Cecenia, torture alle persone LGBTQIA+, Russia condannata dalla Corte europea diritti umani

Il caso di Maxim Lapunov, l'unico sopravvissuto alla feroce purga del 2017 contro persone LGBTQIA+.

ascolta:
0:00
-
0:00
cedu cecenia Maxim Lapunov
cedu cecenia Maxim Lapunov
3 min. di lettura

La Corte europea dei diritti umani (CEDU) ha emesso una sentenza a proposito del caso di Maxim Lapunov, l’unico sopravvissuto alla feroce purga verso le persone LGBTQIA+ del 2017 in Cecenia, che ha osato cercare giustizia per le torture subite per mano delle forze dell’ordine locali. Gay.it già nel 2017 vi aveva raccontato come Maxim si fosse esposto, denunciando il pericolo che le torture venissero estese ulteriormente.

Siberiano, Lapunov era andato in Cecenia per lavoro e ha assistito alla sconvolgente situazione delle persone omosessuali, prese di mira dai propri parenti, con le famiglie stigmatizzate per la colpa di avere al proprio interno un membro omosessuale.

Durante la nota conferenza stampa, Lapunov parlò dei suoi aguzzini:“

“Ogni dieci o quindici minuti mi urlavano che ero gay e che mi avrebbero ucciso. Quando cadevo mi ritiravano su e mi colpivano nuovamente. Se permettiamo che ciò avvenga (in Cecenia ndr), non sapremo mai chi sarà il prossimo figlio o figlia a essere preso”

Lapunov ha portato il suo caso davanti alla Corte europea nel maggio 2019. L’uomo aveva provato a collaborare con gli investigatori russi, grazie anche al supporto legale di un comitato russo che lotta contro le torture (oggi silenziato da Putin). Ma, contando sul fatto che nessuna vittima sarebbe stata disposta a testimoniare, perché intimorita dal regime, nel 2019 la Russia decise di non indagare sulle purghe ai danni delle persone omosessuali in Cecenia. Neanche dopo la testimonianza di Lapunov. Nonostante la Russia di Putin abbia ripetutamente negato anche davanti all’ONU le torture in Cecenia, la Corte ha stabilito che Lapunov è stato “detenuto e sottoposto a maltrattamenti da parte di agenti statali“, che “costituivano tortura” e che sono stati perpetrati “esclusivamente a causa del suo orientamento sessuale“.

 

cecenia-lgbt

In Cecenia, la persecuzione verso le persone LGBTQIA+ è un protocollo istituzionale: i video shock

Il rapporto tra la Russia di Putin e la Cecenia è complesso. La Cecenia è una repubblica federale russa, ma gode di un alto grado di autonomia. Putin ha sostenuto il leader ceceno Ramzan Kadyrov, che mantiene un forte controllo interno. Fu Kadyrov ad aprire un campo di concentramento per omosessuali. Da quando Putin ha palesato il suo intento di estendere il dominio russo sull’Europa, Kadyrov è diventato un alleato ancora più prezioso.

Ramza Kadyrov il feroce leader della Cecenia
Ramza Kadyrov il feroce leader della Cecenia – tutte le notizie >

La persecuzione LGBTQ+ in Cecenia è emersa pubblicamente nell’aprile del 2017, quando sono stati riportati i primi casi di detenzione e tortura di persone LGBTQ+ in quella regione. Ma le violenze potrebbero essere iniziate anche prima. Le vittime hanno riferito di essere state detenute, picchiate e torturate da funzionari ceceni a causa del loro orientazione sessuale o identità di genere.

Di seguito alcune notizie riportate negli anni da Gay.it sul “Caso Cecenia“:

Cecenia, la storia di Salman: deportato e massacrato per presunta omosessualità

Russia, attacco alle organizzazioni che aiutano le persone LGBT a scappare dalla Cecenia

In Cecenia, la persecuzione verso le persone LGBTQIA+ è un protocollo istituzionale: i video shock

Cecenia, parlano 4 vittime sopravvissute all’omocausto: “torturati, stuprati, umiliati”

 

Il report di Tanya Lokshina di Human Rights Watch >

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino - TIRE TOWN STILLS PULL 230607 002 RC - Gay.it

Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino

Cinema - Federico Boni 12.4.24
Amadeus, Sanremo Giovani 2023

Sanremo verso Mediaset, Amadeus in onda sul NOVE già a fine agosto con tre programmi

Culture - Mandalina Di Biase 18.4.24
Svezia transizione 16 anni transgender

Svolta storica anche in Svezia, l’età per la transizione si abbassa a 16 anni, approvata la legge sull’autodeterminazione

News - Francesca Di Feo 18.4.24
Marco Mengoni insieme a Fra Quintale e Gemitaiz canta "Un fuoco di paglia" di Mace, nell'album MAYA. Nel ritornello, Marco si rivolge ad un amore con una desinenza di genere maschile.

Marco Mengoni, una strofa d’amore a un uomo

Musica - Mandalina Di Biase 19.4.24
La Rappresentante di Lista, "Paradiso" è il nuovo singolo

La Rappresentante di Lista ci porta in “Paradiso” con il nuovo singolo. Ascolta l’anteprima

Musica - Emanuele Corbo 16.4.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri - Specchio specchio delle mie brame la sexy gallery social vip - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri

Culture - Redazione 16.4.24

Continua a leggere

Russia, l'app Duolingo sotto indagine per "propaganda LGBTQIA+" - Russia lapp Dualingo - Gay.it

Russia, l’app Duolingo sotto indagine per “propaganda LGBTQIA+”

News - Redazione 13.2.24
Russia elezioni 2024 Cecenia Vladimir Putin Ramzan Kadyrov

Russia, la Cecenia dell’omocausto ha dato a Putin un plebiscito mai visto

News - Francesca Di Feo 18.3.24
Milano, presidio al Consolato russo a sostegno della comunità LGBTQIA+ russa - Milano presidio al Consolato russo in solidarieta della comunita LGBTQIA russa - Gay.it

Milano, presidio al Consolato russo a sostegno della comunità LGBTQIA+ russa

News - Redazione 14.12.23
bielorussia-omosessualita-pedofilia-zoofilia

La Bielorussia paragona le identità LGBTQIA+ a pedofili e zoofili: saranno punibili col carcere duro

News - Francesca Di Feo 12.4.24
cecenia-salekh-ismail-all-out

Cecenia, persecuzioni LGBTIQ+: Salekh e Ismail sono ancora in carcere dal 2021

News - Francesca Di Feo 14.11.23
Rizvan Dadayev, dopo mesi di torture un ragazzo gay ceceno è finalmente riuscito a lasciare la Russia - Rizvan Dadayev - Gay.it

Rizvan Dadayev, dopo mesi di torture un ragazzo gay ceceno è finalmente riuscito a lasciare la Russia

News - Redazione 23.1.24
Russia, arrestate due donne per un bacio e costrette alle scuse pubbliche: “Nuocete alla psiche dei minori” - Russia arrestate due donne per un bacio social e costrette alle scuse pubbliche - Gay.it

Russia, arrestate due donne per un bacio e costrette alle scuse pubbliche: “Nuocete alla psiche dei minori”

News - Redazione 19.2.24
Associazioni LGBTQIA+ italiane in piazza per dire basta alla criminalizzazione degli attivisti russi - sit in Russia 8 - Gay.it

Associazioni LGBTQIA+ italiane in piazza per dire basta alla criminalizzazione degli attivisti russi

News - Redazione 11.1.24