DDL Zan, Salvini sfacciato: “Scrivo lettera insieme ad associazioni LGBT per sollecitare modifiche e dialogo”

Il punto è che dinanzi ad una legge monca, che escluda follemente le persone trans da qualsivoglia tutela, è doveroso fuggire.

salvini
2 min. di lettura

48 ore fa una quindicina di associazioni LGBT nazionali hanno scritto una lunga e accorata lettera ai senatori della Repubblica, chiedendo loro di NON approvare alcuna modifica al DDL Zan, già approvato alla Camera al termine di sfiancanti limature e compromessi. Oggi Matteo Salvini, ovvero colui che per mesi ha definito il DDL Zan “inutile”, perché gli italiani avevano altro a cui pensare e perché l’omotransfobia non era un’emergenza, ha indossato il cappello del pompiere, volendo passare per colui che vorrebbe ‘salvare’ la legge. Dopo Matteo Renzi, che ha intrapreso la stessa identica strada puntando il dito accusatorio contro Pd, LeU e 5 Stelle nel caso in cui il DDL dovesse affondare in aula sotto i colpi dei franchi tiratori, anche il leader leghista ha fatto altrettanto. Arrivando però ad annunciare una lettera addirittura scritta insieme a fantomatiche associazioni LGBT. Quali? Non è dato saperlo, per ora.

Sto scrivendo la lettera con l’aiuto di associazioni gay, lesbiche, avvocati, insegnanti. La lettera che manderò è un invito al dialogo, siccome l’impianto è quello del ddl Zan, la lettera sollecita l’accoglimento di alcuni miglioramenti, di alcuni emendamenti“, ha anticipato Salvini, cancellando di fatto mesi e mesi di aberranti dichiarazioni. “Approviamo insieme, velocemente, la settimana prossima, gli articoli importanti di una legge importante che condanna e persegue ogni tipo di abuso violenza e discriminazione, lasciando da perte quello che perfino la Santa sede e il Santo Padre hanno indicato come problemi, punti critici e divisivi, ovvero il gender nelle scuole, i reati di opinione, la censura della libertà di pensiero e di parola. Lasciando che siano le famiglie a parlare ed educare i propri figli“.

Peccato che il gender nelle scuole non esista, che i reati di opinione siano stati ampiamente smentiti e smontati pezzo dopo pezzo, perché inesistenti all’interno del DDL, che la libertà di pensiero e di parola è garantita dalla Costituzione, tant’è che se anche solo lontanamente il DDL limitasse simili libertà verrebbe molto banalmente bocciato in quanto incostituzionale. Ma Salvini, si sa, sforna slogan, liste, senza mai entrare nel merito, alimentando a getto continuo fake news ampiamente smascherate.

Ci sono dei senatori del Pd in carica che dicono anche esplicitamente a Letta ‘Ascolta la Lega, scegli il dialogo, altrimenti non vai da nessuna parte’“, ha continuato Salvini, che ha così provato a lasciare il Pd con il cerino in mano. “Letta ha qualche giorno di tempo per capire che è la strada giusta. Io guardo ai fatti e spero che non affossino il lavoro fatto negli scorsi mesi. A me viene il dubbio che Letta voglia affossare la legge. Che abbia usato le tematiche dei diritti civili e delle ragazze e dei ragazzi che si amano per farne una battaglia ideologica, a costo di arrivare al nulla dopo mesi e mesi di lavoro. Perchè se si va al voto così non va da nessuna parte“.

Il punto è che dinanzi ad una legge monca, che escluda follemente le persone trans da qualsivoglia tutela, è doveroso fuggire. Una legge simile non la vuole il movimento, la comunità, non esiste in nessuna parte d’Europa. E non la vuole neanche la Lega, che da anni fa di tutto per affossarla, tra dichiarazioni agghiaccianti, migliaia di emendamenti, ostruzionismo duro e puro tanto in commissione quanto in aula. La maschera di Matteo Salvini è caduta da tempo, e non c’è modo di indossarne un’altra.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe - cover wp - Gay.it

Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe

News - Lorenzo Ottanelli 20.5.24
Beatrice Quinta, da X Factor al primo EP

Beatrice Quinta: “Parlo sempre di sesso perché ho scoperto che posso godere” – Intervista

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm - Block Pass - Gay.it

Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm

Cinema - Federico Boni 17.5.24
©AFP

Meryl Streep è nessunə e tuttə noi

Cinema - Riccardo Conte 20.5.24
Paola e Chiara singolo estivo Festa totale

Paola e Chiara, arriva il singolo “Festa totale”: “Il nostro grido d’amore forte e libero”

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
queer palm, festival di cannes, i vincitori

Festival di Cannes. Tutti i film vincitori della Queer Palm dal 2010 ad oggi

Cinema - Gio Arcuri 17.5.24

Continua a leggere

meloni orban

Ungheria, Orban sfida l’UE: “Inammissibile l’ingresso dei propagandisti LGBTIA+ nelle nostre scuole” – VIDEO

News - Redazione 22.1.24
Barbara Masini Azione Elezioni Europee

Europee 2024, intervista a Barbara Masini di Azione: “Italia peggiorata sui diritti, le famiglie sono tutte uguali”

News - Federico Boni 14.5.24
monza-mozione-famiglie-arcobaleno-pd

Monza, la giunta PD spiega perché ha bocciato la mozione a favore delle famiglie arcobaleno

News - Francesca Di Feo 5.1.24
Donald Trump e il trionfo in Iowa, cosa succede ora con le primarie repubblicane? - Donald J. Trump - Gay.it

Donald Trump e il trionfo in Iowa, cosa succede ora con le primarie repubblicane?

News - Federico Boni 17.1.24
Finlandia, gay e unito civilmente Pekka Haavisto vola al ballottaggio presidenziale contro Alex Stubb - Pekka Haavisto - Gay.it

Finlandia, gay e unito civilmente Pekka Haavisto vola al ballottaggio presidenziale contro Alex Stubb

News - Federico Boni 29.1.24
Sardegna Partito Gay

Il Partito Gay Lgbt+ appoggia Alessandra Todde alle regionali in Sardegna

News - Lorenzo Ottanelli 23.1.24
Europee 2024, il Pd e Tarquinio. Lui insiste: "Il DDL Zan non mi piace, sulle unioni civili dico "a ciascuno si dia il suo"" - Marco Tarquinio - Gay.it

Europee 2024, il Pd e Tarquinio. Lui insiste: “Il DDL Zan non mi piace, sulle unioni civili dico “a ciascuno si dia il suo””

News - Federico Boni 5.4.24
Milano, il consigliere comunale Michele Albiani denuncia per stalking attivista LGBT: "3 anni di inferno" - Michele Albiani - Gay.it

Milano, il consigliere comunale Michele Albiani denuncia per stalking attivista LGBT: “3 anni di inferno”

News - Redazione 21.3.24