Torino e Siracusa, cancellati i Pride causa Covid-19

Polemiche a Torino con la Questura. Chiesta l'autorizzazione per un NON-PRIDE in piazza Castello per il 25 settembre.

Torino e Siracusa, cancellati i Pride causa Covid-19 - 19417502 1537209019644071 4242901611446139616 o 845x648 1 - Gay.it
3 min. di lettura

La doccia fredda a pochi giorni dalla duplice sfilata. Non si terranno i Pride di Siracusa e Torino, annunciati rispettivamente per il 12 e 18 settembre.

Il Coordinamento Torino Pride ha annunciato il NON PRIDE (25 settembre) e la sua partecipazione al Salone Internazionale del Libro e a Biennale Democrazia, dopo lo stop della Prefettura e della Questura alla sfilata tradizionale del Torino Pride. “Sin dal grande e straordinario Pride Nazionale del 2006, il Coordinamento Torino Pride, ha sempre dialogato e collaborato con le Istituzioni. La Regione Piemonte, il Consiglio Regionale del Piemonte, la Città di Torino, la Prefettura e la Questura sono sempre stati interlocutori attenti e nella maggior parte dei casi sensibili. Quest’anno ci tocca inevitabilmente constatare che qualcosa non ha funzionato!“, ha sottolineato Alessandro Battaglia, coordinatore del Torino Pride.

In relazione all’entrata in zona bianca il Torino Pride aveva incontrato la Prefettura il 1 luglio
2021. “In questo incontro è stato sottoposta la questione relative alla possibilità di organizzare il Torino Pride 2021 e la risposta ricevuta era possibilista“. Successivamente il 13 agosto 2021, il Torino Pride ha inviato alla Questura la comunicazione di pubblica manifestazione alla quale è seguita una risposta, il 19 agosto, in cui è stato comunicato che, a fronte del DCPM 2 marzo 2021, “sarebbero autorizzate solo manifestazioni statiche e non dinamiche”.

A quel punto il direttivo del Torino Pride, perplesso, ha chiesto il 24 agosto al Prefetto e al Questore un incontro urgente, concesso solo il 2 settembre in Questura. E qui il Questore ha confermato quanto scritto nella comunicazione del 19 agosto, invitando gli organizzatori a trasformare il Pride in una manifestazione statica.

Una volta ricordato che il Pride è una marcia per i Diritti e che dal marzo 2021 altre manifestazioni dinamiche sono avvenute nel nostro Paese come i Pride di Roma, Cagliari e in ultimo di Gorizia e che, nel totale disprezzo delle regole, sono avvenuti i festeggiamenti per la vittoria dell’Italia agli europei di calcio e continuano ad avvenire, anche nella nostra Città, manifestazioni “no vax”, “no green pass” ecc. ci chiediamo perché, a pochi giorni dal programmato, patrocinato e organizzato Torino Pride 2021 noi ci si debba trovare in questa spiacevole circostanza. Il DPCM 2 marzo 2021 era già in essere il 1 luglio quando ci recammo al primo appuntamento in Prefettura e dovrebbe valere non solo per Torino.

Per questo motivo il Coordinamento Torino Pride ha deciso di annullare l’edizione 2021 del Torino Pride mantenendo in essere tutte le iniziative di avvicinamento programmate. L’8 ottobre il Torino Pride sarà protagonista a Biennale Democrazia e, dal 14 al 18 ottobre al Salone Internazionale del Libro di Torino. A novembre, poi, tornerà Star.T in occasione del Transgender Day of Remembrance (TDoR) e a ottobre 2022 si terrà la grande assemblea annuale dell’European Pride Organizers Association (EPOA), il network che coinvolge le principali realtà europee nel campo dell’organizzazione dei Pride avrebbe dovuto svolgersi quest’anno ma, a causa del COVID-19, è stato rimandato al ’22.

