Centinaia di artisti drag davanti il Campidoglio della Florida per protestare contro la legge anti-drag

Già approvata e in attesa della firma di Ron DeSantis, la legge vieterebbe a qualsiasi locale di ospitare spettacoli drag in tutto lo Stato.

ascolta:
0:00
-
0:00
Centinaia di artisti drag davanti il Campidoglio della Florida per protestare contro la legge anti-drag - Drag Florida - Gay.it
2 min. di lettura

Dopo il Tennessee e in attesa del Texas, la Florida. Negli Stati Uniti d’America si infiamma la protesta nei confronti delle drag queen, improvvisamente e inspiegabilmente diventate ‘criminali’ da vietare agli occhi dei minori. Se il Tennessee è diventato il primo Stato d’America a bandire ufficialmente gli spettacoli drag in pubblico, con un giudice che ha però stoppato la legge perché visibilmente incostituzionale, anche la Florida di Ron DeSantis ha recentemente approvato un disegno di legge anti drag.

Oltre 300 artisti drag si sono così ritrovati sulle scale del Campidoglio dello Stato, a Tallahassee, per protestare contro l’ennesima legge pensata e voluta per criminalizzarli. La manifestazione è stata organizzata dal gruppo di difesa LGBTQ+ Equality Florida, con l’intento non solo di protestare ma anche di educare il pubblico sulla “ricca storia del Drag come forma di espressione artistica culturale adatta a tutte le età“.

I manifestanti sono entrati in Campidoglio urlando “Drag is not a crime“. Tutto nasce dall’S.B. 1438. Il disegno di legge, approvato e in attesa della firma del governatore repubblicano anti-LGBTQ+ Ron DeSantis, proibisce alle entità governative di rilasciare permessi a organizzazioni che potrebbero tenere “spettacoli dal vivo per adulti” in presenza di minori. Il disegno di legge definisce “spettacolo dal vivo per adulti” come “qualsiasi spettacolo, esibizione o altra presentazione di fronte a un pubblico dal vivo che, in tutto o in parte, raffigura o simula nudità, condotta sessuale, eccitazione sessuale o specifiche attività sessuali… condotta oscena , o l’esposizione oscena di genitali o seni protesici o finti. Le aziende che violano la legge rischiano di perdere le licenze per alimenti e bevande“.

Sebbene non menzioni esplicitamente il drag, è evidente come la legge prenderebbe di mira specificamente i locali che ospitano spettacoli drag. L’amministrazione DeSantis ha già presentato numerosi reclami contro i locali della Florida che hanno ospitato spettacoli di drag queen, chiedendo la revoca delle loro licenze per gli alcolici. Una città della Florida ha già annullato il suo Pride, in attesa che il governatore firmi S.B. 1438 in legge.

L’attivista drag di Orlando Darcel Stevens, che ha contribuito a organizzare la manifestazione, ha dichiarato:

Le drag queen non sono solo intrattenitrici, siamo preziosi contributori della società: proprietari di piccole imprese, genitori, insegnanti, infermieri, primi soccorritori e molto altro. I floridiani sanno che non rappresentiamo una minaccia. Ecco perché ci siamo trovati uniti qui, usando le nostre potenti voci per incoraggiare l’attivismo politico, registrare gli elettori e resistere alle politiche che danneggiano noi e i fratelli e le sorelle della nostra comunità LGBTQIA+”. “Non andremo da nessuna parte, non rimarremo in silenzio, ci alzeremo e combatteremo“.

Ron DeSantis, a detta di molti potenziale sfidante di Donald Trump per le elezioni nazionali del 2024, ha già approvato la contestatissima legge Don’t Say Gay, dichiarando guerra alla critica Disney che ha ora deciso di trascinarlo in tribunale.

 

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Sentenza Bari due mamme Gay.it

Tribunale di Roma, sì alla trascrizione del certificato estero con due mamme

News - Redazione 26.2.24
Roberto Vannacci accusato di istigazione all'odio e difeso dalla Lega di Salvini

“Vannacci ha istigato all’odio razziale” l’accusa, la Lega di Salvini lo difende

News - Redazione Milano 26.2.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri - Specchio 8 - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri

Culture - Redazione 23.2.24
Lewsi Hamilton rainbow

F1, il Bahrain vuole vietare la bandiera LGBTI+, cosa farà Hamilton in Ferrari?

Lifestyle - Redazione Milano 26.2.24
Federico Massaro, Grande Fratello

Grande Fratello, il percorso di Federico Massaro dopo l’uscita di Vittorio Menozzi

Culture - Luca Diana 27.2.24
Eurovision 2024, Angelina Mango vola secondo i bookmakers. Le ultime quote - Angelina Mango - Gay.it

Eurovision 2024, Angelina Mango vola secondo i bookmakers. Le ultime quote

News - Redazione 23.2.24

I nostri contenuti
sono diversi

La Cassazione rigetta il ricorso di Pillon. Definitiva la condanna per diffamazione ai danni di un'associazione LGBTQIA+ - Simone Pillon - Gay.it

La Cassazione rigetta il ricorso di Pillon. Definitiva la condanna per diffamazione ai danni di un’associazione LGBTQIA+

News - Redazione 23.11.23
Martano, omofobia ai danni della drag queen Tekemaya: "Mi veniva da piangere e mi son sentita male" - Tekemaya - Gay.it

Martano, omofobia ai danni della drag queen Tekemaya: “Mi veniva da piangere e mi son sentita male”

News - Redazione 6.12.23
Messico, il presidente Obrador definisce "un uomo vestito da donna" la deputata trans Salma Luevano - Andres Manuel Lopez Obrador - Gay.it

Messico, il presidente Obrador definisce “un uomo vestito da donna” la deputata trans Salma Luevano

News - Redazione 10.1.24
Drag Race Italia 3, Chiara Iezzi ospite della 3a puntata tutta dedicata alle hit di Paola e Chiara. Il trailer - Drag Race Italia - Gay.it

Drag Race Italia 3, Chiara Iezzi ospite della 3a puntata tutta dedicata alle hit di Paola e Chiara. Il trailer

Culture - Redazione 26.10.23
montenegro-diritti-lgbt

Il Montenegro candidato all’ingresso UE tra “sterilizzazione forzata” delle persone trans e linguaggio d’odio rampante

News - Francesca Di Feo 18.1.24
alessia-crocini-paolo-mieli-nichi-vendola-gpa

“Parole di Paolo Mieli vergognose”, la reazione di Alessia Crocini dopo l’attacco a Vendola

News - Francesca Di Feo 28.11.23
Nancy Pelosi su Giorgia Meloni: "Ha problemi con i diritti LGBTQIA+ e il rispetto delle minoranze” - nancy pelosi - Gay.it

Nancy Pelosi su Giorgia Meloni: “Ha problemi con i diritti LGBTQIA+ e il rispetto delle minoranze”

News - Redazione 1.9.23
Thailandia verso il matrimonio egualitario

Thailandia, ad un passo il sì definitivo del Parlamento al matrimonio egualitario

News - Federico Boni 21.12.23