Catania, attivista Arcigay aggredito con un cacciavite al grido “Ci sono troppi fr*ci”

"Ero solo e ho pensato di morire", ha confessato il 22enne.

ascolta:
0:00
-
0:00
Catania, attivista Arcigay aggredito con un cacciavite al grido "Ci sono troppi fr*ci" - Catania attivista Arcigay aggredito - Gay.it
2 min. di lettura

Fiore Cantone ha 22 anni, è uno studente di Lingue e culture moderne all’Università di Catania ed è un attivista Arcigay. Sabato scorso ha trascorso la serata in compagnia di amici. Tornando a casa, alle ore 03:33 di notte, in via Umberto un uomo in auto ha iniziato a squadrarlo. Si è fermato, è sceso dall’auto apparentemente per chiedergli informazioni, ma con fare ambiguo. Non a caso in pochi attimi l’uomo si è scagliato contro il ragazzo, cercando di pugnalarlo con un cacciavite e strappandogli via le cuffiette.

Io ho reagito colpendolo alla faccia con un violento pugno (o schiaffo, non ricordo bene) riuscendo a riprendermi le cuffiette“, ha denunciato Fiore sul suo profilo Instagram. “Dopo aver visto che ero in grado di difendermi ha indietreggiato e ha cominciato a rivolgermi degli insulti omofobi affermando pure che “ormai a Catania i fr*ci siamo troppi”. L’ho minacciato di chiamare la polizia, lui mi ha risposto che stava solo scherzando ed è scappato via con l’auto, di cui ho la targa”. “Mi ha aggredito perché nel mio zaino ho attaccato portachiavi e spille Lgbtqia+, tramite i quali mi ha catalogato come persona non etero. Ero solo e ho pensato di morire. Un attimo dopo l’aggressione mi sono sentito mancare l’aria, non riuscivo a respirare bene e mi sono accasciato per terra. In seguito ho chiamato il mio coinquilino che mi ha fatto compagnia per il resto della strada, sono arrivato a casa, ho avvisato i miei, preoccupatissimi, ed infine ho denunciato. Serve una legge, ora. Ho riscontrato tantissima solidarietà, soprattutto da parte di altri attivisti transfemministi aroaci, gay, lesbiche, bisessuali e trans“.

Parole che piombano nel pieno del dibattito politico sul DDL Zan, tornato in Senato 6 mesi dopo il brusco stop imposto dai senatori della Repubblica. “Sono orgoglioso e fiero di Fiore“, ha commentato Armando Caravini, presidente di Arcigay Catania. “Perché ci ha messo la faccia, decidendo di denunciare. Deve essere un esempio per tutti coloro che ricevono atti di violenza omofobica sia verbale sia fisica, ma che per paura non denunciano. Come Arcigay esprimiamo la massima disponibilità e siamo prontз a dare tutto il supporto psicologico e legale”. “Questa è l’ennesima dimostrazione di come in Italia occorra un’aggravante contro la bifobia, gayfobia, la lesbofobia, la afobia, la transfobia e la intersexfobia. Vicende come queste non possono essere trattate come una semplice aggressione o rapina o qualsiasi altra cosa non siano. Ribadiamo: serve una legge, ora. Denuncerò il caso all’Unar, l’Ufficio antidiscriminazione“.

Vicinanza a Fiore anche da parte di Arcigay Catania: “Siamo rimastə tuttə senza parole; sentiamo ancora l’applauso delle Senatrici e dei Senatori in Parlamento che gioivano per la bocciatura di una legge che puntava alla prevenzione di tali crimini e che avrebbe punito questo reato in maniera più adeguata, quale frutto di odio. Questa notizia non fa altro che rinnovare la nostra richiesta di una legge che punisca i crimini d’odio. Nella nostra vicinanza a Fiore, il Gruppo tiene a sottolineare che come sempre ci siamo e ci saremo nell’offrire qualsiasi mezzo di supporto e salvaguardia alle persone della comunità Lgbtqia+ vittime di violenza. Siamo vicinə a Fiore e ci saremo sempre nell’offrire qualsiasi mezzo di supporto e salvaguardia alle persone della comunità LGBTQIA+ vittime di violenza. Se toccano unə toccano tuttə!“.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Fiore Cantone (@fiorearoace)

