Anche Treviso lascia la rete RE.A.DY. contro le discriminazioni

Il comune di Treviso: "Stop alla diffusione delle teorie gender, punteremo sulla famiglia".

treviso
2 min. di lettura

Il Comune di Treviso ha deciso di uscire dalla rete anti discriminazioni. La fantomatica teoria gender fa paura anche ai leghisti di Treviso, che amministrano la città veneta, e decidono di combatterla uscendo dalla rete READY e puntando invece sulla famiglia. Con una delibera, la giunta comunale ha definito così il recesso dalla Rete Nazionale delle Pubbliche Amministrazioni Anti Discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere. Così, dopo 5 anni dal suo avvio, la rete RE.A.DY non sarà più applicato del territorio della città trevigiana. In una nota, l’amministrazione ha voluto sottolineare che la decisione è stata presa in quanto la scuola e la famiglia sono già degli strumenti sufficienti per educare i bambini al rispetto. Altri corsi, eventi ed iniziative non saranno quindi autorizzati.

Francesca Tacca, presidente del coordinamento LGBT di Treviso, è delusa dall’amministrazione. “Il recesso dalla Rete RE.A.DY rappresenta per noi un passo indietro rispetto alle politiche di inclusione che l’Amministrazione Comunale ha potenzialità di attivare all’interno del territorio di competenza“. Ed esprime preoccupazione. “Non vorremmo fosse un primo segnale di esclusione che ci riporta a un tempo buio. Quando la nostra città si distingueva per invettive e intolleranza nei confronti dei trevigiani lgbt“.

Dura condanna dopo la decisione della giunta di Treviso

Francesca Tacca spiega anche che la rete RE.A.DY non ha mai ostacolato il Comune quando doveva approvare eventi dedicati alle famiglie, né è stato un grave peso per casse comunali. Anzi, Tacca afferma che avrebbero dovuto organizzare più iniziative per contrastare il bullismo omofobico e limitare gli episodi di discriminazioni avvenuto solo per il diverso orientamento sessuale. Anche per questo motivo, hanno richiesto un incontro con il sindaco, per presentare gli ultimi progetti messi a punto da offrire alla città di Treviso.

Accuse anche dalla politica. Michela Nieri, consigliera comunale PD, prevedeva un paso indietro della giunta sul tema delle discriminazioni, come d’altro canto hanno fatto gran parte delle amministrazioni di centro-destra. Secondo la Nieri, il recesso dalla rete “è un ulteriore tassello del muro che le destre stanno costruendo contro chi appartiene a gruppi sociali non convenzionali. E in questo momento storico, assume una valenza simbolica pericolosa“. Ricorda inoltre che l’adesione era totalmente gratuita. L’ex assessora LiananManfio, ora consigliera dem, aveva in un primo momento pensato che la scuola e la famiglia servissero per educare al rispetto delle diversità come affermato dall’amministrazione. Ma nel corso degli anni si era accorta che purtroppo non è così. Per questo motivo, sosteneva la rete e le sue iniziative. Infine, il consigliere Sefano Pelloni del PD accusa la giunta di voler abbattere tutto quello fatto dalla precedente amministrazione, “senza valutarne il merito“.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

stati-uniti-transfobia-omofobia-antisemitismo-e-suprematismo-bianco-dilagano-nelle-fila-del-partito-repubblicano (2)

Stati Uniti: transfobia, omofobia, antisemitismo e suprematismo bianco dilagano nel Partito Repubblicano

News - Francesca Di Feo 1.3.24
@samsmith

Sam Smith è lə modellə punk che non ti aspettavi

Culture - Redazione Milano 4.3.24
Rooy Charlie Lana

Vergognarsi e spogliarsi lo stesso: intervista con Rooy Charlie Lana, tra desiderio e non binarismo

Culture - Riccardo Conte 29.2.24
I film LGBTQIA+ della settimana 4 marzo/10 marzo tra tv generalista e streaming - Film queer - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 4 marzo/10 marzo tra tv generalista e streaming

Culture - Federico Boni 4.3.24
Douglas Carolo (foto TikTok di Carolo), Michele Caglioni (foto Instagram Caglioni), Andrea Bossi (foto TikTok)

Cosa c’era nel cellulare di Andrea Bossi, e peché Douglas Carolo e Michele Caglioni l’avrebbero distrutto?

News - Redazione Milano 4.3.24
Grecia, si è sposata la prima coppia gay. Ed è boom matrimoniale turistico in stile Mamma Mia! - Grecia Mamma Mia - Gay.it

Grecia, si è sposata la prima coppia gay. Ed è boom matrimoniale turistico in stile Mamma Mia!

News - Redazione 4.3.24

Leggere fa bene

"Non vogliamo lesbiche in squadra": la furia dei conservatori turchi non scalfisce la pallavolista Ebrar Karakurt - ebrar karakurt turchia omofobia - Gay.it

“Non vogliamo lesbiche in squadra”: la furia dei conservatori turchi non scalfisce la pallavolista Ebrar Karakurt

Corpi - Francesca Di Feo 23.9.23
Pasquale Ciano, aggressione omofoba a Sitges: "Ho rischiato di perdere l'occhio" - Pasquale Ciano 2 - Gay.it

Pasquale Ciano, aggressione omofoba a Sitges: “Ho rischiato di perdere l’occhio”

News - Redazione 13.12.23
grassina bullismo omofobia

Firenze, lo insultano e gli lanciano una bottiglia perché gay

News - Lorenzo Ottanelli 6.9.23
gabriele suicidio 13 anni palloncini bianchi

Addio Gabriele, ucciso a 13 anni dal bullismo di Stato

News - Redazione Milano 14.11.23
russia-insegnante-propaganda-lgbtqia

Russia, insegnante si veste da Biancaneve e viene accusato di propaganda LGBTQIA+

News - Francesca Di Feo 28.12.23
La Cassazione rigetta il ricorso di Pillon. Definitiva la condanna per diffamazione ai danni di un'associazione LGBTQIA+ - Simone Pillon - Gay.it

La Cassazione rigetta il ricorso di Pillon. Definitiva la condanna per diffamazione ai danni di un’associazione LGBTQIA+

News - Redazione 23.11.23
Il generale Vannacci: "Se mia figlia fosse lesbica cercherei di indirizzarla verso l'eterosessualità" - roberto vannacci rete 4 - Gay.it

Il generale Vannacci: “Se mia figlia fosse lesbica cercherei di indirizzarla verso l’eterosessualità”

News - Redazione 4.10.23
giugno 2021

Trento, violenza omofoba. Due giovani aggrediti e minacciati con un coltello

News - Redazione 3.11.23