Cecenia: arrestati più di 100 omosessuali, alcuni uccisi

di

Per gli arresti usate le app gay.

CONDIVIDI
608 Condivisioni Facebook 608 Twitter Google WhatsApp
17645 4

A riportare la notizia è la Novaya Gazeta russa, una fonte è attendibile: le autorità cecene avrebbero fermato più di 100 uomini “sospettati di omosessualità” mentre, durante il raid 3 persone sarebbero rimaste uccise. La testata ha citato fonti interne alla polizia e alle autorità cecene, non fornendo dettagli ulteriori.

Nella repubblica di Cecenia è stato dato l’ordine per una “retata profilattica” e, in alcuni casi, si è arrivati fino all’omicidio”, ha scritto il giornale. La notizia è stata smentita dal portavoce del governatore ceceno Ramzan Kadryov che ha aggiunto che nella regione – a maggioranza musulmana – non vi sono uomini omosessuali. Aggiungendo: “È impossibile che nei loro confronti sia in corso una persecuzione. Se questo tipo di persone esistessero la polizia non avrebbe bisogno di occuparsene perché ci avrebbero già pensato i loro parenti a mandarli là dove non possano più ritornare“.

Secondo Ekaterina Sokiryanskaya dell’Ong filantropica International Crisis Group ha confermato al New York Times che la notizia della retata le sarebbe giunta “da troppe fonti per non essere vera”. Sempre secondo Novaya Gazeta, le autorità avrebbero individuato le persone da arrestare infiltrandosi nelle app di appuntamenti gay: “Naturalmente, nessuna di queste persone ha mai, in alcun modo, mostrato pubblicamente il proprio orientamento sessuale: nel Caucaso, questo equivale ad una sentenza di morte“.

Leggi   Erba, chiede silenzio in piscina e viene aggredito: 'brutto froi*o di merda, quelli come te vanno pestati a sangue'
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...