Il genere non binario: il significato

di

Uomo, donna o terzo genere?

Genere non binario (Fonte: softrevolutionzine.org)
CONDIVIDI
48 Condivisioni Facebook 48 Twitter Google WhatsApp
1240 0

Con genere non binario si identificano quelle persone che non si riconoscono nel solo binomio uomo o donna (il binarismo di genere). Chiamato anche “terzo genere” (questo termine viene usato molto in sociologia), un individuo genderqueer non si riconosce né come uomo né come donna, oppure si vede come una combinazione di entrambi i generi.

Questa idea è solitamente condivisa dalle persone transgender, ovvero coloro che non si riconoscono nel genere con il quale sono nate. In questo caso, com’è noto, è possibile ricorrere alla chirurgia e a una terapia ormonale per passare al genere a cui sente di appartenere. Il genere non binario si riconduce quindi al gender fluid, ovvero la fluidità di genere. Quella che appunto non riconosce il solo genere maschile o femminile, ma permette a una persona di decidere come definirsi (e questo non significa ricorrere necessariamente alla chirurgia).

Genere non binario e tutte le sue sfumature

Spiegare il genere non binario è alquanto complesso perché si tratta di un argomento generale che gode di diverse definizioni, in base appunto alla persona. Tra tutte le sfumature che racchiude queste terzo genere, quelle più comuni sono:

  • Agender: coloro senza un’identità di genere, per scelta personale o per motivi medici;
  • Intergender: persona con cromosomi e organi che non si possono ricondurre a una identità;
  • Bigender: la sperimentazione di entrambi i generi binari, separatamente o contemporaneamente;
  • Androgino: una persona che ha caratteri sia maschili che femminili;
  • Demigender: con caratteristiche che impediscono di identificarsi come maschio o femmina.
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...