“Chiedimi se” il documentario che racconta due mamme lesbiche

Nel piccolo documentario scopriamo la storia di Mary e Francy, attraverso le parole della figlia (e regista) Margherita.

"Chiedimi se" il documentario su due mamme lesbiche
Chiedimi se è il documentario di Margherita Fiengo Pardi che racconta la storia della sua famiglia e soprattutto delle sue due mamme
3 min. di lettura

Ho due mamme, è fico.” esordisce una piccola Margherita all’inizio del suo documentario.

Il corto si intitola “Chiedimi se..” e racconta in sedici teneri minuti la sua famiglia, composta da lei, i fratelli Toto, Jo, e Asti, e le due mamme Francy e Mary.

Margherita, figlia e regista, ripercorre la storia d’amore di Francy e Mary ancora prima che nascesse: nel 1989, al Sottomarino Giallo, discoteca gay di Milano, frequentata dalle lesbiche dell’epoca.

Si incontravano tra tutti i loro giri di amiche, e talvolta si fidanzavano tra di loro“, racconta Margherita. Francesca era fidanzata all’epoca, ma non potè fare a meno di notare Mary, o anche “la ragazza dagli occhi di ghiaccio“.

"Chiedimi se" il documentario che racconta due mamme lesbiche
Vedi si amano? Ho due mamme, è fico” dichiara una piccola Margherita all’inizio del film.

 

Nel 1989 appartenenere all’altra sponda non era proprio una passeggiata di salute: al tempo era praticamente impossibile che due donne potessero avere una relazione seria e mettere su una famiglia.

Le due si rincontreranno qualche anno dopo a Parigi, entrambe single.
Mary chiede di uscire a Francy, o forse è Francy che lo chiede a Mary: “Ognuna racconta una versione diversa”.
Così, scoppia la scintilla.

Dopo otto viaggi ad Amsterdam e otto tentativi, nasce “una bimbetta iperattiva e molto più bionda degli altri bambini italiani” di nome Margherita. Nel 2002 nasceranno anche Jo e Rasti, e siccome Mary e Francy di figli ne avrebbero voluti quattro, nel 2006 arriva anche Toto.

Mary e Francy si sposeranno a Barcellona, celebrando il loro nido d’amore.

Tuttavia, Mary e Francy devono fronteggiare tutta l’omobitransfobia del nostro paese:  i presunti diritti dei bambini, essere considerate contronatura, la pretesa di una famiglia “naturale” infarcita dal solito commentario spicciolo di una certa classe politica.

Avversità incluse, la loro famiglia, insieme a tante altre, vive tutto alla luce del sole, rispondendo apertamente a qualunque accusa, senza la minima intenzione di piegarsi ad un sistema giuridico che si rifiuta di riconoscerle :”Che si mettessero gli occhiali” ribattono a chi dice che le famiglie arcobaleno non esistono.

Il titolo del documentario nasce proprio in seguito ad una delle tante dichiarazioni omobitransfobiche che Margherita ha sentito alla tv quando aveva tredici anni: “Chi meglio di me può spiegare cosa vuol dire avere genitori omosessuali?” dice oggi Margherita Fiengo Pardi alla Stampa. A chi dichiara che è meglio non essere mai nati piuttosto che avere due mamme, risponde: “Chiedilo a me, chiedimi se è davvero così, volevo dire allora – oggi lo posso dire meglio, e l’ho detto con le immagini, e con quel titolo“.

"Chiedimi se" il documentario su due mamme lesbiche
L’idea di intitolare così il video che racconta la storia della mia famiglia mi è venuta quando avevo tredici anni – adesso ne ho diciannove. Non riesco a ricordarmi precisamente chi fosse e dove fosse, ma sicuramente si trattava di un personaggio pubblico che era andato in televisione a dire che per i figli di due donne o di due uomini sarebbe stato meglio non essere mai nati. Chiedilo a me, chiedimi se è davvero così, volevo dire allora – e lo dissi, ma a mia madre.” racconta Margherita alla Stampa

 

Negli ultimi minuti il voice-over inizia ad elencare tutta una serie di scenari ipoteticamente peggiori dell’avere due genitori omosessuali – dalla guerra al patire la fame, dall’avere dei genitori tossicodipendenti all’essere orfani o lavorare per mantenere la propria famiglia – e nonostante le buone intenzioni scade in una retorica un po’ paternalista e approssimativa, rischiando di appiattire un messaggio commovente e forte come quello iniziale. 

