Pesaro, aggredirono ragazzo gay: giudice riconosce la discriminazione sessuale

Con il DDL Zan non sarebbe più a discrezione del giudice decidere sui ‘futili motivi’, l’aggravante sarebbe automatica.

pesaro palermo
Aggressione omofoba a Pesaro.
2 min. di lettura

È iniziato ieri il processo per i tre imputati, che nell’ottobre del 2019 aggredirono un ragazzo gay fuori da un locale. Si tratta di un giovane 20enne, di origine albanese che lavora come operaio nella zona di Pesaro, e un secondo ragazzo di 27 anni, da Napoli. Entrambi sono pregiudicati. La terza persona è una ragazza, una studentessa 27enne di Cattolica. Tutti risiedono a Vallefoglia, comune a 20 chilometri da Pesaro.

I tre aggressori sono ora accusati di lesioni personali, con l’aggravante di “motivo abietto della discriminazione sessuale” e atti persecutori. Arcigay Pesaro Urbino, Anpi e Gens Nova si sono costituiti parti civili.

Le indagini effettuate dai Carabinieri hanno confermato come si sono svolti i fatti, quella sera di due anni fa. Sarebbe stato il ragazzo di origine albanese a insultare e spingere il ragazzo gay. Il 27enne napoletano avrebbe anche estratto un coltello, minacciando la vittima. Infine, la studentessa avrebbe impedito la fuga al ragazzo, tenendolo fermo.

Non c’è dubbio sull’aggressione omofoba di Pesaro

Come riportato da Corriere Adriatico, la vittima ha raccontato quanto successo, e non ci sono dubbi: si è trattata di un’aggressione omofoba. La sua dichiarazione conferma dunque la ricostruzione dei Carabinieri. Prima gli insulti del ragazzo di origine albanese:

Mi ha afferrato per il collo con entrambe le mani, mi ha detto “Brutto gay! Qui non puoi stare, in questo locale. Vattene via o ti ammazzo!”.

Poi l’intervento del ragazzo napoletano, con il coltello:

Non ti conviene toccarmi, ho il coltello! Vuoi difenderti?

La vittima racconta quando è riuscito a chiudersi in auto, dove è infine svenuta per la tensione:

Mi gridava gay esci dall’auto, sfondo i vetri e ti ammazzo, ti faccio un buco in pancia.

Per Arcigay non ci sono dubbi: “Dichiariamo a gran voce che omotransfobia è razzismo e che questi fenomeni, identici nel loro meccanismo sociale, in realtà dalla legge sono trattati in modo diverso“.

Ancora una volta, dunque, si conferma l’urgenza di una legge contro l’omotransfobia, come quella che la Lega tiene in ostaggio da mesi in Commissione Giustizia. Perchè con una legge ad hoc non sarà più a discrezione di un giudice decidere sui ‘futili motivi’ nei confronti di un’aggressione omotransfobica. L’aggravante sarebbe automatica.

Le parole dell’avvocato del ragazzo gay

Christian Guidi è l’avvocato che difende il ragazzo. Ha dimostrato la sua contrarietà di fronte al fatto che la Procura non abbia però riconosciuto la discriminazione a sfondo razziale:

Siamo dispiaciuti che la Procura, pur avendo riconosciuto i futili motivi, non abbia voluto riconoscere l’aggravante di discriminazione a sfondo razziale prevista dall’articolo 604/ter del codice penale. Le aggressioni generate dall’odio omolesbotransfobico hanno infatti lo stesso carattere di quelle a sfondo razziale, in quanto assumono un carattere evolutivo-discriminatorio che le equiparano agli episodi di violenza che colpiscono le persone di altre etnie.

Nonostante varie problematiche sta trovando la forza di andare avanti. Purtroppo la sua famiglia non sa niente né del suo orientamento sessuale né dell’aggressione che ha subito, ma per fortuna i suoi amici e le associazioni gli sono stati e gli stanno vicino. 

Difatti, il ragazzo ha subito l’aggressione e ora sta affrontando il processo senza il sostegno della famiglia, con la quale non ha ancora fatto coming out.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Omar Ayuso e Itzan Escamilla di Elite sono una coppia? (FOTO) - Omar Ayuso e Itzan Escamilla foto cover - Gay.it

Omar Ayuso e Itzan Escamilla di Elite sono una coppia? (FOTO)

Culture - Redazione 27.5.24
Papa Francesco - Vescovi - Cei

Papa Francesco tradito e punito dai vescovi: la ferocia omofobica della Cei, le chat interne e i pochi sacerdoti coraggiosi

News - Marco Grieco 30.5.24
10 attori e attrici trans ad hollywood

10 star della comunità trans* che stanno rivoluzionando Hollywood

Cinema - Gio Arcuri 23.5.24
Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe - cover wp - Gay.it

Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe

News - Lorenzo Ottanelli 20.5.24
Troye Sivan in concerto

Troye Sivan fiero e sfacciato simula un rapporto orale nel nuovo tour

Musica - Emanuele Corbo 30.5.24
Elezioni europee: "Io Voto! E porto la comunità LGBTIQ+ al voto", la campagna di Arcigay

Elezioni europee: “Io Voto! E porto la comunità LGBTIQ+ al voto”, la campagna di Arcigay

News - Gay.it 28.5.24

Hai già letto
queste storie?

Lodi, "mi hanno messo vicino a un tavolo di gay e a un disabile". La replica della titolare alla recensione disumana - pizzeria recensione choc - Gay.it

Lodi, “mi hanno messo vicino a un tavolo di gay e a un disabile”. La replica della titolare alla recensione disumana

News - Redazione 12.1.24
Salerno, aggressione omofoba al grido "ricchi*ne, uomo di merd*, clandestino di merd*” - Omofobia 10 - Gay.it

Salerno, aggressione omofoba al grido “ricchi*ne, uomo di merd*, clandestino di merd*”

News - Redazione 3.5.24
Roma-Lazio, il vergognoso coro omofobo e antisemita dei romanisti alla vigilia del derby - Roma Lazio il vergognoso coro omofobo e antisemita dei romanisti in vista del derby - Gay.it

Roma-Lazio, il vergognoso coro omofobo e antisemita dei romanisti alla vigilia del derby

News - Redazione 5.4.24
Marius Madalin Musat e Jonathan Bazzi

Jonathan Bazzi “Cos’ha Milano di inclusivo e anticlassista?”, aggredito in Porta Venezia con il suo compagno Marius Madalin Musat

News - Redazione Milano 4.1.24
Perugia, in otto a processo per insulti omofobi sui social: “Odiare costa!” - Perugia Pride 2019 - Gay.it

Perugia, in otto a processo per insulti omofobi sui social: “Odiare costa!”

News - Redazione 26.1.24
sondrio-manifesti-pro-vita-risposta-lgbtqia

“Manifesti Pro Vita disumani” la risposta LGBTQIA+ a Sondrio è esemplare

News - Francesca Di Feo 12.12.23
flavia-fratello-battuta-vannacci

Flavia Fratello replica bene a Vannacci, ma in passato firmò contro il Ddl Zan e diede spazio alla transfobia delle TERF

News - Francesca Di Feo 7.3.24
san-gregorio-magno-quindicenne-accoltella-il-padre

Ragazzo di 15 anni accoltella il padre che lo “accusa” di essere gay durante una lite domestica

News - Francesca Di Feo 18.12.23