. È una rappresentazione molto umana. Come specie siamo così maturi da poter guardare il film e fare in modo che il suo orientamento sessuale non sia la cosa più importante. Solo a film finito abbiamo realizzato che avevamo un casting quasi solo al femminile. Ad oggi non esiste un’orchestra tedesca condotta solo da una donna, è una struttura molto patriarcale. La speranza è che questo cambiamento possa diventare normale, bisogna normalizzare l’arte stessa. Ogni volta che un direttore prende in mano una musica diversa reinventa quella musica. Il film ha una grande componente umana”. “Tar è un film sugli esseri umani, che va al di là dell’orientamento sessuale della sua protagonista”.

Inevitabile il confronto con Carol di Todd Haynes, nel 2015 candidato a 6 premi Oscar.

“Se ora guardo a quel personaggio all’epoca non c’erano film di quel tipo. Mentre giravamo avevamo capito quanto fosse necessario. Un film viene fatto nel momento in cui viviamo, credo sia molto più esistenziale di tutto questo”.

53enne australiana, Cate Blanchett ha vinto 2 Oscar, tre Golden Globe, tre premi BAFTA, tre Screen Actors Guild Awards, tre Critics Choice Awards e una Coppa Volpi al Festival di Venezia. Il 10 settembre prossimo arriverà anche la 2a?

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Rainbow Map 2024, l'Italia crolla al 36° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT - rainbowmap - Gay.it

Rainbow Map 2024, l’Italia crolla al 36° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT

News - Federico Boni 15.5.24
Il masturbatore nella versione standard LELO F1S V3

Recensione di LELO F1S™ V3: il masturbatore per persone pene-dotate che usa le onde sonore e l’intelligenza artificiale

Corpi - Gio Arcuri 10.4.24
queer palm, festival di cannes, i vincitori

Festival di Cannes. Tutti i film vincitori della Queer Palm dal 2010 ad oggi

Cinema - Gio Arcuri 17.5.24
Nemo The Code significato e come è nata

Nemo, il magnifico testo non binario di “The Code” è nato così: ecco cosa racconta davvero

Musica - Mandalina Di Biase 13.5.24
Andrew Scott per Quinn (2024)

Andrew Scott presta la voce ad un’app di racconti erotici

Culture - Redazione Milano 16.5.24
15 persone famose che non sapevi fossero non binarie - 10 persone famose che non sapevi fossero non binarie - Gay.it

15 persone famose che non sapevi fossero non binarie

Corpi - Gio Arcuri 13.5.24

Hai già letto
queste storie?

Sanremo 2024: Viva sempre, Loredana! È prima nella classifica della sala stampa - Sessp 28 - Gay.it

Sanremo 2024: Viva sempre, Loredana! È prima nella classifica della sala stampa

Musica - Federico Colombo 7.2.24
BAFTA 2024, le nomination. Boom per All Of Us Strangers, ci sono Colman Domingo, Elordi, Keoghan e Mescal - Bafta 2024 - Gay.it

BAFTA 2024, le nomination. Boom per All Of Us Strangers, ci sono Colman Domingo, Elordi, Keoghan e Mescal

Cinema - Federico Boni 18.1.24
Crossroads, il film con Britney Spears arriva per la prima volta in streaming. Ecco dove e quando - Crossroads - Gay.it

Crossroads, il film con Britney Spears arriva per la prima volta in streaming. Ecco dove e quando

Cinema - Federico Boni 23.1.24
(IPA)

Addio Sandra Milo

News - Redazione Milano 29.1.24
Paola e Chiara nel video di "Vamos a baila (Esta vida nueva)"

Paola e Chiara, ecco perché non ne ho mai abbastanza di “Television”

Musica - Emanuele Corbo 24.1.24
Darren Criss: "Indipendentemente dal fatto che sia etero, sono culturalmente queer da tutta la vita" - Darren Criss - Gay.it

Darren Criss: “Indipendentemente dal fatto che sia etero, sono culturalmente queer da tutta la vita”

News - Redazione 2.5.24
Sanremo 2024, ecco chi canterà in Piazza Colombo. Concertone gratuito di Paola & Chiara - Paola e Chiara - Gay.it

Sanremo 2024, ecco chi canterà in Piazza Colombo. Concertone gratuito di Paola & Chiara

Culture - Redazione 11.1.24
Sundance Film Festival 2024, i film LGBTQIA+ più attesi - Sundance 2024 - Gay.it

Sundance Film Festival 2024, i film LGBTQIA+ più attesi

Cinema - Federico Boni 19.1.24