In Italia i figli delle coppie omosessuali sono abbandonati al caos istituzionale

Ecco perché la sentenza della Cassazione a Sezioni Unite sul riconoscimento alla nascita non è una buona notizia.

ascolta:
0:00
-
0:00
step child adoption sentenza cassazione due padri verona famiglia arcobaleno
step child adoption sentenza cassazione due padri verona famiglia arcobaleno
3 min. di lettura

Come raccontato da Gay.it, la sentenza della Cassazione a Sezioni Unite sui due padri trentini che dovranno ricorrere alla stepchild adoption per la trascrizione del secondo padre ha poche luci e molte ombre.

Sui quotidiani generalisti si è dato risalto positivo alla vicenda, e come troppo spesso accade la comunità LGBTQIA+ italiana non ha avuto grande possibilità di far sentire la propria voce.

Dopo un confronto con un avvocato esperto di diritti di famiglie omogenitoriali, abbiamo redatto una sintesi che aiuta a comprendere perché questa sentenza è un vero e proprio passo indietro.

 

IL SECONDO PADRE ERA STATO RICONOSCIUTO NEL PAESE DI NASCITA

Il 30 dicembre la Corte di Cassazione ha sentenziato sull’omogenitorialità. Anni fa una coppia era tornata in Italia con un certificato di nascita indicante un solo genitore (un padre) e aveva ottenuto la trascrizione dal Comune di Verona. Successivamente la coppia aveva rettificato l’atto nel paese di nascita, con l’aggiunta dell’altro padre come genitore. A quel punto però la coppia non è riuscita a rettificare l’atto di nascita in Italia, il Comune si è rifiutato di aggiungere l’altro padre, ritenendo che poteva farlo solo su ordine della Corte d’Appello, a cui a quel punto la coppia si è rivolta.

 

LA CASSAZIONE FA MARCIA INDIETRO

Dopo il ricorso della coppia, nel 2018 la Corte d’Appello di Venezia aveva ordinato all’anagrafe di Verona di procedere con la trascrizione del secondo padre come genitore. Finalmente un bambino era trattato con dignità dallo Stato Italiano? Neanche per sogno. Il procedimento è arrivato fino in Cassazione a Sezioni Unite, che ha deciso per l’annullamento della Corte di Appello di Venezia, compiendo di fatto una marcia indietro.

 

LA TRASCRIZIONE DEL SECONDO PADRE NON VIENE AUTORIZZATA

La trascrizione del secondo padre non è stata autorizzata, indicando invece di procedere per adozione “per casi particolari” – nota anche come stepchild adoption. La Cassazione ha dunque deciso che uno sarà riconosciuto direttamente come padre, l’altro dovrà fare ricorso a un Tribunale, chiedendo l’adozione “in casi particolari”, che potrebbe non essere riconosciuta, qualora il giudice ritenesse che non sia nell’interesse del figlio.

 

UN PROCEDIMENTO GIUDIZIARIO LUNGO, COSTOSO E TORTUOSO

Questa sentenza rende molto più complicato riconoscere entrambi i genitori di un figlio concepito mediante gestazione per altri. La coppia è obbligata a un procedimento giudiziario lungo, costoso e che può anche essere tortuoso, per il quale è necessaria un’assistenza legale. Non solo. Fin dall’inizio, sarà un giudice a indagare se il genitore “adottivo” sia in effetti genitore negli interessi del bambino. E in ogni caso, si giungerà a un’adozione che non è piena.

 

STEPCHILD ADOPTION, UN’ADOZIONE DI SERIE B

L’adozione “per casi particolari” infatti non è una piena adozione. Viene utilizzata in specifici casi in cui è richiesto un rapporto di protezione e cura da parte di un adulto verso un minore, una persona con disabilità, una persona anziana, ma non è possibile o appropriato fare una piena adozione.
Il bambino di Verona sarà un bambino di serie B, con un padre nel pieno delle sue funzioni, e un padre adottivo dal “caso particolare”, anziché due genitori pienamente aventi doveri e diritti. Con buona pace dei diritti umani e delle tanto strombazzate attenzioni alla “famiglia”.

