Padova, ragazzi etero presi a pugni e ricoperti di insulti omofobi perché scambiati per una coppia gay

Una chiara aggressione omofoba, anche se ha coinvolto due ragazzi etero. Perché il movente è sempre l'omofobia.

aggressione omofoba roma padova pesaro
Ennesima aggressione omofoba.
3 min. di lettura

Le vittime dell’ultima aggressione omofoba di Padova sono due ragazzi di 23 e 24 anni. Luogo dell’episodio, Piazza Duomo, posizione rinomata della città e già teatro di un fatto simile. Da quanto si apprende dal Mattino di Padova, erano all’incirca le 3:30 di notte quando uno dei due ragazzi per scherzare prende in braccio l’altro, e per quel gesto una persona di passaggio grida “Fr*ci di m*rda“.

Poi, quest’uomo si avvicina, iniziando a colpirli assieme a due amici. Lesioni lievi per una delle vittima, frattura della mandibola per l’altra. Il ragazzo ferito è stato trasportato d’urgenza in ospedale, dove è stato sottoposto a un intervento chirurgico.

Il racconto di una delle vittime dell’aggressione di Padova

Il ragazzo che se l’è cavata con qualche botta, ha spiegato:

Stavamo sul muretto a chiacchierare e ho deciso a rientrare a casa, prima è sceso il mio amico che scherzando mi ha preso in braccio per tirarmi giù. Poco lontano passava un giovane, probabilmente nordafricano, che ci ha urlato quell’insulto. Noi senza nemmeno guardarlo, parlando quasi fra di noi, l’abbiamo mandato a quel paese e ci siamo incamminati. Lui però si è girato e ci è venuto incontro con aria minacciosa.

Ed è qui che è iniziata l’aggressione:

Ha puntato subito il mio amico a cui ha sferrato un pugno dritto in faccia. Subito dopo sono arrivati altri due ragazzi, sempre nordafricani. Uno ha colpito anche me, allontanandomi, e poi si sono accaniti sul mio amico. Io urlavo ma non c’era nessuno in giro, salvo alcuni ragazzetti dall’altra parte della piazza che però non hanno fatto nulla anche perché gli altri urlavano minacce.

Il mio amico è caduto, ma non hanno smesso di picchiarlo, anzi, ne hanno approfittato per colpirlo anche con i calci mentre era a terra. Si sono fermati solo quando ho urlato che stavo chiamando la polizia e quindi si sono allontanati di corsa e io ho potuto soccorrere il mio amico.

Il ragazzo continua:

È stato portato in ospedale: aveva la mandibola rotta e si vedeva l’osso fuori posto. È stato picchiato con tanta violenza. Anch’io ho riportato delle ferite, ma fortunatamente più leggere: mi hanno medicato al Pronto soccorso. Ho il volto tumefatto e fatico ancora a parlare. Il mio amico è stato operato alla mandibola e resterà ancora in ospedale.

È da puntualizzare che abbiamo parlato di un’aggressione omofoba. Non è proprio così. I due ragazzi, infatti, sono solo semplici amici.  Questa può essere una scusante? Assolutamente no. Perché alla base del base c’è l’omofobia. Gli aggressori hanno classificato i due amici come una coppia gay, come conferma l’iniziale insulto ricevuto. Anche le successive botte, l’aggressione 3 contro 1, era focalizzata sul fatto che lo studente a terra fosse gay, e nella loro testa poteva essere preso a calci e pugni, senza ripercussioni.

Gay o meno, si tratta sempre di un’aggressione omofoba

Come già scritto, il fatto che i due studenti fossero eterosessuali non è un motivo valido per non considerare questa come un’aggressione di matrice omofoba. Lo conferma lo stesso ragazzo:

Sicuramente si è trattato di un’aggressione omofoba, almeno nella testa di quei ragazzi. L’offesa che ci hanno indirizzato era chiara. Noi non abbiamo reagito, continuavamo a ripetere che non volevamo problemi e che ce ne stavamo andando. Ma è stato inutile. 

Ci passiamo (a Piazza Duomo) perché di solito stiamo in piazza dei Signori che è lì vicino. Ho sentito che ci sono state delle risse nelle scorse settimane ma francamente non avevamo alcun motivo per preoccuparci.

