Elon Musk dà la colpa alla scuola per aver “indottrinato” la figlia trans al marxismo

Sarebbe questo - e non le diverse esternazioni omobitransfobiche del magnate - ad aver segnato la rottura definitiva tra Elon Musk e la figlia Vivian.

ascolta:
0:00
-
0:00
elon-musk-figlia-transgender-biografia
2 min. di lettura

Nelle sue dichiarazioni pubbliche, prima deride e attacca l’intera comunità LGBTQIA+ e non esita a lasciarsi andare a commenti apertamente omobitransfobici, facendo di Twitter una eco chamber per ideologie di estrema destra.

Poi, si dichiara sorpreso e addolorato quando la figlia transgender decide di rompere ogni legame con lui. Questa è la contraddizione abissale che traspare dall’estratto della nuova biografia di Elon Musk, scrupolosamente redatta dallo scrittore e giornalista Walter Isaacson, attesa sul mercato americano il 12 settembre prossimo.

Nell’estratto, diffuso in anteprima dal Wall Street Journal, Musk apre un varco nella sua vita personale mentre ripercorre la sua scalata nel mondo degli affari, dall’inizio della sua carriera imprenditoriale fino alla posizione di potere e influenza che detiene oggi.

Uno degli aspetti più controversi è la relazione con la figlia, Vivian Jenna Wilson, che ha adottato il cognome della madre, Justine Wilson- autrice canadese con la quale il magnate è stato sposato per otto anni, dal 2000 al 2008 – come simbolo tangibile della sua volontà di distaccarsi definitivamente dal padre.

Oggi diciannovenne, Vivian aveva intrapreso il processo legale per la modifica del nome e dell’identità di genere nel 2022, subito dopo essere diventata maggiorenne. Tuttavia, aveva fatto coming out in famiglia già due anni prima, mantenendo la notizia riservata per timore della reazione del padre.

Nel modulo per la modifica del nome e della propria identità di genere, la giovane aveva dichiarato: “Non ho più alcuna relazione o desiderio di associazione con mio padre biologico in qualsiasi modo, forma o contesto.“.

Musk attribuisce questa frattura nella relazione paterna a un’influenza esterna, nello specifico alla Crossroads School di Los Angeles. Secondo il magnate, questa istituzione accademica di alto profilo avrebbe “indottrinato” Vivian nell’ideologia marxista, insegnandole a credere che tutte le persone ricche siano fondamentalmente malvagie.

«[Vivian] ha spostato le sue convinzioni politiche ben oltre il socialismo, identificandosi come comunista e adottando la visione che l’abbondanza materiale è intrinsecamente malvagia. Questa divergenza ideologica ha causato un dolore profondo a Musk, superato soltanto dalla perdita devastante del suo primogenito, Nevada. Musk attribuisce parzialmente l’orientamento ideologico di sua figlia all’educazione ricevuta alla Crossroads, un istituto educativo progressista di Los Angeles. Inoltre, egli ritiene che Twitter fosse permeato da un clima simile, che tende a soffocare le voci di orientamento destrorso e anti-establishment» si legge nell’estratto.

Naturalmente, nessuno può arrogarsi il diritto di interpretare il dolore di un padre – specialmente anche a seguito di una tragedia così profonda come la perdita di un figlio. Tuttavia, è impossibile non notare la profonda di dissonanza cognitiva che sembra permeare la comprensione di Musk sulla situazione.

Da un lato, la sua disposizione a veicolare messaggi ostili verso gruppi marginalizzati, mentre dall’altro, l’incredulità per il rifiuto della figlia, che appartiene a una di queste comunità. Il quadro complessivo che emerge dall’estratto è quello di un individuo in conflitto, che sembra non riconoscere le implicazioni e le conseguenze delle sue azioni e dichiarazioni pubbliche.

È quindi interessante attendere la pubblicazione completa della biografia, che potrebbe fornire un quadro più dettagliato e nuove nuances della personalità e delle dinamiche personali di Elon Musk.

Tuttavia, ciò che è già evidente è che la complessità dei suoi rapporti personali e le sue scelte pubbliche sono intrinsecamente legati, e che l’aspetto pubblico della sua vita non può essere separato da quello privato senza dare luogo a significative incongruenze.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Lorenzo Zurzolo Prisma La Storia

Lorenzo Zurzolo tra James Franco ne “Gli Squali”, e Martin Scorsese nel film di Julian Schnabel “La mano di Dante”

Cinema - Mandalina Di Biase 12.7.24
Il murales queer dedicato a Michela Murgia realizzato da Laika per il progetto "Ricordatemi come vi pare" curato da Pietro Turano di Arcigay

“Ricordatemi come vi pare”, non è ancora completato, e il murales queer dedicato a Michela Murgia fa infuriare la destra

Culture - Redazione Milano 7.7.24
Il matrimonio del mio migliore amico (1997)

Il tuo fruity boyfriend non ti salverà

Lifestyle - Riccardo Conte 12.7.24
Kim Kardashian

Kim Kardashian ha provato lo sperma di salmone (e non è l’unica)

Corpi - Emanuele Corbo 12.7.24
Queen Lear, arriva una serie sulla vita di Amanda Lear - Scaled Image 43 - Gay.it

Queen Lear, arriva una serie sulla vita di Amanda Lear

Serie Tv - Redazione 8.7.24
Queer Lion, tutti i vincitori del Leone LGBTQIA+ aspettando Venezia 2024 - queer lion story - Gay.it

Queer Lion, tutti i vincitori del Leone LGBTQIA+ aspettando Venezia 2024

Cinema - Federico Boni 12.7.24

Hai già letto
queste storie?

Ghana LGBTQ+

Ghana, a rischio 4 miliardi a causa della legge anti-LGBT. E il presidente non l’ha ancora firmata

News - Redazione 6.3.24
smarza pride 2024, sabato 15 giugno

Smarza Pride 2024: a Trieste sabato 15 giugno

News - Redazione 13.5.24
legge-omobitransfobia-repubblica-ceca

Repubblica Ceca, modificata la legge sulle unioni civili. Riconosciuta l’esistenza delle famiglie arcobaleno

News - Redazione 30.4.24
Cagliari, omofobia la sera del Pride: "Minacciato di morte con un coltello, preso a calci e pugni" (VIDEO) - Andrea Corona omofobia - Gay.it

Cagliari, omofobia la sera del Pride: “Minacciato di morte con un coltello, preso a calci e pugni” (VIDEO)

News - Redazione 1.7.24
liguria pride 2024

Liguria Pride 2024: a Genova l’8 giugno

News - Redazione 23.1.24
lituania-transizione-di-genere

L’Unione Europea chiede alla Lituania regolamenti più definiti per la transizione di genere

News - Francesca Di Feo 19.3.24
Roma Pride 2024, manifesto politico, nuovo percorso e via alla Pride Croisette con Patty Pravo - Roma Pride - Gay.it

Roma Pride 2024, manifesto politico, nuovo percorso e via alla Pride Croisette con Patty Pravo

News - Federico Boni 24.5.24
modena pride 2024, sabato 25 maggio

Modena Pride 2024: sabato 25 maggio

News - Redazione 17.3.24