Oggi i funerali di Elisa Pomarelli, uccisa nel 2019 perché lesbica

Elisa Pomarelli credeva di aver trovato un amico, invece l'uomo 45enne era innamorato di lei. E non accettava il fatto che fosse lesbica.

elisa pomarelli
Oggi, i funerali di Elisa Pomarelli, a un anno dalla morte.
2 min. di lettura

Elisa Pomarelli è stata uccisa esattamente un anno fa. Un anno di indagini, di analisi sul suo corpo, e la conclusione del processo, il 4 agosto. La famiglia ha dovuto aspettare un anno prima di poter seppellire finalmente la figlia, una ragazza di 28 anni. Una storia tragica, quella di Elisa.

Era lesbica, Elisa. Ma a Massimo Sebastiani, 45 anni, non importava.

Anzi, non lo accettava. Perché lui era follemente innamorato di lei. Elisa invece lo considerava un amico, un buon amico su cui contare. E quando glielo ha detto in modo diretto che amava le donne, lui l’ha uccisa. E non solo, perché poi ha anche fatto a pezzi il cadavere, per disfarsene.

Elisa Pomarelli aveva detto “preferisco le donne”. E Sebastiani ha visto sfumare il suo sogno di una relazione con la ragazza. Reo confesso, ha scelto il rito abbreviato, e la perizia psichiatrica richiesta dal suo legale gli ha consentito uno sconto di pena. Ma niente femminicidio, perché il movente era un altro, secondo i giudici. Niente aggravante per lesbofobia, perché la legge contro l’omobilesbotransfobia non è ancora stata approvata in Italia. 

Ingiustizia per Elisa Pomarelli

Per Ilaria Todde, esperta giuridica di EL*C (Eurocentralasian Lesbian* Community), siamo di fronte a una discriminazione. E ha spiegato al Corriere:

In casi simili all’omicidio Pomarelli, in cui l’accusato è il marito o il compagno della vittima, il rito abbreviato è escluso completamente. Eppure il femminicidio non è l’omicidio della moglie o della compagna in quanto tale, ma l’omicidio di una donna in quanto donna, e questo deve includere le donne lesbiche ammazzate perché “non disponibili” alle attenzioni di un uomo.

Il fatto che l’ordinamento italiano compia questa differenziazione è esemplificativo di due cose: una comprensione parziale del fenomeno del femminicidio e l’invisibilità delle lesbiche quando si scrivono le leggi. Dipende dal fatto che si formulano avendo uno “standard” in testa. Ecco, bisogna smettere di supporre che una donna sia automaticamente eterosessuale o che possa subire violenza solo dall’uomo con cui è sposata.

Occorre quindi una riforma mentale, in cui non si può partire dal presupposto che le persone coinvolte siano eterosessuali. Altrimenti, si sbaglia e si evince che Elisa Pomarelli e Massimo Sebastiano fossero una coppia, come è accaduto un anno fa. Nulla di più lontano dalla verità.

Oggi, a Piacenza, Elisa riceverà l’ultimo saluto dalla sua città, in cui è stato proclamato il lutto cittadino.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Jakub Jankto coming out

Jakub Jankto: “Agli altri calciatori gay dico di fare coming out. Non abbiate paura, non succede nulla”

Corpi - Redazione 17.4.24
Giovanni Donzelli foto instagram @giovadonze

Giovanni Donzelli di Fratelli d’Italia, outing di sua moglie che spiega “È un marito etero”

Culture - Mandalina Di Biase 9.4.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri - Specchio specchio delle mie brame la sexy gallery social vip - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri

Culture - Redazione 16.4.24
BigMama Concertone Primo Maggio 2024

BigMama inarrestabile diventa conduttrice per il Concertone del Primo Maggio

Musica - Emanuele Corbo 15.4.24
Marco Mengoni per un noto brand di gioielli

Marco Mengoni è un gioiello, ma la verità è che tutti guardano un’altra cosa

Musica - Emanuele Corbo 10.4.24
Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino - TIRE TOWN STILLS PULL 230607 002 RC - Gay.it

Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino

Cinema - Federico Boni 12.4.24

Leggere fa bene

Pavel Lobkov

Mosca, giornalista mostra segni di aggressione “Così picchiano un fr**io”

News - Redazione Milano 2.1.24
Roberto Vannacci Paola Egonu Matteo Salvini

Vannacci sospeso dall’Esercito Italiano, Egonu lo querela, Salvini lo difende

News - Giuliano Federico 28.2.24
grecia-chiesa-ortodossa-scomunica-matrimonio-egualitario

Grecia, la Chiesa Ortodossa minaccia di scomunicare i parlamentari che hanno votato per il matrimonio egualitario

News - Francesca Di Feo 8.3.24
nigeria-arrestate-76-persone

Nigeria, arrestate 76 persone perché omosessuali a una festa di compleanno

News - Francesca Di Feo 24.10.23
Numero Verde 800713713 Gay Help Line - 18 anni, 350.000 chiamate, il 51% da giovani -

Gay Help Line, 18 anni di supporto telefonico LGBTIAQ+ : 51% delle richieste arrivano da giovani – VIDEO

News - Gay.it 18.3.24
Aiutiamo Milena Cannavacciuolo, fondatrice di Lezpop in riabilitazione dopo il coma. Parte la raccolta fondi - Milena Cannavacciulo - Gay.it

Aiutiamo Milena Cannavacciuolo, fondatrice di Lezpop in riabilitazione dopo il coma. Parte la raccolta fondi

News - Federico Boni 24.10.23
aggressione-omofoba-andria

Perse un occhio dopo aggressione omofoba, condannato a sei anni l’aggressore

News - Redazione 31.10.23
omofobia ragazzo giovane gay

Pontedera, 18enne cacciato di casa dopo il coming out: “Niente figli gay, vattene”

News - Francesca Di Feo 27.3.24