Ro e Ambra a Non è La D’Urso, il video del pestaggio omofobo ai loro danni in prime time

Immagini terrificanti, quelle mandate in esclusiva dalla trasmissione Mediaset, in cui si vedono due uomini prendere a calci la povera Ambra.

Ro e Ambra a Non è La D'Urso, il video del pestaggio omofobo ai loro danni in prime time - novara omofobia 3 - Gay.it
2 min. di lettura

Ro e Ambra a Non è La D'Urso, il video del pestaggio omofobo ai loro danni in prime time - novara omofobia 2 - Gay.it

A pochi giorni dal pestaggio omofobo che le ha travolte, Rosa e Ambra, picchiate dai vicini di casa perché innamorate, hanno aperto la puntata domenicale di Live – Non è la D’Urso. Mano nella mano, emozionate e ancora sconvolte per quanto accaduto. Rosa ha rivelato in onda di sentirsi un uomo e di farsi chiamare Ro, tanto dall’aver pensato in passato di intraprendere un percorso di transizione, fino ad oggi mai del tutto abbracciato.

È da tempo che ci offendono, che ci danno delle lesbiche di merd*, e tanti altri insulti. Sono quasi tre anni, ma ultimamente si è accentuato, da queste persone violente“, hanno precisato Ro e Ambra, scioccati nel rivedere le immagini del loro pestaggio. Immagini terrificanti, quelle mandate in esclusiva dalla trasmissione Mediaset, in cui si vedono due uomini prendere a calci la povera Ambra. Vicini che hanno dato un’altra versione dei fatti, parlando di minacce da parte delle ragazze, a loro dire armate di coltello. “Sono persone violente, tutti li conoscono, hanno tutti paura, invece che chiedere scusa ora ci calunniano“, hanno reagito Ambra e Ro.

Questo video andrebbe trasmesso alla Camera e al Senato, perché in questo Paese un reato compiuto con motivazioni omotransfobiche, non ha aggravante. Perché non fanno questa legge?“, ha tuonato Gianluigi Nuzzi, puntando il dito contro i vescovi, che hanno più volte attaccato il DDL Zan. Dalle nuvole è invece caduta Antonella Boralevi, che ha più volte incredibilmente ripetuto “no, non credo che i vescovi abbiano potuto dire qualcosa contro il DDL Zan, non ci credo“. Peccato che da mesi la CEI abbia dichiarato guerra alla legge contro l’omotransfobia e la misoginia, attaccandola ancor prima che venisse ufficialmente depositata alla Camera.

Io faccio un appello, per favore non continuate con la violenza“, l’appello finale di Barbara D’Urso.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
bacibaci 21.9.20 - 23:46

Renzo Loi L'ignoranza esiste ma non la violenza gratuita? E quella nel video cos'è? Sei ridicolo e malvagio nella tua ostinata cecità.

Avatar
Renzo Loi 21.9.20 - 12:40

tutti i salmi finiscono in gloria: ovvero alla legge sull'omofobia.ed io ripeto che le botte sono violenza x chiunque le riceva. io ho parecchi anni sulle spalle e non ho mai visto botte ai gay, trans o trav negli anni caldi 60 70 . al massimo un risolino, un 'ammicata tra persone. ma niente di piu'.e non credo nemmeno oggi che esistano botte ad una persona che sta passando , senza fare nulla.l'ignoranza esiste ma non la violenza gratuita.quanti fatti sono stati inventati da gay , anche FAMOSI , X AIUTARE LA CAUSA LGBT. POI SCOPERTI.FINIAMOLA. LA LOBBY vuole una legge che metta il bavaglio ai piu. ed io in quanto gay dico no al ddl dezan.

Trending

Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino - TIRE TOWN STILLS PULL 230607 002 RC - Gay.it

Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino

Cinema - Federico Boni 12.4.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri - Specchio specchio delle mie brame la sexy gallery social vip - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri

Culture - Redazione 16.4.24
Federico Fashion Style vittima di omofobia in treno. Calci e pugni al grido "fr*cio di merd*" - Federico Fashion Style - Gay.it

Federico Fashion Style vittima di omofobia in treno. Calci e pugni al grido “fr*cio di merd*”

News - Redazione 19.4.24
Close to You, recensione. Il ritorno di Elliot Page, tanto atteso quanto deludente - close to you 01 - Gay.it

Close to You, recensione. Il ritorno di Elliot Page, tanto atteso quanto deludente

Cinema - Federico Boni 19.4.24
Guglielmo Scilla, intervista: "Mi sconsigliarono di fare coming out. Potessi tornare indietro lo farei prima" - Guglielmo Scilla foto - Gay.it

Guglielmo Scilla, intervista: “Mi sconsigliarono di fare coming out. Potessi tornare indietro lo farei prima”

Culture - Federico Boni 18.4.24
Marco Mengoni insieme a Fra Quintale e Gemitaiz canta "Un fuoco di paglia" di Mace, nell'album MAYA. Nel ritornello, Marco si rivolge ad un amore con una desinenza di genere maschile.

Marco Mengoni, una strofa d’amore a un uomo

Musica - Mandalina Di Biase 19.4.24

Leggere fa bene

Lodi, "mi hanno messo vicino a un tavolo di gay e a un disabile". La replica della titolare alla recensione disumana - pizzeria recensione choc - Gay.it

Lodi, “mi hanno messo vicino a un tavolo di gay e a un disabile”. La replica della titolare alla recensione disumana

News - Redazione 12.1.24
grecia-matrimonio-egualitario-proteste

Grecia nel caos omobitransfobico. Weekend di terrore, in 200 aggrediscono coppia trans. Minacce a Kasselakis

News - Federico Boni 12.3.24
Mara Sattei nel nuovo singolo "Tempo" in uscita il 19 Aprile, campiona un vecchio successo dei primi 2000 delle t.A.t.U.

Mara Sattei nel nuovo singolo “Tempo” campiona le t.A.T.u. che si finsero lesbiche: ma che fine hanno fatto?

Musica - Emanuele Corbo 18.4.24
russia-putin-comunita-lgbt-bambini

Russia, Putin sulla comunità LGBTQIA+: “Giù le mani dai bambini”

News - Redazione Milano 23.2.24
Viktor Orban - Giorgia Meloni - Ungheria, la legge anti-LGBTI+ ha un impatto devastante sulla nostra comunità

Ungheria, impatto devastante della legge anti-LGBTI+, il rapporto di Amnesty

News - Francesca Di Feo 28.2.24
milano-aggressione-baby-gang-in-diciannove

“Sei trans? Sei gay? Vergognati” a Milano minacce armate e insulti da una baby gang di 19 elementi

News - Francesca Di Feo 22.11.23
Palermo, si suicida a 13 anni per bullismo, deriso per il presunto orientamento affettivo - stella cadente 2 - Gay.it

Palermo, si suicida a 13 anni per bullismo, deriso per il presunto orientamento affettivo

News - Redazione Milano 13.11.23
100 giorni di esternazioni omobitransfobiche di Roberto Vannacci, da generale a Capo di Stato maggiore - roberto vannacci - Gay.it

100 giorni di esternazioni omobitransfobiche di Roberto Vannacci, da generale a Capo di Stato maggiore

News - Redazione 7.12.23