DDL Zan, Italia Viva insiste: “Modifichiamolo. Se fanno muro sul testo così com’è si rischia l’impasse”

"Stop ostruzionismo e tempi certi di approvazione in cambio di poche e puntuali modifiche", propone Davide Faraone.

DDL Zan, Italia Viva insiste: "Modifichiamolo. Se fanno muro sul testo così com’è si rischia l’impasse" - davide faraone - Gay.it
2 min. di lettura

Weekend lungo di interviste ad ampio raggio per Davide Faraone, capogruppo di Italia Viva al Senato che ha ribadito la necessità di ‘mediare’ sulla legge contro l’omotransfobia, misoginia e abilismo, tornando così a chiedere modifiche al DDL Zan.

“Lo scontro frontale rischia di far saltare la legge contro l’omofobia per aria: mettiamoci attorno a un tavolo politico e vediamo quale è il modo più rapido per approvare il ddl Zan e anche per smascherare chi invece gioca ad affossarlo”, ha precisato Faraone dalle pagine de LaRepubblica, rispedendo al mittente le tante critiche piovute su Italia Viva, accusata proprio di voler affondare il DDL Zan con richieste di modifiche che lo obbligherebbero a ricominciare l’iter alla Camera.

“Se Pd, M5s e Leu fanno muro sul testo così com’è, in aula si rischierà l’impasse”, ha poi aggiunto dalle pagine dell’Avvenire, facendo indirettamente intendere la contrarietà di Italia Viva all’attuale DDL. “Ostruzionismo, migliaia di emendamenti, l’insidia di numerosi voti segreti. E non potrà essere il governo a sbrogliare la matassa chiedendo la fiducia, come fece Renzi sulle unioni civili. Uno scenario da Vietnam, appunto. Se le forze di centrosinistra e di centrodestra vogliono davvero una legge contro l’omontransfobia devono sedersi a un tavolo e parlarne. Se qualcuno rifiuterà una proposta del genere, semplicemente svelerà la propria volontà di non fare la legge. Ma io credo che se si mettono a lavorare i pontieri dei vari partiti, il tavolo si può fare e può avere un esito positivo. Noi chiediamo alle altre forze di maggioranza, e anche alle opposizioni, di accogliere questa proposta realista e di buon senso di Italia Viva. A individuare le modifiche non devo essere io, ma il confronto tra i gruppi parlamentari. Sto ponendo una questione di metodo e anche di finalità: si vuole o non si vuole una legge? Se la si vuole, bisogna trattare: non sono affatto certo, come sostengono alcuni esponenti del Pd, che in aula ci sarà una maggioranza sul testo Zan così com’è”.

Peccato che il DDL Zan sia già stato ampiamente discusso, ‘trattato’ e limato. E non in una salumeria del centro di Roma, ma alla Camera dei Deputati, con voto favorevole di un’ampia maggioranza. E non 20 anni fa, ma lo scorso novembre. Modificarlo al Senato, dopo ampio e lungo dibattito, obbligerebbe il DDL a tornare a Montecitorio, per poi tornare a palazzo Madama. C’è tempo per fare tutto questo? Conoscendo i tempi biblici della politica nazionale chiaramente no, ma Faraone è convinto di sì.

Se il patto politico è vero, serio, si porta un testo ampiamente condiviso in Senato e dopo lo si approva subito alla Camera. È chiaro che di fronte a un tavolo convocato per trovare una sintesi avrebbe torto chi si sfila e chi partecipa solo per non farne uscire nulla. Sarebbe quantomeno un elemento di trasparenza dinanzi all’opinione pubblica. Il patto sarebbe: stop ostruzionismo e tempi certi di approvazione in cambio di poche e puntuali modifiche.