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Eurovision 2025 in Svizzera, è corsa a due tra Ginevra e Basilea per ospitare l’evento musicale - Nemo Eurovision - Gay.it

Eurovision 2025 in Svizzera, è corsa a due tra Ginevra e Basilea per ospitare l’evento musicale

Culture - Redazione 22.7.24
La nuova Forza Italia "liberal" voluta dai Berlusconi vuole dividere la comunità LGB da quella T?

Forza Italia vuole dividere la comunità LGBIAQ dalla comunità T, ma noi “Insieme siamo partite, insieme torneremo”

News - Giuliano Federico 22.7.24
Palinsesti Rai 2024/2025, slitta Sanremo, fuori Serena Bortone. Promossi Insegno, Sechi, Barbareschi e Giletti - Palinsesti Rai - Gay.it

Palinsesti Rai 2024/2025, slitta Sanremo, fuori Serena Bortone. Promossi Insegno, Sechi, Barbareschi e Giletti

Culture - Federico Boni 19.7.24
Blue Phelix intervista

Blue Phelix e il buio dopo X Factor: “Sono stato molto giudicato e ho sofferto. Oggi so chi sono”

Musica - Emanuele Corbo 22.7.24
Jordan Bardella Gay.it Roberto Vannacci

Ai Patrioti piace così, Vannacci è troppo anti-gay,: l’omosessualità e le voci manipolatorie su Bardella gay

News - Mandalina Di Biase 21.7.24
Il Poiesis Quartet si esibiranno al XXIV Emilia Romagna Festival il 21, 23, e 26 Agosto

Poiesis Quartet, il primo quartetto queer nella storia della musica classica – Intervista

Musica - Riccardo Conte 20.7.24

Hai già letto
queste storie?

arezzo-whynot-chiuso

Arezzo, chiusa la serata queer WhyNot per troppi episodi di violenza verbale omobitransfobica

News - Francesca Di Feo 21.3.24
Scampia, omofobia di Pasqua. Sputi e sigarette spente addosso a 23enne: "Mi hanno chiamato r*cchiò" - omofobia - Gay.it

Scampia, omofobia di Pasqua. Sputi e sigarette spente addosso a 23enne: “Mi hanno chiamato r*cchiò”

News - Redazione 2.4.24
senegal-legge-anti-gay-2024

Senegal, proposta per rendere ancora più feroce la legge anti-gay: fino a 15 anni di carcere per “atti contro natura”

News - Francesca Di Feo 4.7.24
L’Indonesia vuole vietare i media LGBTQIA+ e il giornalismo investigativo - indonesia gay protest - Gay.it

L’Indonesia vuole vietare i media LGBTQIA+ e il giornalismo investigativo

News - Redazione 29.5.24
burkina-faso-lgbt-africa

Burkina Faso, la giunta militare criminalizza l’omosessualità

News - Redazione 12.7.24
Viktor Orban - Giorgia Meloni - Ungheria, la legge anti-LGBTI+ ha un impatto devastante sulla nostra comunità

Ungheria, impatto devastante della legge anti-LGBTI+, il rapporto di Amnesty

News - Francesca Di Feo 28.2.24
St. Vincent e Grenadine, l'Alta Corte conferma: "Il sesso gay è illegale, legge ragionevolmente necessaria" - Caraibi - Gay.it

St. Vincent e Grenadine, l’Alta Corte conferma: “Il sesso gay è illegale, legge ragionevolmente necessaria”

News - Redazione 19.2.24
Russia, il primo caso di "estremismo LGBTQIA+" finirà in tribunale: arrestati manager e direttrice del club queer Pose - VIDEO - russia club pose orenburg - Gay.it

Russia, il primo caso di “estremismo LGBTQIA+” finirà in tribunale: arrestati manager e direttrice del club queer Pose – VIDEO

News - Francesca Di Feo 22.3.24