Ero gay: il disagio per Luca Di Tolve che invoca la Madonna per convertire i gay

A Modugno (BA) una preghiera di conversione all'eterosessualità da parte di un "educatore di anime", già Mr Gay, poi convertito dalla Madonna di Medjugorje, e chissà se ha anche un profilo su Grindr? Vi confessiamo il nostro profondo disagio.

Ero gay: il disagio per Luca Di Tolve che invoca la Madonna per convertire i gay - luca di tolve - Gay.it
4 min. di lettura

Luca Di Tolve, ve lo ricordate? La canzone di Povia? Luca, proprio lui. È da lì che parte il racconto: “Luca era gay e adesso sta con lei“. Un motto per Luca Di Tolve, sedicente Christian life coach, che dal 2011, anno di pubblicazione del suo libro-manifesto “ERO GAY. A Medjugorje ho ritrovato me stesso”, si fa carico di chi, come lui, vive imprigionato dalle peccaminose catene dell’omosessualità.

Luca Di Tolve
“Ero gay”, Libro autobiografico in cui Luca Di Tolve racconta la sua “conversione”

Non sorprende la vicinanza tra Povia – che lo scorso sabato ha cantato alla manifestazione no vax al Circo Massimo – e l’educatore di anime. Entrambi convinti di possedere la Verità, entrambi, in questi ultimi mesi, hanno dato sfogo alla loro fame di complotti con dirette e post deliranti contro il green pass, contro il vaccino, contro il ddl Zan. Le premesse per il più roseo oblio ci sono tutte, eppure, in tempi di scemenze sdoganate, c’è chi dà adito e lustro a ogni pensierino lanciato durante una rara connessione neuronale.

Per e con Di Tolve, il prossimo 27 novembre è stato organizzato un “momento di preghiera” presso la Parrocchia Immacolata di Modugno nell’hinterland di Bari. Un vero e proprio evento per presentare la riedizione del suo capolavoro con tanto di prefazione del Cardinale Robert Sarah, attuale Prefetto emerito della Congregazione per il culto divino e la disciplina dei sacramenti. insomma, uno dei vertici della Curia romana, grande amante dell’automatismo del “pensiero unico“.

“Un cammino faticoso, fatto di tanti dubbi e cadute, che lo porta fino a Medjugorje, l’incontro con la Madonna e una completa rinascita interiore”. Si legge nella quadra di copertina del suo libro – riportata sulla locandina dell’evento. E continua “Ritrovato se stesso Luca incontra Terry, si sposa nel 2008 e nel 2014 diventa padre, pervaso da una gioia piena e da una pace mai sperimentate prima. Un’autobiografia controcorrente dettata dal desiderio di testimoniare la propria rinascita”.

Sì, perché Luca e Terry Di Tolve, coppia simbolo di purezza, sono talmente convinti della propria posizione da educare gli altri alla scoperta di sé e alla redenzione dello spirito di chi presenta “pulsioni omosessuali“, come si legge sul loro sito.

I due coniugi organizzano corsi per “omosex” e “genitori di omosex”, con tanto di consulenza telefonica, nella speranza che l’applicazione di messaggistica su cui arrivano le richieste di aiuto non sia nella stessa cartella di Grindr. Anzi, bisognerebbe capire se sia incluso un servizio anche lì. “Luca Di Tolve, ospito per consulenza privata, no perditempo“.

Luca Di Tolve
Locandina, “Momento di preghiera”, Parrocchia Immacolata a Modugno (BA)

La storia di Luca Di Tolve è la perfetta parabola per chi ama strumentalizzare tutti i cliché da sempre legati all’omosessualità. La sua vita non potrebbe essere sceneggiata meglio,

“Eletto Mister gay negli anni Novanta, Luca incomincia a scalare le vette del successo vivendo ogni esperienza di trasgressione che in quel mondo si possa incontrare, tra sesso, lussuria, potere e gironi infernali. Dietro l’angolo, però, sta in agguato un nemico letale: l’Aids, che senza pietà lo priva nel giro di pochi anni dei migliori amici e anche lui contrae il virus. A quel punto qualcosa si rompe nell’equilibrio artificiosamente costruito…”

Insomma, un po’ come San Francesco si spoglia delle sue vesti per abbracciare una vita di preghiera e povertà, così Di Tolve si scrolla di dosso la celebrità, la bellezza, la perversione, la droga e last but not least l’Aids – poteva mai mancare la malattia più strumentalizzata degli ultimi quarant’anni (Susan Sontag perdonami!) nel racconto di un redento dall’omosessualità? – per tuffarsi in un’esistenza fatta di preghiera e… povertà?

In questo modo, Luca Di Tolve, così come San Francesco, diviene l’esempio perfetto, l’archetipo e la vita-modello per tutti coloro che non aspettano altro che imbattersi in una cartina di tornasole per le proprie convinzioni. Ne serve solo una e il gioco è fatto, soprattutto se, come in questo caso, il piatto è condito con una conversione, una moglie, una figlia e una piattaforma pedagogica di aiuto. La sua storia è la versione pro delle TERF prese come esempio virtuoso dai politici e giornalisti per sdoganare la loro transfobia.

