La violenza di genere ci riguarda tuttə

Il 25 Novembre è la giornata internazionale contro la violenza sulle donne e di genere. Ecco perché riguarda anche la comunità LGBTQIA+.

ascolta:
0:00
-
0:00
giornata contro la violenza di genere
foto da valigia blu
2 min. di lettura

Il 25 Novembre è la Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. È una data ricorrente, istituita nel 1999 dall’Onu per commemorare le sorelle Mirabal, deportate, violentate, e uccise il 25 Novembre del 1960 nella Repubblica Dominicana.

Sabato 26 Novembre si terrà a Roma, presso Piazza della Repubblica alle ore 14:00, il corteo nazionale contro la violenza maschile sulle donne e di genere, organizzata dal collettivo transfemminista Non Una di Meno.

Un punto di ritrovo che accomuna tutto il nostro paese e manda un segnale forte e chiaro su quali battaglie ci stiamo battendo quando parliamo di violenza di genere.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Non Una Di Meno (@nonunadimeno)

Perché come tutte le tematiche più inflazionate il rischio è sempre quello di perdere di vista il focus: tra ‘le donne non si toccano neanche con un fiore’ o ‘gli schiaffi solo durante la pecorina’ anche una ricorrenza come questa rischia di perdersi dietro i luoghi comuni. Ma il 25 Novembre è l’occasione per fare il punto su chiunque risente quotidianamente dello sguardo, le imposizioni, e la brutalità del patriarcato, conforme o meno alle aspettative del sistema.

Come rileva l’Osservatorio Nazionale di Non Una di Meno, dall’inizio del 2022 sono stati registrati 82 femminicidi, 3 trans*cidi, e 6 suicidi (di cui 2 donne e 4 persone transgender). È proprio per questo che il discorso chiama in causa anche la comunità LGBTQIA+: le donne e le persone transgender sono ancora tra i gruppi più marginalizzati e presi di mira dal sistema etero-patriarcale, dimenticate e messe in discussione spesso dalla comunità, insieme alle donne lesbiche la cui voce è ancora silenziata in funzione della controparte maschile.

Quella che si combatte è una vera e propria guerra: quella dei recenti scontri bellici – dall’invasione russa in Ucraina, dove tra uccisioni e stupri, le persone transgender sono bloccate con l’impossibilità di superare il confine a causa dei documenti non riconosciuti – a quella ideologica di una classe politica che nega ogni violenza omobilesbotransfobica e invalida quotidianamente i corpi che non rispecchiano l’immaginario tradizionale.

Dalla fantomatica ‘teoria gender’ che si rifiuta di dare dignità, sicurezza, e un’adeguata assistenza sanitaria alle persone transgender e al contempo impedisce un’adeguata educazione sessuale nelle scuole. All’aborto, costantemente manipolato e reso inaccessibile da un’estrema destra che ‘strumentalizza’ il diritto alla natalità e compromette l’assistenza sanitaria a cui ogni persona con utero merita di accedere.

È la violenza generata non da tutti gli uomini, ma di cui ogni uomo beneficia perché supportato da un sistema costruito a misura per lui, tanto da darlo per scontato e assoluto. Ed è proprio per questo che è essenziale riconoscere i propri privilegi e attivarsi ad un’alleanza costante, un ascolto vigile che non silenzi ulteriormente le voci di ogni donna o persona transgender, soprattutto mettendo in discussione quella misoginia interiorizzata che anche gli uomini gay ritardano a considerare.

È una lotta transfemminista che ci chiama tuttə in causa, con l’urgenza di smantellare quella cultura eteronormata che educa al possesso e mette in pericolo chiunque fuoriesce da quei ruoli binari prefissati, quei dogmi tradizionali e arcaici che impediscono l’autodeterminazione di ogni identità. Che sia da casa o in piazza, ogni voce è coinvolta.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Ambra e il body shaming da parte della stampa quando aveva 17 anni: "Ipocriti, scrivevano quanto fossi grassa" - Ambra e il body shaming da parte della stampa quando aveva 17 anni - Gay.it

Ambra e il body shaming da parte della stampa quando aveva 17 anni: “Ipocriti, scrivevano quanto fossi grassa”

Culture - Redazione 22.5.24
HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano) - 1000056146 01 - Gay.it

HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano)

Corpi - Gio Arcuri 29.1.24
Paola e Chiara singolo estivo Festa totale

Paola e Chiara, arriva il singolo “Festa totale”: “Il nostro grido d’amore forte e libero”

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
iraq-donne-trans (2)

Iraq, la strage silenziosa delle donne trans, uccise dai loro familiari per “onore”

Corpi - Francesca Di Feo 20.5.24
Cannes 2024, Vivre, Mourir, Renaitre è il nuovo film queer di Gaël Morel con Victor Belmondo e Théo Christine (VIDEO) - Cannes 2024 Vivre Mourir Renaitre 3 - Gay.it

Cannes 2024, Vivre, Mourir, Renaitre è il nuovo film queer di Gaël Morel con Victor Belmondo e Théo Christine (VIDEO)

Cinema - Redazione 22.5.24
Queer Planet, il trailer del doc sugli animali LGBTI+ scatena i conservatori d'America (VIDEO) - Queer Planet Official Trailer - Gay.it

Queer Planet, il trailer del doc sugli animali LGBTI+ scatena i conservatori d’America (VIDEO)

News - Redazione 21.5.24

Continua a leggere

Castel Volturno: gruppo di donne trans schiavizzava e sfruttava altre ragazze trans

Un gruppo di donne trans schiavizzava altre ragazze trans: 11 arresti

News - Francesca Di Feo 28.3.24
sondrio-manifesti-pro-vita-risposta-lgbtqia

“Manifesti Pro Vita disumani” la risposta LGBTQIA+ a Sondrio è esemplare

News - Francesca Di Feo 12.12.23
Romania, il premier Ciolacu chiude alle unioni civili: "La nostra società non è pronta" - Marcel Ciolacu - Gay.it

Romania, il premier Ciolacu chiude alle unioni civili: “La nostra società non è pronta”

News - Redazione 24.11.23
roccella-teoria-del-gender

Roccella e le retoriche di una ‘vecchia femminista’: “La teoria del gender è il nuovo patriarcato”

News - Francesca Di Feo 7.12.23
Giocattoli gender neutral

Finalmente arriva la sezione per giocattoli gender neutral

News - Redazione Milano 4.1.24
meglio-a-colori-terapie-riparative (3)

“Meglio a Colori”, la campagna per un disegno di legge contro le terapie riparative

News - Francesca Di Feo 17.5.24
Foto: Angela Christofilou

L’8 Marzo ci siamo tuttə per tuttə

Corpi - Redazione Milano 7.3.24
Guglielmo Giannotta Eugenia Roccella corpo delle donne patriarcato identità di genere stereotipi di genere studi di genere

L’ignoranza di Roccella, il corpo delle donne come causa delle violenze: la risposta di Guglielmo Giannotta

News - Redazione Milano 27.11.23