Beyoncé: perché tuttə stanno amando (e parlando) di “Reinassance”

Tra lodi e controversie. Vi riassumiamo tutto il chiacchiericcio generato dal nuovo album.

ascolta:
0:00
-
0:00
beyonce reinassance polemiche bla bla bla
beyonce reinassance polemiche bla bla bla
3 min. di lettura

Per chiunque avesse passato le ultime settimane in una caverna ai bordi della Terra, lo scorso venerdì Beyoncé ha rilasciato un nuovo album. Annunciato all’improvviso, in pieno stile Mrs. Knowles, Renaissance ha già fatto esplodere le coronarie a tutto il mondo prima di uscire. Anticipato dall’inno dance anni ’90 Break My Soul, non è solo l’ennesimo album di una delle popstar più amate di sempre, ma un’esperienza collettiva che accomuna entusiasmo, incontenibile gioia, e conversazioni di ogni tipo.

renaissance Beyoncé
Renaissance, Beyoncé (by: Carljn Jacobs)

Sedici tracce tra dance, afrobeat, funk, hiphop, per una durata totale di sessantadue minuti, con la promessa (mantenuta) di scrollarsi di dosso ogni paura e farci scatenare sulla pista da ballo, ma anche molto altro: “La mia intenzione è quella di creare uno spazio sicuro, un luogo senza giudizi” scrive Beyoncé “Un luogo dove liberarci dal perfezionismo e senza pensare troppo. Un luogo dove gridare, liberare, e sentire la libertà. Spero sentiate gioia con questa musica, che vi faccia ondeggiare. E sentire unici, forti, e sexy come siete”. Tra sample di Donna Summer e collaborazioni con artisti neri e queer come Big Freedia, TS Madison, Honey Dijon, Sad, Moi Renee, MikeQ e Kevin Aviance, Renaissance è prima di tutto una lettera d’amore. A John, zio gay che Beyoncé definisce “il più favoloso uomo che ha mai conosciuto” e non solo: brani come Heated, Pure/Honey, Thique, e Summer Renaissance sono liberamente ispirati dal mondo delle ballroom e della house culture di fine anni ’80 e primi anni ’90. Nel photoshoot ufficiale dell’album, Queen B indossa outfit che onorano Pepper LaBeija e Octavia St. Laurent, pioniere e icone trans che hanno scalfito la storia della comunità nera LGBTQIA+. Tra i ringraziamenti del disco, Beyoncé scrive: “Grazie a tuttə lə pionierə che hanno dato origine alla nostra cultura, a tutti gli angeli caduti il cui contributo è rimasto non riconosciuto per troppo tempo”.

Renaissance è rapidamente diventato l’album più ascoltato del 2022 su Spotify in un solo giorno, con più di 42 milioni di stream ottenendo il più grande rilascio da un’artista femminile quest’anno. Affiancato da Motomami di Rosalìa, Renaissance è anche l’album più acclamato dalla critica musicale nel 2022, con uno score del 93% su Metacritic. Come scrive un utente, tra la valanga di lodi su Twitter, Renaissance è il disco più “debosciato” nella carriera di Beyoncé: “È un disco incredibilmente divertente. Post-disco e una vera lettera d’amore alla scena ballroom, alla cultura queer, e icone come Donna Summer, Grace Jones (ndr. con cui duetta nel brano Move insieme a Tems), e Madonna”.

Un evento così mastodontico porta con sé anche le sue controversie: Kelis ha accusato Beyoncé di “furto”, per aver utilizzato in Energy un sample della sua canzone del ‘2000, Get Along With You dall’album Kaleidoscope, senza chiederle alcun permesso (la canzone vede tra i credits solo Pharrell Williams e Chad Hugo) : “La mia mente è scioccata dal livello d’ignoranza e mancanza di rispetto da tutte e tre le parti coinvolte” scrive la rapper su Instgram, definendo chi fa parte dell’industria senza anima o integrità. Kelis si è esposta ulteriormente sulla questione in un lungo video su TikTok, ma Beyoncé non ha mai risposto alle accuse.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Kelis (@kelis)

