“Manifesto dei Genitori“, appello all’Europa affinché garantisca i diritti dell’infanzia e della gioventù trans *

12 richieste specifiche presentate all'Europa. Presenti anche associazioni italiane.

ascolta:
0:00
-
0:00
“Manifesto dei Genitori“, appello all'Europa affinché garantisca i diritti dell’infanzia e della gioventù trans * - Manifesto dei Genitori - Gay.it
3 min. di lettura

 

Al termine del Congresso conclusivo di Lisbona del Progetto europeo Let’s change the pace, co-finanziato dal programma Erasmus+ dell’Unione Europea, Agedo e le altre associazioni parte di ENP – European Network of Parents hanno presentato al Parlamento il “Manifesto dei Genitori”, chiedendo che siano garantiti i diritti dell’infanzia e della gioventù transgender.

Un numero sempre crescente di bambini e giovani transgender in Europa chiede accesso alle cure necessarie all’affermazione del genere e il riconoscimento del diritto all’autodeterminazione”, si afferma nel Manifesto. “Chiediamo a tutti voi, responsabili e politici, di proporre azioni coraggiose che possano trasformare la vita delle giovani persone transgender in Europa”.

Le associazioni che fanno parte di ENP – e cioé Agedo (Italia), Ampgyl, (Spagna) Amplos (Portogallo), Drachma (Malta), Izadji (Serbia) – hanno allargato la platea alle associazioni di genitori altri Paesi europei, allo scopo di rafforzare le richieste rivolte nel Manifesto ai legislatori europei. Erano presenti infatti anche genitori da Bosnia-Erzegovina, Croazia, Germania, Islanda Irlanda, Lituania.

Il Congresso è stata la conclusione del progetto che era articolato in tre Webinar, il secondo dei quali organizzato direttamente da Agedo nel mese di marzo 2022. Undici organizzazioni che si occupano di sostenere i diritti dei minori con varianza di genere in tutta Europa avevano messo confronto nella Tavola rotonda le loro esperienze e le loro esigenze per predisporre il Manifesto per salvaguardare i diritti dei giovani transgender. Oltre ad Agedo, con il presidente Fiorenzo Gimelli, avevano partecipato Ampgyl (Spagna), Drachma (Malta) Amplos (Portogallo), FSTB (Danimarca), Mermaids (UK), Genderlens (Italia), Euforia (Spagna), Transvinir (Islanda), Mio Figlio in Rosa (Italia).

A seguire le richieste presentate all’interno del Manifesto.

Clausola 1
Riconoscere il diritto all’autodeterminazione di genere dell’infanzia e della gioventù transgender e la salvaguardia di tale diritto attraverso una robusta legislazione basata su protocolli raccomandati da direttive internazionali, al fine di garantire il diritto di cambiare il genere assegnato alla nascita e il proprio nome legale, senza bisogno di diagnosi mediche, interventi chirurgici o procedure in tribunale.

Clausola 2
Richiedere a tutti gli Stati membri di offrire centri di affermazione di genere in ogni area del paese, nel rispetto del “Diritto alla Salute” e come affermato anche dall’Ufficio dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Diritti Umani e dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Clausola 3
Garantire che tutte le giovani persone transgender che cercano supporto medico per l’affermazione di genere siano curate in ambienti specifici e diversi in base all’età, con particolare attenzione verso i più piccoli; chiediamo quindi un aumento del numero di strutture pediatriche in possano ricevere sostegno.

Clausola 4
Garantire che i trattamenti (bloccanti della pubertà e terapia ormonale sostitutiva) siano prescritti nel rispetto delle linee guida raccomandate dalle direttive internazionali. Il tempismo è estremamente importante per quanto riguarda i bloccanti della pubertà.

Clausola 5
Rispettare le diverse esigenze di ciascun individuo. Non esiste una “taglia unica” che si adatta a tutte/i. Le esigenze per gli interventi medici di affermazione del genere dovrebbero essere identificate caso per caso e affrontate in modo tempestivo in modo che bambine/i e adolescenti possano vivere la loro vita serenamente. Questo in accordo con le raccomandazioni della World Professional Association for Transgender Health (WPATH) e della European Professional Association for Transgender Health (EPATH).4

Clausola 6
Bandire per legge qualsiasi forma di terapia di conversione o riparativa) che tenti di cambiare l’identità di genere, l’espressione di genere o l’orientamento sessuale di chiunque per allinearlo alle norme eterosessuali e cisgender. Tutte le persone devono vivere il loro genere interiore e la loro sessualità liberamente, senza condanne o restrizioni.

Clausola 7
Proteggere nella loro vita quotidiana le giovani persone trans da discriminazione, fobie, violenza, incitamento all’odio, bullismo, attraverso politiche e leggi valide, attraverso la promozione di ambienti educativi e familiari neutri rispetto al genere e una cultura della diversità e dell’inclusione proiettata in tutte le sfere della vita.

