Vaiolo delle scimmie, chiusa sauna gay di Madrid: Pride di Gran Canaria possibile ‘super-diffusore’

92 casi nel mondo, scienziati preoccupati per l'inedita diffusione da umano ad umano. OMS: "tra omosessuali ma non solo".

ascolta:
0:00
-
0:00
sauna paraiso madrid vaiolo delle scimmie pride gran canarie gay.it
sauna paraiso madrid vaiolo delle scimmie pride gran canarie gay.it
4 min. di lettura
sauna paraiso madrid vaiolo delle scimmie
Madrid – L’annuncio su Facebook di Sauna Paraiso

Le autorità sanitarie locali di Madrid hanno disposto la chiusura della sauna a frequentazione gay Paraiso, situata in Calle Norte, 15, nella quale parrebbe esserci stata una grande concentrazione di casi di contagio da vaiolo delle scimmie, o quanto meno la più grande della capitale iberica.

Sulla pagina Facebook della stessa sauna Paraiso si legge (traduzione automatica ndr):

Sauna Paraiso rimarrà chiusa nei prossimi giorni come misura precauzionale di fronte all’allerta lanciata dalla Sanidad per l’apparizione dei contagi del cosiddetto virus della scimmia nella Comunità di Madrid, perché per noi il benessere dei nostri clienti è prioritario. Ci appelliamo alla responsabilità individuale di ogni persona per evitare la trasmissione di qualsiasi infezione. Scusate il disturbo. 

 

Intanto aumentano con rapidità i casi accertati di contagio da uomo a uomo in tutto il mondo. Sempre in Spagna le autorità indagano su un cluster di contagi legato ad alcune feste nell’isola Gran Canaria. Per il quotidiano El Pais – e come riportato da AdnKronos – alcune feste sull’isola sarebbero all’origine del contagio. In particolare si sottolinea che la presenza di 80mila persone accorse da Spagna e da tutto il mondo al Pride di Maspalomas tenutosi tra il 5 e il 15 Maggio  potrebbe aver costituito ad oggi la più alta concentrazione di persone contagiate da vaiolo delle scimmie. Qui sopra un video di una delle feste del Pride tratto dall’account del Pride stesso).

Il paziente zero italiano, ricoverato all’Ospedale Spallanzani di Roma, era rientrato da Gran Canaria. Il Pride di Maspalomas viene quindi ad oggi individuato come “super-spreader” (super-diffusore) del possibile contagio.

Il virus del vaiolo delle scimmie naturalmente non è un virus che predilige contagiare maschi omosessuali: non esiste e non può esistere un virus che faccia distinzione di orientamento sessuale. Ed è ridicolo pensarlo.

 

È altresì possibile – e i numeri ad oggi dimostrerebbero proprio questo – che, trattandosi di un virus che si trasmette mediante contatto ristretto (sia respiratorio, sia mediante contatto tra liquidi organici e lesioni a derma e mucose), abbia trovato facile via di diffusione in alcuni soggetti con comportamenti che favoriscono il contagio. Secondo i media di tutto il mondo e secondo gli organi sanitari di diversi paesi del mondo, ad oggi sembra si tratti di persone che abbiano frequentato l’ambiente ristretto di una sauna o che hanno partecipato agli eventi del Pride di 10 giorni sull’isola di Gran Canaria. Ma si è parlato anche di una famiglia inglese.

Ad ora sono 92 i casi confermati e 28 sospetti di vaiolo delle scimmie segnalati all’OMS. I contagiati vivono in 12 stati nei quali la malattia non è endemica: Australia, Belgio, Canada, Francia, Germania, Italia, Olanda, Portogallo, Regno Unito, Spagna, Stati Uniti, Svezia.

A proposito dell’incidenza di persone omosessuali nei cluster di contagi, l’OMS ha dichiarato:

“Sulla base delle informazioni attualmente disponibili, i casi sono stati identificati principalmente, ma non esclusivamente, tra uomini che hanno rapporti sessuali con uomini”.

Ad oggi non c’è certezza se la trasmissione avvenga soltanto mediante rapporti sessuali, oppure, come più probabile, anche via aerea.

Il dato che maggiormente preoccupa gli scienziati è il fatto che ad oggi tutte le persone contagiate in Nord America e in Europa parrebbero non aver avuto alcun contatto con Africa Centrale e Africa Orientale. Secondo Africa News è possibile che il primo paziente nell’epidemia abbia contratto la malattia mentre era in Africa,  ma – scrive il quotidiano africano – “ciò che sta accadendo ora è eccezionale.”

Christian Happi, direttore dell’African Center of Excellence for Infectious Disease Genomics  ha dichiarato che non si è mai visto nulla di simile a quanto sta accadendo in Europa “Non abbiamo visto nulla che dica che i modelli di trasmissione del vaiolo delle scimmie sono cambiati in Africa – ha detto Happi – quindi, se sta accadendo qualcosa di diverso in Europa, allora l’Europa deve indagare su questo“.