La canzone Heated, inoltre, è stata fortemente criticata per l’utilizzo della parola “sp*z“, termine fortemente abilista e discriminatorio che ha generato non poche polemiche sul web: “Il suo talento non giustifica l’utilizzo di un linguaggio abilista” scrive su Guardian, Hannah Diviney con paralisi cerebrale. Nelle ultime ore, è arrivata la conferma dal team che la parola verrà rimossa e il testo della canzone modificato: “La parola, non utilizzata con le intenzioni di ferire nessunə, verrà sostituita” dichiara uno statement ufficiale. Stesso approccio è stato adottato lo scorso giugno da Lizzo, che utilizzò la stessa parola nel suo brano GRRRLS, per poi cambiarlo in una nuova versione.

beyoncé renaissance
Renaissance, Beyoncé (by: Carljn Jacobs)

Renaissance è la quintessenza del reset culturale, ennesima conferma di un’artista che monopolizza l’attenzione della scena musicale, in uno stato di devozione perpetuo, tenendo ancora i riflettori puntati su di sé. Che piaccia o meno.

 

 

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming - film queer - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming

News - Federico Boni 26.2.24
FR*CINEMA

A Roma arriva FR*CINEMA, tra film queer e riappropriazione culturale

Cinema - Redazione Milano 28.2.24
Alberto De Pisis

Alberto De Pisis, tra carriera, amori e speranze per il futuro: “Mi piacerebbe diventare papà” – intervista

Culture - Luca Diana 28.2.24
Si conoscono da bambini ad una festa, 26 anni dopo si sono fidanzati. La bellissima storia di Kenny e Aaron - La bellissima storia di Kenny e Aaron - Gay.it

Si conoscono da bambini ad una festa, 26 anni dopo si sono fidanzati. La bellissima storia di Kenny e Aaron

Culture - Redazione 29.2.24
Rooy Charlie Lana

Vergognarsi e spogliarsi lo stesso: intervista con Rooy Charlie Lana, tra desiderio e non binarismo

Culture - Riccardo Conte 29.2.24
The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati - The History of Sound di Oliver Hermanus - Gay.it

The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati

Cinema - Redazione 29.2.24

Leggere fa bene

We Are the World, l'imperdibile doc Netflix che racconta la notte che ha cambiato il pop - The Greatest Night in Pop A2021 2 4 462 1a 001 - Gay.it

We Are the World, l’imperdibile doc Netflix che racconta la notte che ha cambiato il pop

Cinema - Federico Boni 1.2.24
Mean Girls arriva il Musical, locandina e il trailer ufficiale del nuovo film! - Schermata 2023 11 09 alle 15.03.13 - Gay.it

Mean Girls arriva il Musical, locandina e il trailer ufficiale del nuovo film!

Cinema - Riccardo Conte 9.11.23
madonna celebration tour london

Madonna canta “I will survive”, ecco reazioni social e video della prima del Celebration Tour a Londra

Musica - Mandalina Di Biase 15.10.23
Emmy 2024, i vincitori. Elton John entra nel club EGOT, con RuPaul in trionfo e all'attacco dei repubblicani - VIDEO - Emmy 2024 i vincitori. Elton John entra nel club EGOT con RuPaul in trionfo e allattacco dei repubblicani - Gay.it

Emmy 2024, i vincitori. Elton John entra nel club EGOT, con RuPaul in trionfo e all’attacco dei repubblicani – VIDEO

Culture - Federico Boni 16.1.24
Febbraio 2024, Sanremo: Mahmood interpreta "Com'è profondo il mare" di Lucio Dalla, in duetto con i Tenores Bitti

Mahmood e Lucio Dalla, un’utopia che tiene insieme tutto, tra vertigine e grazia

Musica - Federico Colombo 9.2.24
Billie Eilish variety

Billie Eilish fa coming out: è attratta dalle donne (ma anche intimidita da loro)

Culture - Redazione Milano 14.11.23
raffaella-carra-opera-lirica

David 2024, c’è anche “Raffa” tra i candidati per il miglior documentario

Cinema - Redazione 26.1.24
Il ritorno di Mahmood: "Ho quasi finito di scrivere il nuovo disco. Il singolo è pronto" - Mahmood - Gay.it

Il ritorno di Mahmood: “Ho quasi finito di scrivere il nuovo disco. Il singolo è pronto”

Musica - Redazione 5.10.23