DDL Zan e Vaticano, parla Draghi: “Italia Stato laico, Parlamento libero di decidere” – VIDEO

"Il nostro ordinamento contiene tutte le garanzie per assicurare che le nostre leggi rispettino sempre i principi costituzionali e gli impegni internazionali. Tra cui il concordato con la Chiesa". AMEN.

DDL Zan e Vaticano, parla Draghi: "Italia Stato laico, Parlamento libero di decidere" - VIDEO - Draghi - Gay.it
2 min. di lettura

Ieri sera Mario Draghi prometteva che oggi, alle Camere, avrebbe affrontato il tema DDL Zan – Vaticano, dopo la nota verbale inopinatamente invitata dalla Santa Sede al Governo. Dinanzi alla Camera dei Deputati un unico deputato, ovvero Nicola Fratoianni di Sinistra Italiana, ha ‘osato’ affrontare il premier chiedendo lumi. “Signor presidente ci sarebbe piaciuta una sua parola sull’ingerenza del Vaticano, sulla quale il presidente Fico ha detto delle parole per le quali lo ringrazio. Per altro al Vaticano andrebbe fatto osservare che se ritiene violato il Concordato, lo si potrebbe sempre ridiscutere”.

Al Senato, invece, è stato Alessandro Alfieri del Pd a sfiorare così l’argomento: “Il Parlamento lavorerà ascoltando, dialogando, con rispetto delle norme nazionali e internazionali ma ci ispireremo ai principi della laicità, libera Chiesa in libero Stato“.

Ed è qui che Draghi ha replicato.

Non entro nel merito della questione (DDL Zan, ndr). Il nostro è uno Stato laico. Non è uno Stato confessionale. Il Parlamento è certamente libero di discutere, di legiferare, sono considerazioni ovvie. E non solo. Il nostro ordinamento contiene tutte le garanzie per assicurare che le nostre leggi rispettino sempre i principi costituzionali e gli impegni internazionali. Tra cui il concordato con la Chiesa. Vi sono i controlli di costituzionalità preventivi, nelle competenti commissioni parlamentari. È di nuovo il parlamento che per primo discute della costituzionalità. E poi ci sono i controlli successivi della Corte Costituzionale. Cito una sentenza della Corte Costituzionale del 1989. “La laicità non è indifferenza dello Stato rispetto al fenomeno religioso, la laicità è tutela del pluralismo e delle diversità culturali”. E infine per completare l’informazione, ieri l’Italia ha sottoscritto con altri 16 Paesi europei una comunicazione comune in cui si esprime preoccupazion sugli articoli di legge in Ungheria che discriminano in base all’orientamento sessuale.

Parole nette nei confronti dell’ingerenza Vaticana, per quanto Draghi abbia ancora una volta taciuto il proprio pensiero nei confronti del DDL Zan. Ma la nota della Santa Sede è stata giustamente rimessa al suo posto.

Sul ddl Zan non cambio idea, non mi sembra che siano state portate argomentazioni convincenti quindi non cambio idea“, aveva in tal senso detto all’Ansa il segretario del Pd Enrico Letta, che ha poi cinguettato: “Ci riconosciamo completamente nelle parole di Draghi in Parlamento sulla laicità dello Stato e sul rispetto delle garanzie“.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

10 attori e attrici trans ad hollywood

10 star della comunità trans* che stanno rivoluzionando Hollywood

Cinema - Gio Arcuri 23.5.24
"È importante votare, e non accettare le altrui decisioni come accade in Cina": storia di unə rifugiatə LGBTQIA+ scappatə dalle persecuzioni del governo di Xi Jinping - cina intervista rifugiat lgbtqia 1 - Gay.it

“È importante votare, e non accettare le altrui decisioni come accade in Cina”: storia di unə rifugiatə LGBTQIA+ scappatə dalle persecuzioni del governo di Xi Jinping

News - Francesca Di Feo 24.5.24
Papa Francesco non vuole più seminaristi gay e avrebbe usato parole offensive verso le persone omosessuali - papa francesco wow - Gay.it

Papa Francesco non vuole più seminaristi gay e avrebbe usato parole offensive verso le persone omosessuali

News - Redazione 27.5.24
Marco Mengoni e Angelina Mango, arriva il duetto

Marco Mengoni duetta con Angelina Mango nell’album “poké melodrama”: svelati tutti gli ospiti

Musica - Emanuele Corbo 27.5.24
Chi è Karla Sofía Gascón, prima attrice trans a trionfare a Cannes e presto in un film con Vladimir Luxuria - Karla Sofia Gascon 1 - Gay.it

Chi è Karla Sofía Gascón, prima attrice trans a trionfare a Cannes e presto in un film con Vladimir Luxuria

Cinema - Redazione 27.5.24
Roland Garros 2024 al via, ecco le tenniste dichiaratamente queer in corsa per l'Open di Francia - Roland Garros 2024 al via ecco le tenniste dichiaratamente queer in corsa per lOpen di Francia - Gay.it

Roland Garros 2024 al via, ecco le tenniste dichiaratamente queer in corsa per l’Open di Francia

Corpi - Redazione 27.5.24

Hai già letto
queste storie?

donald-trump

Cancellata la norma voluta da Donald Trump che consentiva ai medici di negare le cure ai pazienti LGBT+

News - Redazione 12.1.24
Libri omocausto Gay.it

Storie dall’omocausto: cinque libri per saperne di più

Culture - Federico Colombo 24.1.24
Sardegna Partito Gay

Il Partito Gay Lgbt+ appoggia Alessandra Todde alle regionali in Sardegna

News - Lorenzo Ottanelli 23.1.24
Scalfarotto: "Ho chiesto di calendarizzare il disegno di legge sul matrimonio ugualitario. Nessuno mi ha seguito" - Ivan Scalfarotto e Matteo Renzi - Gay.it

Scalfarotto: “Ho chiesto di calendarizzare il disegno di legge sul matrimonio ugualitario. Nessuno mi ha seguito”

News - Redazione 13.3.24
meloni orban

Ungheria, Orban sfida l’UE: “Inammissibile l’ingresso dei propagandisti LGBTIA+ nelle nostre scuole” – VIDEO

News - Redazione 22.1.24
Famiglie Arcobaleno dopo la sentenza della Corte d'Appello: "Ci vuole una legge, è palese discriminazione omofobica" - Famiglie Arcobaleno Sentenza Cassazione - Gay.it

Famiglie Arcobaleno dopo la sentenza della Corte d’Appello: “Ci vuole una legge, è palese discriminazione omofobica”

News - Federico Boni 6.2.24
Credit: Steve Russell

Affermazione di genere, il Governo manda gli ispettori al Careggi di Firenze. Zan: “Crociata ideologica e politica”

News - Redazione 24.1.24
tweet transfobico casa editrice libertà di parola rowling

J.K. Rowling attacca la nuova legge scozzese contro l’omobitransfobia: “Arrestatemi”. E il premier inglese è con lei

News - Federico Boni 2.4.24