Cecenia, torture alle persone LGBTQIA+, Russia condannata dalla Corte europea diritti umani

Il caso di Maxim Lapunov, l'unico sopravvissuto alla feroce purga del 2017 contro persone LGBTQIA+.

ascolta:
0:00
-
0:00
cedu cecenia Maxim Lapunov
cedu cecenia Maxim Lapunov
3 min. di lettura

La Corte europea dei diritti umani (CEDU) ha emesso una sentenza a proposito del caso di Maxim Lapunov, l’unico sopravvissuto alla feroce purga verso le persone LGBTQIA+ del 2017 in Cecenia, che ha osato cercare giustizia per le torture subite per mano delle forze dell’ordine locali. Gay.it già nel 2017 vi aveva raccontato come Maxim si fosse esposto, denunciando il pericolo che le torture venissero estese ulteriormente.

Siberiano, Lapunov era andato in Cecenia per lavoro e ha assistito alla sconvolgente situazione delle persone omosessuali, prese di mira dai propri parenti, con le famiglie stigmatizzate per la colpa di avere al proprio interno un membro omosessuale.

Durante la nota conferenza stampa, Lapunov parlò dei suoi aguzzini:“

“Ogni dieci o quindici minuti mi urlavano che ero gay e che mi avrebbero ucciso. Quando cadevo mi ritiravano su e mi colpivano nuovamente. Se permettiamo che ciò avvenga (in Cecenia ndr), non sapremo mai chi sarà il prossimo figlio o figlia a essere preso”

Lapunov ha portato il suo caso davanti alla Corte europea nel maggio 2019. L’uomo aveva provato a collaborare con gli investigatori russi, grazie anche al supporto legale di un comitato russo che lotta contro le torture (oggi silenziato da Putin). Ma, contando sul fatto che nessuna vittima sarebbe stata disposta a testimoniare, perché intimorita dal regime, nel 2019 la Russia decise di non indagare sulle purghe ai danni delle persone omosessuali in Cecenia. Neanche dopo la testimonianza di Lapunov. Nonostante la Russia di Putin abbia ripetutamente negato anche davanti all’ONU le torture in Cecenia, la Corte ha stabilito che Lapunov è stato “detenuto e sottoposto a maltrattamenti da parte di agenti statali“, che “costituivano tortura” e che sono stati perpetrati “esclusivamente a causa del suo orientamento sessuale“.

 

cecenia-lgbt

In Cecenia, la persecuzione verso le persone LGBTQIA+ è un protocollo istituzionale: i video shock

Il rapporto tra la Russia di Putin e la Cecenia è complesso. La Cecenia è una repubblica federale russa, ma gode di un alto grado di autonomia. Putin ha sostenuto il leader ceceno Ramzan Kadyrov, che mantiene un forte controllo interno. Fu Kadyrov ad aprire un campo di concentramento per omosessuali. Da quando Putin ha palesato il suo intento di estendere il dominio russo sull’Europa, Kadyrov è diventato un alleato ancora più prezioso.

Ramza Kadyrov il feroce leader della Cecenia
Ramza Kadyrov il feroce leader della Cecenia – tutte le notizie >

La persecuzione LGBTQ+ in Cecenia è emersa pubblicamente nell’aprile del 2017, quando sono stati riportati i primi casi di detenzione e tortura di persone LGBTQ+ in quella regione. Ma le violenze potrebbero essere iniziate anche prima. Le vittime hanno riferito di essere state detenute, picchiate e torturate da funzionari ceceni a causa del loro orientazione sessuale o identità di genere.

Di seguito alcune notizie riportate negli anni da Gay.it sul “Caso Cecenia“:

Cecenia, la storia di Salman: deportato e massacrato per presunta omosessualità

Russia, attacco alle organizzazioni che aiutano le persone LGBT a scappare dalla Cecenia

In Cecenia, la persecuzione verso le persone LGBTQIA+ è un protocollo istituzionale: i video shock

Cecenia, parlano 4 vittime sopravvissute all’omocausto: “torturati, stuprati, umiliati”

 

Il report di Tanya Lokshina di Human Rights Watch >

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Lorenzo Zurzolo Prisma La Storia

Lorenzo Zurzolo tra James Franco ne “Gli Squali”, e Martin Scorsese nel film di Julian Schnabel “La mano di Dante”

Cinema - Mandalina Di Biase 12.7.24
Mahmood Ra Ta Ta

Mahmood vola a Orosei e balla con i cugini il nuovo singolo “Ra Ta Ta” – video

Musica - Luca Diana 15.7.24
Queer Lion, tutti i vincitori del Leone LGBTQIA+ aspettando Venezia 2024 - queer lion story - Gay.it

Queer Lion, tutti i vincitori del Leone LGBTQIA+ aspettando Venezia 2024

Cinema - Federico Boni 12.7.24
Shannen Doherty Addio

Addio Shannen Doherty, sempre al fianco dei fragili, in bilico tra forza e vulnerabilità

Serie Tv - Mandalina Di Biase 15.7.24
Queer Lion, tutti i vincitori del Leone LGBTQIA+ aspettando Venezia 2024 - queer lion story - Gay.it

Queer Lion, tutti i vincitori del Leone LGBTQIA+ aspettando Venezia 2024

Cinema - Federico Boni 12.7.24
Gabriel Attal Jordan Bardella Gay.it TikTok

È virale la storia d’amore tra Jordan Bardella e Gabriel Attal inventata su TikTok durante le elezioni in Francia

Culture - Mandalina Di Biase 12.7.24

I nostri contenuti
sono diversi

Russia LGBT - terapia riparativa

Russia: “curare le persone LGBTI”, smascherati 12 enti che operano indisturbati tra abusi fisici, sessuali e psicologici

Corpi - Francesca Di Feo 5.3.24
Armenia LGBT

Cos’è la Gayropa: “Quasi tutti gli Europei sono gay, noi no!”, così parlano i giovani in Armenia

News - Redazione Milano 8.5.24
Russia elezioni 2024 Cecenia Vladimir Putin Ramzan Kadyrov

Russia, la Cecenia dell’omocausto ha dato a Putin un plebiscito mai visto

News - Francesca Di Feo 18.3.24
Russia, banditi i primi "libri LGBT". Vietati Michael Cunningham, James Baldwin e Vladimir Sorokin - vladimir putin 1 - Gay.it

Russia, banditi i primi “libri LGBT”. Vietati Michael Cunningham, James Baldwin e Vladimir Sorokin

News - Redazione 7.5.24
Brittney Griner, dalla prigione russa al primo figlio con sua moglie Cherelle. Il dolce annuncio social - Brittney - Gay.it

Brittney Griner, dalla prigione russa al primo figlio con sua moglie Cherelle. Il dolce annuncio social

News - Redazione 18.4.24
georgia-legge-anti-lgbt

La Georgia si allontana dall’UE con una nuova legge anti LGBTI+ che piace a Putin

News - Francesca Di Feo 8.7.24
russia-manifestazione-all-out-roma

Russia, manifestazione globale di All Out il 16 marzo contro la persecuzione sistematica della comunità LGBTQIA+

News - Francesca Di Feo 13.3.24
Russia LGBTI donna arrestata per orecchini rainbow

Russia: iniziano gli arresti alle persone LGBTI+, una donna incriminata per gli orecchini arcobaleno

News - Francesca Di Feo 2.2.24