Non essendo mai stati e state fautrici del pensiero unico, chiediamo ufficialmente che le
Istituzioni dialoghino proficuamente con i cittadini e le cittadine per dare loro la possibilità
di comprendere le decisioni prese per la salute e la sicurezza. Chiediamo anche alla
Prefettura, alla Questura e alla Città di Torino di poter manifestare, in forma statica, sabato
25 settembre in piazza Castello. Il nostro sarà un NON PRIDE perché i nostri corpi possano
essere comunque orgogliosi e le nostre istanze visibili
”: con queste parole il Torino Pride si è
appellato ufficialmente alle Istituzioni.

Nelle stesse ore, anche il Comitato del Siracusa Pride, “proprio in considerazione di quanto il corteo sia espressione di libertà ed affermazione dei diritti LGBT+, riflettendo che nelle attuali condizioni epidemiologiche di impennata dei contagi da Covid-19 non sarebbe possibile garantire adeguate misure di sicurezza per l’affluenza dei partecipanti, investendosi di una grande responsabilità, ha deciso di rinunciare a svolgere sia il corteo previsto per il 12 settembre prossimo, sia iniziative alternative in forma statica che ne snaturerebbero il significato, intraprendendo comunque attività di informazione ed educazione “Verso il Pride 2022”.

Tutto tace, per ora, sul Palermo Pride del 18 settembre, che dovrebbe chiudere l’Onda Pride 2021.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Intervista a Laika, autrice del gigantesco murale dedicato a Michela Murgia: "Per guardare al futuro insieme a lei" - Laika e Michela Murgia - Gay.it

Intervista a Laika, autrice del gigantesco murale dedicato a Michela Murgia: “Per guardare al futuro insieme a lei”

Culture - Federico Boni 11.7.24
Arcobaleno Busca B&B discriminazione omofobia

“Non accettiamo omosessuali”: Cuneo, coppia gay rifiutata in un B&B, abbiamo telefonato, ecco cosa ci hanno detto

News - Giuliano Federico 10.7.24
Chi era Goliarda Sapienza? - Matteo B Bianchi9 - Gay.it

Chi era Goliarda Sapienza?

Culture - Federico Colombo 10.7.24
Temptation Island 2024

Temptation Island, Raffaella Mennoia svela alcuni retroscena del docu-reality di Canale 5

Culture - Luca Diana 11.7.24
Roberto Bolle in vacanza con l'amato Daniel Lee e la sua famiglia - Roberto Bolle in vacanza con Daniel Lee e la sua famiglia - Gay.it

Roberto Bolle in vacanza con l’amato Daniel Lee e la sua famiglia

Culture - Redazione 11.7.24
Katy Perry

Katy Perry torna a lavorare con Dr. Luke per l’album “143” dopo le pesanti accuse di abusi. I fan: “Siamo delusi”

Musica - Emanuele Corbo 11.7.24

I nostri contenuti
sono diversi

Lovers 2024, ospiti Paolo Camilli, Annagaia Marchioro e Guglielmo Scilla. In anteprima Lil Nas X: Long Live Montero - Lil Nas X - Gay.it

Lovers 2024, ospiti Paolo Camilli, Annagaia Marchioro e Guglielmo Scilla. In anteprima Lil Nas X: Long Live Montero

Cinema - Redazione 19.3.24
calta pride, caltagirone pride 2024

CaltaPride 2024: il primo pride di Caltagirone, sabato 20 luglio

News - Redazione 29.5.24
brescia pride 2024, sabato 7 settembre

Brescia Pride 2024: sabato 7 settembre

News - Redazione 7.5.24
belluno pride 2024, sabato 13 luglio

Belluno Pride 2024: sabato 13 luglio

News - Redazione 25.3.24
marche pride 2024, sabato 22 giugno ad ancona

Marche Pride 2024: sabato 22 giugno ad Ancona

News - Redazione 6.3.24
modena pride 2024 intervista

Intervista a Modena Pride 2024: “I diritti o sono di tuttə o si chiamano privilegi”

News - Gio Arcuri 23.5.24
ragusa pride 2024, il 29 giugno

Ragusa Pride 2024: il 29 giugno

News - Redazione 22.1.24
human pride taranto, sabato 6 luglio

Human Pride Taranto: sabato 6 luglio

News - Redazione 8.5.24