Speciale coming out

L’espressione coming out è usata per indicare la decisione di dichiarare apertamente il proprio orientamento sessuale o la propria identità di genere. Questa espressione deriva dalla frase inglese coming out of the closet (“uscire dal ripostiglio” o “uscire dal nascondiglio”, ma letteralmente “uscire dall’armadio a muro”), cioè “uscire allo scoperto“. In italiano la traduzione letterale sarebbe “uscir fuori”, ma questa forma non ha prevalso su quella inglese. Con questo significato, comunque, è utilizzato in italiano il verbo “dichiararsi” o l’espressione “uscire allo scoperto”. L’espressione abbreviata comunemente usata, coming out, ha un contenuto ironico, in quanto era – e in parte è ancora – l’espressione usata per indicare il “debutto in società” di una giovane adolescente, di solito al ballo delle debuttanti. In Italia, l’espressione coming out, che indica una scelta deliberata, è molto spesso confusa con outing, che indica invece l’esposizione dell’omosessualità di qualcuno da parte di terze persone senza il consenso della persona interessata.

LE ULTIME NOTIZIE SUL COMING OUT

I PIU LETTI