Daniel Franzese vs. Brendan Fraser in The Whale: “Perché non scegliere un attore gay?”

L'attore di Mean Girls si è definito "in conflitto" per l'interpretazione di Fraser nel film di Darren Aronofsky: "Acclamato per aver indossato un costume da persona grassa e queer?".

ascolta:
0:00
-
0:00
Brandon Fraser criticato per the whale
the whale Brandon Fraser
2 min. di lettura

Daniel Franzese vs. Brendan Fraser in The Whale: "Perché non scegliere un attore gay?" - the whale brendan fraser - Gay.it

Tra i titoli più amati (e chiacchierati) di Venezia79, The Whale è in pole position (qui potete leggere la nostra recensione in anteprima). L’ultimo film di Darren Aronofsky, si è portato a casa il cuore del pubblico e della critica, insieme ad una standing ovation per la performance di Brandon Fraser, talmente acclamato da essere già tra i papabili candidati agli Oscar 2023.

In The Whale, Fraser interpreta Charlie, padre e marito che abbandona la propria famiglia per un altro uomo e cerca di recuperare il rapporto con la figlia (Sadie Sink) dopo la morte del compagno. Ma nonostante le lodi, Fraser ha attirato anche una buona dose di critiche – dall’indossare una tuta per apparire obeso alla scelta di interpretare un personaggio gay nonostante sia etero.

L’ultima arriva direttamente da Daniel Franzese, per i più l’indimenticabile Damian di Mean Girls nel 2004, che si è definito “conflitto” riguardo l’interpretazione di Fraser: “Vederlo così modesto al Festival di Venezia e vivere quel momento, ero molto felice per lui. È un uomo adorabile, ed è una cosa bella. Ma perché? Perché arrivare lì, indossando una tuta di 400chili, e interpretando un uomo queer?”.

Franzese riporta l’attenzione sul fatto che molti attori etero continuano ad essere acclamati per interpretare ruoli queer, amplificando lo squilibrio all’interno dell’industria, dove numerosi attori e attrici LGBTQIA+ faticano a trovare reale spazio e inclusione: “Il più grande problema che abbiamo al momento nell’industria è che le persone come me, e i miei colleghi, non possono vendere film oltreoceano se siamo queer perché il mondo è omofobi” specificando “Anche se l’America è pronta ad avere un protagonista gay, hanno difficoltà a vendere questi film oltreoceano, e si spaventano“.

Franzese sottolinea come l’omosessualità o l’essere queer non è una maschera, ma una parte integrante dell’identità di una persona e non ha senso cercare di “interpetarla o recitarla”: “Sento fortemente che faccio recitare una storia a qualcun3, lo faccio per interpretare amante, nemico, una persona sotto droghe, un criminale o un santo. Ma non possono interpretare recitare l’omosessualità, perché recitare l’omosessualità richiede un paio di codici nella performance” per poi continuare “Non faresti interpretare ad una persona abile qualcuno sulla sedia a rotelle, o colorare di nero una persona bianca. L’autenticità ci sta portando in luoghi pieni di gioia”.

Già alla premiere veneziana, The Whale è stato criticato per aver sfruttato stereotipi triti e ritriti sul corpo grasso, demonizzandoli e ridicolizzandoli ancora una volta. Tuttavia, Fraser ha dichiarato di aver preso molto a cuore il personaggio di Charlie e di averlo trattato con grande cura: “Sfortunatamente, numerosi personaggi obesi nei media sono rappresentati in maniera rivoltante, umiliati, o ridicolizzati, come se vivessero nello squallore” dichiarò in un’intervista per Vanity Fair “Questo non ha mai riguardato Charlie. L’obesità è solo una parte di Charlie. Dopo 10 minuti passati insieme a lui, questa è la svolta che speriamo per gli spettatori”.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

spiagge gay italiane spiagge queer lgbtqia

Speciale Spiagge 2024: 100 spiagge gay in Italia da non perdere

Viaggi - Redazione 1.7.24
Vladimir Luxuria Isola dei Famosi 2024

Palinsesti Mediaset 2024/2025. Vladimir Luxuria non condurrà più l’Isola dei Famosi. Verissimo incontra Amici

Culture - Redazione 17.7.24
Palinsesti Rai 2024/2025, slitta Sanremo, fuori Serena Bortone. Promossi Insegno, Sechi, Barbareschi e Giletti - Palinsesti Rai - Gay.it

Palinsesti Rai 2024/2025, slitta Sanremo, fuori Serena Bortone. Promossi Insegno, Sechi, Barbareschi e Giletti

Culture - Federico Boni 19.7.24
Maria De Filippi e Amadeus, Festival di Sanremo

“Festival di Sanremo” cercasi: su Canale 5 arriva “Amici-Verissimo”, sul Nove “Suzuki Music Party”

Culture - Luca Diana 18.7.24
Paola Turci e Francesca Pascale sarebbero in crisi

Francesca Pascale e l’addio a Paola Turci: “Un grande dolore, ho deciso io di allontanarmi. Berlusconi incancellabile”

News - Redazione 20.7.24
Storie queer oltre i nostri confini, Senegal, Marocco e Corea del Sud, ma anche Turchia e Iran - cover 1 - Gay.it

Storie queer oltre i nostri confini, Senegal, Marocco e Corea del Sud, ma anche Turchia e Iran

Culture - Federico Colombo 20.7.24

Leggere fa bene

Rooy Charlie Lana

Vergognarsi e spogliarsi lo stesso: intervista con Rooy Charlie Lana, tra desiderio e non binarismo

Culture - Riccardo Conte 29.2.24
Andrew Scott in Estranei (2023)

Estranei è molto più di una storia d’amore gay

Cinema - Riccardo Conte 27.2.24
#LevisPride - Queer Rodeo

Storia di quel Rainbow Rodeos tra cowboys, drag queen e anti-machismo

Culture - Riccardo Conte 7.6.24
Hunter Schafer - ruoli trans

Hunter Schafer non vuole recitare soltanto come donna trans e ha ragione

Cinema - Mandalina Di Biase 4.4.24
Guglielmo Scilla e la trasformazione fisica: "Allenarmi è diventato un viaggio liberatorio, ho faticato ad accettarmi" (VIDEO) - Guglielmo Scilla 2 - Gay.it

Guglielmo Scilla e la trasformazione fisica: “Allenarmi è diventato un viaggio liberatorio, ho faticato ad accettarmi” (VIDEO)

Corpi - Redazione 19.6.24
I SAW THE TV GLOW (2024)

I Saw The TV Glow è il film horror trans* che aspettavamo?

Cinema - Riccardo Conte 25.1.24
Candy Darling, 1971. © Jack Mitchell.

Chi era Candy Darling, l’icona trans* degli anni ’70

Culture - Riccardo Conte 27.4.24
I SAW THE TV GLOW (2024)

I Saw The Tv Glow: guarda il trailer dell’attesissimo film horror trans* – VIDEO

Cinema - Redazione Milano 29.2.24