Clausola 8
Richiedere a tutti gli Stati membri di includere l’identità di genere, la sua affermazione e la sua protezione come parte dei curricula in tutte le istituzioni educative. Chiediamo che vengano forniti moduli di studio e sviluppo professionale continuo su questo argomento a tutti coloro che lavorano con i giovani. Chiediamo che le scuole includano materiali didattici che esaltano la diversità.

Clausola 9
Promuovere una visione della vita non intessuta di stereotipi di genere. Giocattoli e libri devono allontanarsi dagli stereotipi di genere e rappresentare ed amplificare la diversità. Facendo campagne a favore di una società meno stereotipata, la società stessa diventa più inclusiva.

Clausola 10
Stabilire alleanze con gli attori strategici (ONG, professionisti, istituzioni accademiche, organizzazioni basate sulla comunità e media) che forniscono servizi e supporto vitali; impegno nella costruzione di ponti e dialogo con le istituzioni pubbliche; il loro coinvolgimento è necessario per creare sinergie e migliorare i risultati.

Clausola 11
Unire gli sforzi per influenzare positivamente i governi di altri Paesi. Con il supporto della Commissione Europea, del Consiglio d’Europa e degli organismi delle Nazioni Unite per i diritti umani possiamo promuovere una trasformazione, e nei casi in cui ciò dovesse fallire, chiediamo l’imposizione di sanzioni; i Paesi europei fanno parte di un unico ambiente che prevede libertà, diversità, inclusività come pilastri fondamentali del percorso di crescita di ogni cittadino.

Clausola 12
Garantire che tutti gli Stati dispongano della legislazione necessaria per riconoscere e salvaguardare l’infanzia e la gioventù transgender, garantendo nel contempo che la legge sia attuata e supportata da sanzioni e applicazione tempestiva.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

JD Vance vice Donald Trump

Chi è JD Vance, vice di Trump, estremista anti-LGBTI e anti-aborto, è contro matrimonio egualitario e affermazione di genere dei minori

News - Redazione Milano 16.7.24
Lorenzo Zurzolo Prisma La Storia

Lorenzo Zurzolo tra James Franco ne “Gli Squali”, e Martin Scorsese nel film di Julian Schnabel “La mano di Dante”

Cinema - Mandalina Di Biase 12.7.24
Queer Lion, tutti i vincitori del Leone LGBTQIA+ aspettando Venezia 2024 - queer lion story - Gay.it

Queer Lion, tutti i vincitori del Leone LGBTQIA+ aspettando Venezia 2024

Cinema - Federico Boni 12.7.24
Nicolas Maupas e Domenico Cuomo nei ruoli di Simone e Mimmo in "Un professore 2"

Un Professore 3, Alessandro Gassman rivela quando inizieranno le riprese

Serie Tv - Redazione 12.7.24
Intervista a Laika, autrice del gigantesco murale dedicato a Michela Murgia: "Per guardare al futuro insieme a lei" - Laika e Michela Murgia - Gay.it

Intervista a Laika, autrice del gigantesco murale dedicato a Michela Murgia: “Per guardare al futuro insieme a lei”

Culture - Federico Boni 11.7.24
Shannen Doherty Addio

Addio Shannen Doherty, sempre al fianco dei fragili, in bilico tra forza e vulnerabilità

Serie Tv - Mandalina Di Biase 15.7.24

I nostri contenuti
sono diversi

Blade Runner 2099, Hunter Schafer sarà la protagonista della serie tv - Hunter Schafer - Gay.it

Blade Runner 2099, Hunter Schafer sarà la protagonista della serie tv

Serie Tv - Redazione 7.6.24
Polonia matrimonio egualitario Gay.it

Polonia, la legge sulle unioni civili entra nell’agenda di governo

News - Redazione 10.7.24
aborto-antiabortisti-nei-consultori

L’interruzione di gravidanza torna ad essere oggetto di discussione in parlamento: dovevamo svegliarci prima?

Corpi - Francesca Di Feo 19.4.24
Hunter Schafer - ruoli trans

Hunter Schafer non vuole recitare soltanto come donna trans e ha ragione

Cinema - Mandalina Di Biase 4.4.24
Svezia transizione 16 anni transgender

Svolta storica anche in Svezia, l’età per la transizione si abbassa a 16 anni, approvata la legge sull’autodeterminazione

News - Francesca Di Feo 18.4.24
roma-svastica-locandina-manifestazione-trans

Roma, svastica sulla locandina della manifestazione trans* del 18 maggio

News - Francesca Di Feo 14.5.24
george-lori-schappel-siamesi-morte

Addio a Lori e George Schappell, lǝ più longevǝ gemellǝ siamesi al mondo: uno di loro era trans

News - Francesca Di Feo 15.4.24
Insulti a Carolina Morace dopo l'annuncio della candidatura alle europee: "Pedofila devi stare in carcere" - Carolina Morace - Gay.it

Insulti a Carolina Morace dopo l’annuncio della candidatura alle europee: “Pedofila devi stare in carcere”

News - Redazione 2.5.24