 

MANCA UNA LEGGE CHIARA E DEFINITIVA

La sentenza della Cassazione per i due padri di Verona sottolinea la grave disparità tra figli di coppie eterosessuali e figli di coppie omosessuali in Italia.
Manca una legge chiara e definitiva, una legge che garantisca tutti i diritti dei figli delle coppie omosessuali, al pari dei figli delle coppie eterosessuali, come ha chiesto la Corte Costituzionale.

 

IL VUOTO ISTITUZIONALE, BAMBINI NEL CAOS

Nel 2021 la Corte Costituzionale ha invitato il Parlamento a legiferare, senza tuttavia aggiungere tempi, urgenze o modalità. Una legittima attenzione agli equilibri istituzionali, poiché in Italia la Costituzione conferisce il potere legislativo – per fortuna! – al popolo, attraverso il Parlamento, e non ai giudici.

La sentenza della Cassazione a Sezioni Unite sul riconoscimento alla nascita non è una buona notizia.

In Italia i figli delle coppie omosessuali sono abbandonati al caos istituzionale.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Close to You, recensione. Il ritorno di Elliot Page, tanto atteso quanto deludente - close to you 01 - Gay.it

Close to You, recensione. Il ritorno di Elliot Page, tanto atteso quanto deludente

Cinema - Federico Boni 19.4.24
FEUD 2: Capote Vs. The Swans arriva su Disney+. La data d'uscita della serie di Ryan Murphy e Gus Van Sant - Feud Capote vs. The Swans - Gay.it

FEUD 2: Capote Vs. The Swans arriva su Disney+. La data d’uscita della serie di Ryan Murphy e Gus Van Sant

Serie Tv - Redazione 19.4.24
Marco Mengoni insieme a Fra Quintale e Gemitaiz canta "Un fuoco di paglia" di Mace, nell'album MAYA. Nel ritornello, Marco si rivolge ad un amore con una desinenza di genere maschile.

Marco Mengoni, una strofa d’amore a un uomo

Musica - Mandalina Di Biase 19.4.24
Federico Fashion Style vittima di omofobia in treno. Calci e pugni al grido "fr*cio di merd*" - Federico Fashion Style - Gay.it

Federico Fashion Style vittima di omofobia in treno. Calci e pugni al grido “fr*cio di merd*”

News - Redazione 19.4.24
Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino - TIRE TOWN STILLS PULL 230607 002 RC - Gay.it

Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino

Cinema - Federico Boni 12.4.24
Challengers Guadagnino Josh O Connor Mike Faist Zendaya

Challengers, lo sceneggiatore Justin Kuritzkes: “Il tennis è davvero omoerotico”

Cinema - Mandalina Di Biase 15.4.24

Hai già letto
queste storie?

decreto genitori

Corte d’Appello smentisce il decreto Salvini sulle carte d’identità dei minori: “Applicare la dicitura “genitori””

News - Redazione 15.2.24
fratelli

Milano, Corte d’Appello dichiara illegittime le trascrizioni dei figli delle coppie di donne

News - Redazione 6.2.24
famiglie arcobaleno in camper itinerante a Curno

Il camper itinerante di Famiglie Arcobaleno ha fatto tappa a Curno: il resoconto della giornata

News - Giorgio Romano Arcuri 20.3.24
famiglie omogenitoriali

Governo pronto al ricorso in Cassazione sulla dicitura “genitori” sui documenti dei minori. Informativa di Piantedosi

News - Redazione 10.4.24
famiglie-arcobaleno

Padova, colpo di scena dalla Procura: si può tornare alla Corte costituzionale per difendere l’uguaglianza di tutte le famiglie

News - Redazione 14.11.23
Anthony Rapp e suo marito Ken Ithiphol sono diventati di nuovo papà - Anthony Rapp - Gay.it

Anthony Rapp e suo marito Ken Ithiphol sono diventati di nuovo papà

News - Redazione 30.11.23
lgbt european union

Il Parlamento UE verso il riconoscimento universale delle famiglie omogenitoriali

News - Francesca Di Feo 8.11.23
meloni-gpa-reato-universale-prodotti-da-banco

“L’utero in affitto una pratica disumana”, Meloni torna ad attaccare la GPA

News - Francesca Di Feo 12.4.24