C’è un’aggressività accentuata, latente, e basta poco perché esploda» conferma, «lo si percepisce in maniera evidente, al di là di quanto accaduto a noi l’altra sera che è sicuramente un caso limite. Però, sì, c’è un clima ostico, e sembra che basti una qualsiasi scusa per scatenare la rabbia nelle persone.

Lo studente ha fatto un’identikit degli aggressori e la Polizia è già al lavoro per rintracciare i responsabili.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Franzc Dereck 22.6.21 - 15:11

La tattica militare del "carciofo" : impadronirsi piazza dopo piazza , via dopo via e poi succederà come nelle " banlieu " francesi od in alcuni quartieri Londinesi dove vige la Shaharia e la polizia non osa entrare!

Trending

Federico Fashion Style vittima di omofobia in treno. Calci e pugni al grido "fr*cio di merd*" - Federico Fashion Style - Gay.it

Federico Fashion Style vittima di omofobia in treno. Calci e pugni al grido “fr*cio di merd*”

News - Redazione 19.4.24
Sandokan, c'è anche Samuele Segreto nella serie Rai con Can Yaman, Ed Westwick e Alessandro Preziosi - Sandokan - Gay.it

Sandokan, c’è anche Samuele Segreto nella serie Rai con Can Yaman, Ed Westwick e Alessandro Preziosi

Serie Tv - Redazione 18.4.24
free willy, locali gay amsterdam

“Free Willy”, il nuovo locale queer ad Amsterdam dedicato agli amanti del nudismo

News - Redazione 19.4.24
Challengers Guadagnino Josh O Connor Mike Faist Zendaya

Challengers, lo sceneggiatore Justin Kuritzkes: “Il tennis è davvero omoerotico”

Cinema - Mandalina Di Biase 15.4.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri - Specchio specchio delle mie brame la sexy gallery social vip - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri

Culture - Redazione 16.4.24
Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino - TIRE TOWN STILLS PULL 230607 002 RC - Gay.it

Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino

Cinema - Federico Boni 12.4.24

Hai già letto
queste storie?

100 giorni di esternazioni omobitransfobiche di Roberto Vannacci, da generale a Capo di Stato maggiore - roberto vannacci - Gay.it

100 giorni di esternazioni omobitransfobiche di Roberto Vannacci, da generale a Capo di Stato maggiore

News - Redazione 7.12.23
Martano, omofobia ai danni della drag queen Tekemaya: "Mi veniva da piangere e mi son sentita male" - Tekemaya - Gay.it

Martano, omofobia ai danni della drag queen Tekemaya: “Mi veniva da piangere e mi son sentita male”

News - Redazione 6.12.23
Pro Vita, un 2023 segnato dall'ossessione gender. Ripercorriamo 12 mesi di attacchi alla comunità LGBTQIA+ - 22I Figli non si comprano22 i manifesti di Pro Vita contro la GPA invadono le citta dItalia - Gay.it

Pro Vita, un 2023 segnato dall’ossessione gender. Ripercorriamo 12 mesi di attacchi alla comunità LGBTQIA+

News - Federico Boni 6.12.23
milano-aggressione-baby-gang-in-diciannove

“Sei trans? Sei gay? Vergognati” a Milano minacce armate e insulti da una baby gang di 19 elementi

News - Francesca Di Feo 22.11.23
sondrio-manifesti-provita

Sondrio, anche qui spuntano i manifesti ProVita: “Basta confondere l’identità sessuale dei bambini”

News - Francesca Di Feo 11.12.23
Cesena, Forza Nuova affisse manifesti funebri per le unioni civili. Mirco Ottaviani assolto dalla Corte d'Appello - Cesena Forza Nuova 1 - Gay.it

Cesena, Forza Nuova affisse manifesti funebri per le unioni civili. Mirco Ottaviani assolto dalla Corte d’Appello

News - Redazione 21.3.24
Perugia, in otto a processo per insulti omofobi sui social: “Odiare costa!” - Perugia Pride 2019 - Gay.it

Perugia, in otto a processo per insulti omofobi sui social: “Odiare costa!”

News - Redazione 26.1.24
grecia-matrimonio-egualitario-proteste

Grecia nel caos omobitransfobico. Weekend di terrore, in 200 aggrediscono coppia trans. Minacce a Kasselakis

News - Federico Boni 12.3.24