“Ogni giorno mi sveglio e vedo che nuovi paesi vengono infettati”, ha spiegato ad Africa News Oyewale Tomori, virologo che dirige l’Accademia delle scienze nigeriana e che fa parte di diversi comitati consultivi dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) – “Questo non è il tipo di diffusione che abbiamo visto in Africa occidentale, quindi potrebbe esserci qualcosa di nuovo in Occidente“, ha aggiunto in sintonia con il suo collega Happi.

Lo stupore di tutti gli scienziati del mondo ad oggi è sulla questione della trasmissione uomo-uomo. Questo sembrerebbe il dato nuovo. Mentre fino a pochi mesi fa il vaccino delle scimmie nell’uomo era sempre collegato a un contagio avvenuto da animale a uomo (scimmie, ma anche topi e scoiattoli contagiati), oggi in Nord America ed Europa si osserva un’inedita diffusione di vaiolo delle scimmie trasmesso da umano a umano.

Il virus del vaiolo della scimmia può avere fino a 21 giorni di incubazione. I primi sintomi sono mal di testa, senso di spossatezza e debolezza. Può esserci febbre. Possono gonfiarsi i linfonodi. Dopo qualche giorno appaiono pustole su viso, collo, dorso, addome e genitali.

La vaccinazione contro il vaiolo esiste, e una vaccinazione di massa fu effettuata nella seconda metà del ‘900, poi interrotta nel 1980. Non è ancora accertato che il vaccino contro il vaiolo sia efficace contro il vaiolo delle scimmie. Esistono farmaci anti-virali che possono frenare la replicazione del virus.

 

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

BigMama date estive

BigMama parte per il “Pride Tour”: tutte le date per un’estate nel segno dell’orgoglio

Musica - Emanuele Corbo 24.5.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Piper, Lamoglia, Ghali e altri - Specchio Specchio - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Piper, Lamoglia, Ghali e altri

Culture - Redazione 23.5.24
Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo - In from the Side cover - Gay.it

Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo

Corpi - Federico Boni 20.5.24
L'artista marziale Bryce Mitchell istruirà suo figlio a casa perché "a scuola diventerebbe gay" (VIDEO) - Bryce Mitchell - Gay.it

L’artista marziale Bryce Mitchell istruirà suo figlio a casa perché “a scuola diventerebbe gay” (VIDEO)

Corpi - Redazione 24.5.24
triptorelina-famiglie-incatenate-sede-aifa

Triptorelina, le famiglie si incatenano sotto la sede dell’AIFA per protestare il tavolo tecnico e la sua composizione

News - Francesca Di Feo 24.5.24
Mahmood: "Sono stato un ragazzino cicciotello per niente cool, ma più libero e sicuro di chi sono oggi"

Mahmood: “Sono stato un ragazzino cicciotello per niente cool, ma più libero e sicuro di chi sono oggi”

Musica - Emanuele Corbo 22.5.24

Leggere fa bene

stati-uniti-carolina-del-sud-terapie-affermative-minori

Triptorelina, prima di accedervi bisognerà sottoporsi a una terapia riparativa?

Corpi - Francesca Di Feo 17.4.24
vaiolo-delle-scimmie-firenze

Firenze, 11 casi confermati di vaiolo delle scimmie, ma nessun allarmismo: la situazione è sotto controllo

Corpi - Francesca Di Feo 2.2.24
giovani-transgender-careggi-genitori-lettera-europa

La disperata lettera all’Europa di 259 genitori di adolescenti transgender per fermare l’attacco del Governo Meloni al Careggi di Firenze

News - Francesca Di Feo 9.2.24
Transgender triptorelina

Giovani trans* e gender diverse: la scienza difende l’impiego di triptorelina: “Basta disinformazione”

Corpi - Francesca Di Feo 31.1.24
Transgender triptorelina

Cos’è la triptorelina e come viene utilizzata nelle terapie di affermazione di genere per l* adolescenti

Corpi - Francesca Di Feo 14.3.24
gran-canaria

Gran Canaria: paradiso tutto da scoprire tra escursioni, diving e yoga sulla spiaggia

Viaggi - Francesca Di Feo 21.5.24
triptorelina-tavolo-tecnico-schillaci-roccella

Triptorelina, l’Italia di Meloni all’attacco: ecco il tavolo tecnico per “valutare” la somministrazione in ambito di affermazione di genere

Corpi - Francesca Di Feo 26.3.24
L’oblio oncologico è legge: un dialogo con l’attivista Laura Marziali - Sessp 11 - Gay.it

L’oblio oncologico è legge: un dialogo con l’attivista Laura Marziali

Corpi - Federico Colombo 28.12.23