Ingenuità a parte, il documentario riesce a scaldare cuore e anima.
È una piccola grande storia che con garbo e semplicità racconta la realtà di tantǝ, tra gioie e ostacoli.
Per questo vale la pena raccontarla.

 

 

 

 

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Paola e Chiara singolo estivo Festa totale

Paola e Chiara, arriva il singolo “Festa totale”: “Il nostro grido d’amore forte e libero”

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
Billie Eilish, è uscito il nuovo album "Hit Me Hard and Soft"

Billie Eilish ritrova se stessa e plasma di nuovo il pop alla sua (gigante) maniera

Musica - Emanuele Corbo 21.5.24
iraq-donne-trans (2)

Iraq, la strage silenziosa delle donne trans, uccise dai loro familiari per “onore”

Corpi - Francesca Di Feo 20.5.24
Ambra e il body shaming da parte della stampa quando aveva 17 anni: "Sottolineavano ovunque quanto fossi diventata grassa" - Ambra e il body shaming da parte della stampa quando aveva 17 anni - Gay.it

Ambra e il body shaming da parte della stampa quando aveva 17 anni: “Sottolineavano ovunque quanto fossi diventata grassa”

Culture - Redazione 22.5.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Piper, Lamoglia, Ghali e altri - Specchio Specchio - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Piper, Lamoglia, Ghali e altri

Culture - Redazione 23.5.24
Il masturbatore nella versione standard LELO F1S V3

Recensione di LELO F1S™ V3: il masturbatore per persone pene-dotate che usa le onde sonore e l’intelligenza artificiale

Corpi - Gio Arcuri 10.4.24

Continua a leggere

Famiglie Arcobaleno dopo la sentenza della Corte d'Appello: "Ci vuole una legge, è palese discriminazione omofobica" - Famiglie Arcobaleno Sentenza Cassazione - Gay.it

Famiglie Arcobaleno dopo la sentenza della Corte d’Appello: “Ci vuole una legge, è palese discriminazione omofobica”

News - Federico Boni 6.2.24
Sundance Film Festival 2024, i film LGBTQIA+ più attesi - Sundance 2024 - Gay.it

Sundance Film Festival 2024, i film LGBTQIA+ più attesi

Cinema - Federico Boni 19.1.24
FEMME (UTOPIA)

Femme è il thriller queer in drag di cui abbiamo bisogno, il trailer – VIDEO

Cinema - Redazione Milano 16.2.24
Darren Criss: "Indipendentemente dal fatto che sia etero, sono culturalmente queer da tutta la vita" - Darren Criss - Gay.it

Darren Criss: “Indipendentemente dal fatto che sia etero, sono culturalmente queer da tutta la vita”

News - Redazione 2.5.24
DDL Varchi, Alessia Crocini in commissione al Senato smonta le fake news sulla GPA: "Propaganda omofoba" - DDL Varchi Alessia Crocini in commissione al Senato smonta le fake news sulla GPA - Gay.it

DDL Varchi, Alessia Crocini in commissione al Senato smonta le fake news sulla GPA: “Propaganda omofoba”

News - Redazione 22.5.24
Mennuni, Corrotti e Perissa, prosegue la becera propaganda della destra contro le famiglie Arcobaleno - Lavinia Mennuni - Gay.it

Mennuni, Corrotti e Perissa, prosegue la becera propaganda della destra contro le famiglie Arcobaleno

News - Redazione 22.3.24
Gianna Ciao GIornata Visibilita Lesbica

Gianna Ciao, le lesbiche durante il fascismo e la Giornata Mondiale della Visibilità Lesbica

Culture - Francesca Di Feo 26.4.24
Barbie 2? Margot Robbie frena i rumor: “Non riesco ad immaginare un sequel” - Ken di Barbie e gay 2 - Gay.it

Barbie 2? Margot Robbie frena i rumor: “Non riesco ad immaginare un sequel”

Cinema - Redazione 27.11.23