L’UE avvisa Polonia e Ungheria: fondi regionali a rischio per i Paesi omotransfobici

La nuova Carta europea dei diritti fondamentali mette alle strette Polonia e Ungheria. Questo basterà?

polonia commissione europea
Continua la linea anti-LGBT in Polonia.
2 min. di lettura

Dopo anni di negoziati, il Parlamento europeo ha approvato un riferimento alla Carta europea dei diritti fondamentali che vincola i fondi europei al rispetto della parità di genere e alla non discriminazione. Questa disposizione “potrebbe essere un potenziale gancio” per “trattenere i soldi se vediamo che qualcosa non va nella giusta direzione”, ha precisato a Euractiv un anonimo funzionario dell’Ue.

Chiaro l’ennesimo avvertimento inviato a quei Paesi come Polonia e Ungheria che continuano ad ostentare con orgoglio un’omotransfobia di Stato. “Quando si finanziano progetti con i fondi europei negli Stati membri, c’è l’obbligo – sia da parte dell’Ue, sia da parte degli Stati membri – di garantire che questi progetti siano in linea con la Carta dei diritti fondamentali”, ha proseguito il funzionario. “Nel contesto in cui ci troviamo in questo momento in Europa, stiamo discutendo di questi valori e di come si stia facendo marcia indietro in modo repentino – quindi è importante sottolinearlo”.

Il rispetto della Carta in tutte le fasi della spesa regionale dell’UE è stato deciso come un obbligo sin dalla sua adozione, ma fino a pochi mesi fa l’UE non ne aveva mai fatto uso per tenere in riga Paesi e regioni che imbrogliano. La sua effettiva introduzione si è resa necessaria dopo che nel precedente mandato della Commissione sono emersi “esempi concreti in cui abbiamo avuto dubbi sul sostegno ad alcune istituzioni, o anche alle cosiddette organizzazioni della società civile in alcuni Stati membri dove c’era un problema di potenziali abusi”.

Sebbene non vengano mai menzionate Ungheria e Polonia, è abbastanza chiaro il riferimento ai due Paes, senza dimenticare l’attacco dell’UE a quelle indecenti zone polacche dichiarate “FREE LGBT”. La Commissione europea ha poi voluto ribadire come l’Unione europea sia il simbolo di uguaglianza per tutte le persone. “I valori e i diritti fondamentali dell’Ue devono essere rispettati dagli Stati membri e dalle autorità statali”, ha precisato la Commissaria europea per l’uguaglianza, Helena Dalli.

A fine 2020 il parlamento ungherese ha approvato nuovi atroci emendamenti alla Costituzione che di fatto cancellano le famiglie arcobaleno dal Paese.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

I film LGBTQIA+ della settimana 24/30 giugno tra tv generalista e streaming - film queer 2 - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 24/30 giugno tra tv generalista e streaming

Culture - Federico Boni 24.6.24
aggressione-foggia-intervista

Foggia, parla Alessandro, vittima dell’aggressione: “Trasformiamo la violenza in sogno” – intervista

News - Francesca Di Feo 21.6.24
Tale e Quale Show 2024, primi rumor sul cast. Da Federico Fashion Style alle Karma B e Giulia De Lellis - Tale e Quale Show 2024 - Gay.it

Tale e Quale Show 2024, primi rumor sul cast. Da Federico Fashion Style alle Karma B e Giulia De Lellis

Culture - Redazione 24.6.24
Yan Couto fa sparire i capelli rosa che hanno scosso il Brasile. "Mi hanno detto che sono stravaganti" - Yan Couto - Gay.it

Yan Couto fa sparire i capelli rosa che hanno scosso il Brasile. “Mi hanno detto che sono stravaganti”

Corpi - Redazione 24.6.24
Fedez annuncia apertura canale OnlyFans

Fedez cede a OnlyFans e apre il suo canale: “Mi consigliano di ripulirmi l’immagine e faccio il contrario”

News - Emanuele Corbo 21.6.24
@milanopride

Perché il Milano Pride non ha madrine e padrini? Le comunità ebraiche queer ci saranno? Intervista

Lifestyle - Riccardo Conte 24.6.24

Hai già letto
queste storie?

Mennuni, Corrotti e Perissa, prosegue la becera propaganda della destra contro le famiglie Arcobaleno - Lavinia Mennuni - Gay.it

Mennuni, Corrotti e Perissa, prosegue la becera propaganda della destra contro le famiglie Arcobaleno

News - Redazione 22.3.24
g7-diritti-lgbt

G7 nell’Italia dell’estrema destra, spariti i diritti LGBTQIA+ che a Hiroshima nel 2023 erano in agenda

News - Francesca Di Feo 14.6.24
Dopo la querela di Paola Egonu, Vannacci si scusa con la pallavolista: "È un'italiana di cui andiamo orgogliosi" - Dopo la querela Vannacci si scusa con Paola Egonu - Gay.it

Dopo la querela di Paola Egonu, Vannacci si scusa con la pallavolista: “È un’italiana di cui andiamo orgogliosi”

News - Redazione 14.5.24
Barbera, presidente Corte Costituzionale, al Parlamento: "Serve una legge sui figli delle famiglie arcobaleno" - Augusto Barbera - Gay.it

Barbera, presidente Corte Costituzionale, al Parlamento: “Serve una legge sui figli delle famiglie arcobaleno”

News - Redazione 18.3.24
Chi è Marilena Grassadonia candidata alle Elezioni Europee con Verdi e Sinistra Italiana - grassadonia - Gay.it

Chi è Marilena Grassadonia candidata alle Elezioni Europee con Verdi e Sinistra Italiana

News - Redazione 6.5.24
Carolina Morace

Europee 2024, intervista a Carolina Morace (M5S): “Pace e diritti, sì alla GPA regolamentata. Atlete trans? È difficile”

News - Federico Boni 13.5.24
georgia-legge-agenti-stranieri (2)

La Georgia come l’Ucraina? I georgiani vogliono l’Unione Europea: cosa sta succedendo

News - Francesca Di Feo 21.5.24
elezioni-indonesia-2024

Indonesia, estrema destra anti-LGBTI+ verso la vittoria, chi è Prabowo Subianto leader di Gerindra

News - Francesca Di Feo 16.2.24