Opzione eventuale che puzza di ‘tranello’, considerando le tante forze politiche contrarie a questa legge, e che rimandano al concetto inizialmente espresso dallo stesso senatore IV: “Smascheriamo chi gioca ad affossare il DDL Zan“. Ecco, per l’appunto.  L’attuale disegno di legge in discussione al Senato è già di suo un compromesso, con alcuni senatori Pd che sarebbero pronti a sposare questa linea renziana. Ma è impossibile immaginare ulteriori ritocchi al ribasso. O lo si approva così com’è o lo si affonda. Ma chi si prenderà questa responsabilità, segnata da mesi di sfiancanti e insostenibili fake news, dovrà metterci la faccia dinanzi al Paese.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Franzc Dereck 25.5.21 - 12:28

Un sentito " venduto" a questo Senatore Faraone : sa bene che non si può' cambiare una virgola del testo approvato alla Camera .

Trending

Ghana legge anti LGBTI approvata dal parlamento

Ghana, il parlamento approva la legge anti-LGBTI, il Presidente Akufo-Addo firmerà?

News - Giuliano Federico 28.2.24
Andrea Bossi con la sua amica Serena - foto dal canale TikTok pubblico di Serena

Andrea Bossi, l’omicidio di un ragazzo queer, ucciso soltanto per un pugno di gioielli?

News - Giuliano Federico 2.3.24
Rooy Charlie Lana

Vergognarsi e spogliarsi lo stesso: intervista con Rooy Charlie Lana, tra desiderio e non binarismo

Culture - Riccardo Conte 29.2.24
The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati - The History of Sound di Oliver Hermanus - Gay.it

The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati

Cinema - Redazione 29.2.24
Eurovision 2024, Il Regno Unito vuole la vittoria con Dizzy di Olly Alexander. Il video ufficiale - olly alexander - Gay.it

Eurovision 2024, Il Regno Unito vuole la vittoria con Dizzy di Olly Alexander. Il video ufficiale

Culture - Redazione 1.3.24
Due megattere maschio fanno sesso, storico primo avvistamento alle Hawaii (FOTO) - Due megattere maschi fanno sesso storico primo avvistamento alle Hawaii - Gay.it

Due megattere maschio fanno sesso, storico primo avvistamento alle Hawaii (FOTO)

News - Redazione 1.3.24

I nostri contenuti
sono diversi

papa-francesco-persone-trans

Papa Francesco come Giorgia Meloni: “Teorie gender pericolosissime, GPA da proibire a livello universale”

News - Redazione 8.1.24
alessia-crocini-paolo-mieli-nichi-vendola-gpa

“Parole di Paolo Mieli vergognose”, la reazione di Alessia Crocini dopo l’attacco a Vendola

News - Francesca Di Feo 28.11.23
Suella Braverman elton john

Rifugiati LGBTIQ+ non sono da proteggere? Elton John risponde così alla ministra britannica

News - Francesca Di Feo 29.9.23
Messico, il presidente Obrador definisce "un uomo vestito da donna" la deputata trans Salma Luevano - Andres Manuel Lopez Obrador - Gay.it

Messico, il presidente Obrador definisce “un uomo vestito da donna” la deputata trans Salma Luevano

News - Redazione 10.1.24
romania-unioni-civili

Romania in ritardo sul riconoscimento delle coppie omo, cresce l’estrema destra: l’allarme dellə attivistə

News - Francesca Di Feo 18.12.23
alessia-crocini-mennuni

Alessia Crocini risponde alla senatrice Mennuni sulla maternità: “Le parole di una privilegiata”

News - Francesca Di Feo 28.12.23
giorgia-meloni-uomo-dell-anno (2)

Giorgia Meloni “Uomo dell’Anno” per Libero: se il potere è concepibile solo al maschile

News - Francesca Di Feo 29.12.23
aula-vuota-interrogazione-questioni-lgbtqia

Roccella annuncia sblocco fondi Unar per la comunità LGBTQIA+ davanti al Senato vuoto

News - Francesca Di Feo 14.9.23