A questo punto, non sorprende la facile e sempre attuale connessione tra perversione, peccato e omosessualità e tra redenzione, cristianità ed eterosessualità. Luca Di Tolve in uno degli ultimi post su Facebook si definisce “PADRE, MARITO E UOMO“, e non bisogna sforzarsi troppo per immaginarlo con una mano sulla tastiera e con l’altra a brandire un rosario. Connessioni un po’ troppo facili, che dite? Bastano queste poche righe per capire qual è la matrice del pensiero di taluni personaggi.

Luca Di Tolve
Pagina Facebook di Luca Di Tolve

Non si vuole supporre che sia tutto studiato a tavolino, la storia sarà vera, come è vero che rappresenta la perfetta quadratura del cerchio per far leva sulle convinzioni di una parte di popolazione (quanto consistente?) che realmente crede di poter guarire dall’omosessualità o che, ancor peggio ma ancor più diffuso, vorrebbe fare guarire un familiare. I coniugi di Tolve saranno mica i Wanna Marchi e Stefania Nobile dei nostri tempi? GUERRA AL LARDO!!! GUERRA ALLE FR*CE!!! 

Nella sceneggiata c’è posto anche per la ripicca e il dispetto al vicino, tutto in salsa italiana. Un po’ come la messa di ringraziamento per l’affidamento del ddl Zan, in provincia di Treviso, con il Sindaco dichiaratamente omosessuale; così Modugno avrà l’assessore o consigliere a cui dare una lezione.

A noi, che leggiamo divertiti queste notizie, provando un senso di curiosità ed eccitato distacco – come quando ascoltiamo una storia vagamente esotica, da terre che non sappiamo nemmeno ben collocare sulla cartina geografica -, non resta che ricoprirci con un velo di profondo disagio e chiederci e immaginarci chi sono le persone che alimentano la baracca Luca e Terry Di Tolve. Tutto così lontano da noi, eppure… Nel mentre, c’è sempre la speranza che questa storia entri a far parte della bulimica produzione di Ryan Murphy, così che il regista possa svelarci un risvolto BDSM dei coniugi o chissà quale passione blasfemo-sessuale.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

triptorelina-famiglie-incatenate-sede-aifa

Triptorelina, le famiglie si incatenano sotto la sede dell’AIFA per protestare il tavolo tecnico e la sua composizione

News - Francesca Di Feo 24.5.24
Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe - cover wp - Gay.it

Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe

News - Lorenzo Ottanelli 20.5.24
Chi è Karla Sofía Gascón, prima attrice trans a trionfare a Cannes e presto in un film con Vladimir Luxuria - Karla Sofia Gascon 1 - Gay.it

Chi è Karla Sofía Gascón, prima attrice trans a trionfare a Cannes e presto in un film con Vladimir Luxuria

Cinema - Redazione 27.5.24
Omar Ayuso e Itzan Escamilla di Elite sono una coppia? (FOTO) - Omar Ayuso e Itzan Escamilla foto cover - Gay.it

Omar Ayuso e Itzan Escamilla di Elite sono una coppia? (FOTO)

Culture - Redazione 27.5.24
Marco Mengoni e Angelina Mango, arriva il duetto

Marco Mengoni duetta con Angelina Mango nell’album “poké melodrama”: svelati tutti gli ospiti

Musica - Emanuele Corbo 27.5.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Piper, Lamoglia, Ghali e altri - Specchio Specchio - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Piper, Lamoglia, Ghali e altri

Culture - Redazione 23.5.24

Continua a leggere

Pavel Lobkov

Mosca, giornalista mostra segni di aggressione “Così picchiano un fr**io”

News - Redazione Milano 2.1.24
san-gregorio-magno-quindicenne-accoltella-il-padre

Ragazzo di 15 anni accoltella il padre che lo “accusa” di essere gay durante una lite domestica

News - Francesca Di Feo 18.12.23
Essere gay e candidarsi come sindaco in provincia, attacchi omofobi a Riccardo Vannetti: "La risposta è l'educazione alle diversità" - INTERVISTA - riccardo vannetti - Gay.it

Essere gay e candidarsi come sindaco in provincia, attacchi omofobi a Riccardo Vannetti: “La risposta è l’educazione alle diversità” – INTERVISTA

News - Francesca Di Feo 17.5.24
Odio LGBTIAQ social network

L’odio social verso la comunità LGBTQIA+ ha conseguenze nella vita reale, ma Meta, X e TikTok non fanno abbastanza per arginarlo

News - Francesca Di Feo 25.1.24
Insulti a Carolina Morace dopo l'annuncio della candidatura alle europee: "Pedofila devi stare in carcere" - Carolina Morace - Gay.it

Insulti a Carolina Morace dopo l’annuncio della candidatura alle europee: “Pedofila devi stare in carcere”

News - Redazione 2.5.24
Aggressione Ragazzo Gay Milano Piazza Diaz

Milano, ragazzo di 22 anni accoltellato in pieno centro perché gay

News - Redazione Milano 19.5.24
Poliziotto costretto ad esami psichiatrici per verificare se fosse gay, il Tar condanna il ministero - carcere - Gay.it

Poliziotto costretto ad esami psichiatrici per verificare se fosse gay, il Tar condanna il ministero

News - Redazione 18.4.24
Lodi, "mi hanno messo vicino a un tavolo di gay e a un disabile". La replica della titolare alla recensione disumana - pizzeria recensione choc - Gay.it

Lodi, “mi hanno messo vicino a un tavolo di gay e a un disabile”. La replica della titolare alla recensione disumana

News - Redazione 12.1.24