Video

Vi piacerebbe essere Sam Smith

La star danza con corsetto e cosce all'aria, sfoggiando tutto l'orgoglio di chi non ha più bisogno di fornire giustificazioni.

ascolta:
0:00
-
0:00
2 min. di lettura

A volte vorrei svegliarmi e uscire di casa con addosso solo con due stelline sui capezzoli.

Nei fatti non posso farcela, perché fa freddo e mi sento sempre mille volte a mio agio con il cardigan infeltrito di nonna. Non c’è niente di male e vado bene pure così, però guardando il nuovo video di Sam Smith, I’m not here to make Friends, avrei troppa voglia di togliermi i vestiti e unirmi alla festa.

Il coming out dell’artista è stato – come tutti i processi troppo delicati e personali per essere snocciolati con tre paroline in croce – una graduale uscita dal bozzolo: apertamente non binary dal 2019, nel video Smith si spoglia (letteralmente) di ogni insicurezza, troppo impegnatə ad essere chi vuole per prestare attenzione al proprio genere o quanto pesa.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da SAM SMITH (@samsmith)

Al contrario, il suo corpo si dà alla pazza gioia senza chiedere il permesso a nessuno: lə vediamo avvoltə in un chilometrico mantello di oleandri fucsia, dondolarsi su un lampadario ingioiellato, danzare con corsetto e cosce all’aria, sfoggiando tutto l’orgoglio di chi non ha bisogno di chiarire come e perché.

È un video anche dozzinale, sopra le righe, e allegramente volgare con Smith che si fa schizzare addosso pissing di champagne. Roba che i conservatori hanno cominciato a correre nella gabbia come criceti impazziti, accusando la degenerazione delle politiche liberali e chiedendo l’intervento della corte inglese.

Se lo spauracchio dei bigotti era più che prevedibile, peggio ancora è l’accoglienza della comunità stessa: su Twitter, tempio del parere di pancia più superficiale e qualunquista, Smith è statə ancora una volta ridicolizzatə e presə in giro, come se stessimo assistendo all’abominio sceso in Terra.

Poco importa che fino all’altro ieri stavamo dietro l’Harry Styles di turno e che siamo cresciuti guardando Miley Cyrus che lecca martelli: quando a farlo è persona queer con un corpo che non ci piace andiamo in cortocircuito.

Perché vorremmo farlo anche noi e non abbiamo il coraggio? Perché siamo statə abituatə troppo male? O perché, la comunità LGBTQIA+ (in particolare quei maschi gay con il six pack e sindrome di Regina George) ha introiettato gli stessi retaggi della cultura dominante, prendendosi anche la libertà di essere una merda?

Qualcuno si giustificherà dicendo che almeno Christina Aguilera faceva musica bella ma forse un giorno capiremo che non tutto deve essere per forza bello o brutto (due parole troppo variabili e inutili per renderle verità universali) e che spesso quello che piace o meno a noi non è davvero rilevante alla conversazione.

In un panorama mediatico dove i corpi non conformi devono attenersi a standard di bellezza canonici, oppure adattarsi ad una narrazione pietistica che li vuole per sempre in lacrime, Sam Smith nel frattempo se la spassa sui trampoli, tra collane di perle e fusti in calzamaglia, o indossando slip leopardati in barca a vela.

Non vuole essere elegante, accomodante, o indossare l’outfit che ritenete più adatto al suo fisico. Mentre vi disgustate per l’assenza di buon gusto, Sam Smith pensa solo a divertirsi.

Leggi anche: Body shaming su Sam Smith, ecco cosa è successo e perché siamo così indietro

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Angelina Mango è pronta per l'Eurovision Song Contest che si terrà a maggio in Svezia

Perché Angelina Mango può vincere Eurovision 2024

Musica - Emanuele Corbo 11.4.24
Papa Francesco Dignitas Infinita - Chiesa Cattolica - Vaticano

Il documento del Vaticano che mette l’intera comunità LGBTI ai margini: teoria gender, surrogata, bambini e altre mistificazioni reazionarie

Culture - Giuliano Federico 8.4.24
Pietro Fanelli, Isola dei Famosi 2024

Pietro Fanelli, chi è il naufrago dell’Isola dei Famosi 2024?

Culture - Luca Diana 10.4.24
Coming out di massa di calciatori in Germania? Bundesliga pronta a scendere in campo contro l’omobitransfobia - Bayer Leverkusen - Gay.it

Coming out di massa di calciatori in Germania? Bundesliga pronta a scendere in campo contro l’omobitransfobia

Corpi - Redazione 11.4.24
GialappaShow, Gigi è Mahmood con i ballerini cileni (VIDEO) - Gigi e Mahmood - Gay.it

GialappaShow, Gigi è Mahmood con i ballerini cileni (VIDEO)

Culture - Redazione 11.4.24
Marco Mengoni per un noto brand di gioielli

Marco Mengoni è un gioiello, ma la verità è che tutti guardano un’altra cosa

Musica - Emanuele Corbo 10.4.24

Continua a leggere

@ludovicadesantis_pht

Any Other e il diritto di ricordare, l’intervista

Musica - Riccardo Conte 31.1.24
Damiano Gavino Gay it Nuovo Olimpo Un Professore

Damiano Gavino corteggiato da “maschi e femmine”

Cinema - Francesca Di Feo 26.10.23
Eurovision 2024, l'artista non binario Nemo rappresenta la Svizzera con il brano manifesto The Code (VIDEO) - Nemo allEurovision 2024 - Gay.it

Eurovision 2024, l’artista non binario Nemo rappresenta la Svizzera con il brano manifesto The Code (VIDEO)

Culture - Federico Boni 29.2.24
performativita-omosessuale-donne-etero

Performatività omosessuale: perché due donne etero dovrebbero baciarsi?

News - Francesca Di Feo 30.11.23
Trace Lysette in MONICA (2022)

Independent Spirit Awards 2023, pioggia di nomination LGBTQIA+. Trace Lysette candidata come miglior attrice

Cinema - Redazione Milano 6.12.23
damiano gavino gay it domanda etero gay

Damiano Gavino risponde sul proprio orientamento affettivo e dà una lezione ai furbetti dei click

Cinema - Mandalina Di Biase 1.11.23
@bellaramsey

Bella Ramsey presta il volto alla linea di moda per persone non binarie

Culture - Redazione Milano 8.11.23
I SAW THE TV GLOW (2024)

I Saw The Tv Glow: guarda il trailer dell’attesissimo film horror trans* – VIDEO

Cinema - Redazione Milano 29.2.24