“Drag Floyd”: il nuovo complotto per attaccare le drag queen d’America

L’attivista anti-LGBT James Lindsay ha rilasciato delle allucinanti dichiarazioni

ascolta:
0:00
-
0:00
James Lindsay Drag Floyd Gay.it
3 min. di lettura

Non c’è limite a ciò che i conservatori possono pensare e inventare pur di gettare discredito sulla comunità LGBTQIA+. Questa volta, a lanciare l’ennesimo di una serie di attacchi che in questo anno hanno preso come target la comunità e lə performer drag è stato James Lindsay, commentatore e attivista conservatore e anti-LGBT, che in diretta e poi su Twitter ha accusato le drag queen di stare cospirando per incastrare i conservatori.

Prima di commentare le allucinanti dichiarazioni fatte in un’intervista all’Americafest Live, inquadriamo meglio il personaggio. James Lindsay si definisce un nemico della cosiddetta cultura “woke” ed è fermo sostenitore di chi considera le persone LGBTQIA+ come dei “predatori”. In particolare lə performer e gli eventi drag, in luce delle recenti lotte per aprire gli show anche ai bambini, come dimostrano le polemiche contro l’Idaho Pride.

James Lindsay Drag Floyd Gay.it
James Lindsay, conservatore e attivista anti-LGBT

È proprio contro le drag queen e i loro show che Lindsay si è scagliato, arrivando a imbastire un presunto complotto che fa accapponare la pelle, tanto per le sue dichiarazioni quanto per il pensiero che vi sta dietro. Secondo l’attivista, infatti, lə performer drag si sarebbe messə d’accordo per provocare i conservatori, spingendoli ad atti estremi. Sarebbe questo il loro obiettivo, dice: fare sì che una drag queen venga uccisa per avere unə martire che, con una battuta di pessimo gusto, ha definito “Drag Floyd”.

Il chiaro riferimento è alle proteste “Black Lives Matter” nate dopo l’uccisione di George Floyd a Minneapolis da parte di due agenti di polizia nel maggio 2020, a cui hanno fatto eco rivolte in tutto il mondo. L’obiettivo ultimo delle drag queen, secondo Lindsay, è quello di scatenare delle proteste simili a supporto della loro “categoria” e contro i conservatori.

«Questa è una tattica di guerra non convenzionale per provocare. L’obiettivo – ragazzi, ricordate George Floyd – l’obiettivo è avere Drag Floyd. […] Vogliono che una drag queen venga attaccata e vogliono fare un enorme quantità di rumore e vogliono creare di nuovo l’estate 2020 da una drag queen o una persona trans o qualcosa del genere»

Your occasional reminder re: drag queens around kids. It’s a deliberate provocation. They’re already desperately trolling the media for their big Drag Floyd moment. Don’t give them Drag Floyd.

— James Lindsay, SPLC’s top Christian Nationalist (@ConceptualJames) December 12, 2022

 

Non è la prima volta che Lindsay tira in ballo il complotto “Drag Floyd”. Nelle scorse settimane ne aveva parlato in una serie di tweet che recitavano: «Se si verifica un’orribile tragedia, e dobbiamo sperare che non accada e scoraggiarla per ogni ragione, strategica e morale, quante più persone possibile devono vedere il tentativo di un’operazione ‘Drag Floyd’ prima che possa decollare. Questo è fondamentale e lo spezzerà».

Negli ultimi mesi gli attacchi alla comunità e in particolare allə performer drag sono aumentati esponenzialmente e la maggior parte delle accuse lə vogliono come “predatori” interessati sessualmente ai bambini. James Lindsay, oltretutto, quest’anno è andato contro a molti esponenti dell’attivismo LGBTQIA+, come l’associazione The Trevor Project, organizzazione no profit che lavora per porre fine all’autolesionismo nei giovani LGBTQIA+.

 

È chiaro che così, a prima vista, le dichiarazioni di Lindsay sono solamente le allucinazioni di un accanito odiatore. Tuttavia, sono abbastanza contorte da poter avere successo negli ambiti conservatorie scatenare qualche sorta di reazione. Senza contare, oltretutto, l’assoluta insensibilità dello scherzare su un evento tragico che ha smosso le coscienze mondiali ed è stato condannato su più fronti.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Amadeus, Sanremo Giovani 2023

Sanremo verso Mediaset, Amadeus in onda sul NOVE già a fine agosto con tre programmi

Culture - Mandalina Di Biase 18.4.24
Lovers 2024, i vincitori. Trionfa la coppia di pensionati in crisi di Les Tortues di David Lambert - OFF Les Tortues Turtles 02 - Gay.it

Lovers 2024, i vincitori. Trionfa la coppia di pensionati in crisi di Les Tortues di David Lambert

Cinema - Redazione 21.4.24
Omosessualità Animali Gay

Animali gay, smettiamola di citare l’omosessualità in natura come sostegno alle nostre battaglie

Culture - Emanuele Bero 18.4.24
Leo Gullotta e l'amore per Fabio Grossi a Domenica In: "Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi" - Leo Gullotta - Gay.it

Leo Gullotta e l’amore per Fabio Grossi a Domenica In: “Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi”

News - Redazione 15.4.24
Marco Mengoni insieme a Fra Quintale e Gemitaiz canta "Un fuoco di paglia" di Mace, nell'album MAYA. Nel ritornello, Marco si rivolge ad un amore con una desinenza di genere maschile.

Marco Mengoni, una strofa d’amore a un uomo

Musica - Mandalina Di Biase 19.4.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri - Specchio specchio delle mie brame la sexy gallery social vip - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri

Culture - Redazione 16.4.24

Continua a leggere

io che amo solo te

Io che amo solo te: una storia d’amore al teatro, come antidoto alla paura

Culture - Riccardo Conte 17.11.23
Roberto Vannacci Paola Egonu Matteo Salvini

Vannacci sospeso dall’Esercito Italiano, Egonu lo querela, Salvini lo difende

News - Giuliano Federico 28.2.24
Russia, il primo caso di "estremismo LGBTQIA+" finirà in tribunale: arrestati manager e direttrice del club queer Pose - VIDEO - russia club pose orenburg - Gay.it

Russia, il primo caso di “estremismo LGBTQIA+” finirà in tribunale: arrestati manager e direttrice del club queer Pose – VIDEO

News - Francesca Di Feo 22.3.24
andria omofobia 18 anni gay

Andria, calci e pugni a un 18enne perché gay: “Abbiate il coraggio di denunciare”

News - Francesca Di Feo 26.10.23
omofobia ragazzo giovane gay

Pontedera, 18enne cacciato di casa dopo il coming out: “Niente figli gay, vattene”

News - Francesca Di Feo 27.3.24
torino i genitori non accettano l'omosessualità lui tenta il suicidio

Nichelino, coppia gay perseguitata dopo l’unione civile

News - Redazione 22.11.23
casa arcobaleno

Dipinge la casa arcobaleno per le sue figlie e per rispondere al vicino omofobo

News - Redazione Milano 27.11.23
russia-putin-comunita-lgbt-bambini

Russia, Putin sulla comunità LGBTQIA+: “Giù le mani dai bambini”

News - Redazione Milano 23.2.24