Fedez vs. Giorgia Meloni: “A 18 anni sparavo stronz*te. Anche lei diceva che Mussolini ha fatto cose buone”

Il rapper ha così commentato la richiesta d'archiviazione della Procura della Repubblica di Milano del procedimento ai suoi danni per vilipendio delle forze armate dello Stato.

ascolta:
0:00
-
0:00
Fedez vs. Giorgia Meloni: "A 18 anni sparavo stronz*te. Anche lei diceva che Mussolini ha fatto cose buone" - Mattarella Fedez e Chiara Ferragni - Gay.it
2 min. di lettura

Dopo Chiara Ferragni, che a fine agosto aveva tuonato contro Giorgia Meloni, anche Fedez si è esposto nei confronti della leader di Fratelli d’Italia.

Prima di planare sul Gran Premio di Monza, dove ha posato per un selfie con Sergio Mattarella presto diventato virale, Fedez ha commentato a modo suo la richiesta d’archiviazione della Procura della Repubblica di Milano del procedimento ai suoi danni per vilipendio delle forze armate dello Stato. Ad appena 18 anni, infatti, il rapper definiva i carabinieri “infami e figli di cani” nella canzone ‘Tu come li chiami‘.

Nel commentare la richiesta d’archiviazione, Fedez ha confrontato il suo ‘caso’ a quello di Giorgia Meloni, che alla sua stessa età “non diceva cose più intelligenti, nelle trincee del movimento sociale italiano a dire che Mussolini ha fatto anche cose buone”.

“Se potete accettare senza indignazione le sue dichiarazioni potete accettare che anche io a 18 anni sparavo stronzate e io non ricoprirò nessun ruolo istituzionale in questo Paese, per fortuna per voi”, ha continuato il rapper, che ha spiegato quanto accaduto sin dall’inizio.

“Sta girando la notizia di Un’associazione di ex carabinieri che mi ha denunciato per vilipendio all’Arma, sono incazzati neri perché è stata richiesta l’assoluzione, la conseguenza di questo sono i titoloni dei giornali dove la semplificazione la fa da padrona in cui sono tutti indignati, specialmente i ‘patrioti’ italiani. Ovviamente le cose sono più complesse di così.  Ho scritto questa canzone a 18 anni e oggi ne ho 33, il tempismo di quest’associazione, con 15 anni di ritardo, è tra le motivazioni per cui è stata chiesta l’assoluzione. La canzone oggi non rispecchia il mio pensiero ma se dovessero condannarmi sarebbe un guaio perché tutti i pubblici uffici sarebbero intasati da testi di rapper che quando sono giovani o anche meno dicono le medesime cose quindi non era neanche un testo così originale”. “Non biasimo chi si indigna, ma trovo un po’ inutili i procedimenti giudiziari volti a finire nel nulla e solo a creare indignazione a chi ha la bandierina italiana nel profilo di Twitter ma ragazzi abbassate le vostre aspettative, viviamo in Italia dove chi ricoprirà alte cariche di governo nel futuro brevissimo potrebbe essere Giorgia Meloni che a 18 anni non diceva cose più intelligenti, no?”.

Una stoccata alla leader di FDI, dopo aver più e più volte pubblicamente criticato Matteo Salvini.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Alberto De Pisis

Alberto De Pisis, tra carriera, amori e speranze per il futuro: “Mi piacerebbe diventare papà” – intervista

Culture - Luca Diana 28.2.24
Ghana legge anti LGBTI approvata dal parlamento

Ghana, il parlamento approva la legge anti-LGBTI, il Presidente Akufo-Addo firmerà?

News - Giuliano Federico 28.2.24
Rooy Charlie Lana

Vergognarsi e spogliarsi lo stesso: intervista con Rooy Charlie Lana, tra desiderio e non binarismo

Culture - Riccardo Conte 29.2.24
The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati - The History of Sound di Oliver Hermanus - Gay.it

The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati

Cinema - Redazione 29.2.24
Liarmouth, Aubrey Plaza di The White Lotus nel primo film di John Waters dopo 20 anni - Aubrey Plaza - Gay.it

Liarmouth, Aubrey Plaza di The White Lotus nel primo film di John Waters dopo 20 anni

Cinema - Redazione 28.2.24
Eurovision 2024 Eden Golan October Rain

Boicottare Eurovision 2024 e la partecipazione di Israele? “October rain” di Eden Golan va esclusa?

Musica - Redazione Milano 27.2.24

I nostri contenuti
sono diversi

educazione affettiva educazione sessuale

Educazione all’affettività e alla sessualità nelle scuole definita “porcheria” dal leghista Sasso: bocciata dalla Camera

News - Redazione Milano 6.10.23
Rai Meloni è un flop dopo l'altro. Che Tempo che Fa vola su Nove con ascolti record - che tempo che fa 2 - Gay.it

Rai Meloni è un flop dopo l’altro. Che Tempo che Fa vola su Nove con ascolti record

Culture - Federico Boni 16.10.23
Polemiche per Vladimir Luxuria in radio con Storace, Selvaggia Lucarelli: "Pur di lavorare, banderuola" - Polemiche per Vladimir Luxuria in radio con Francesco Storace - Gay.it

Polemiche per Vladimir Luxuria in radio con Storace, Selvaggia Lucarelli: “Pur di lavorare, banderuola”

News - Redazione 25.9.23
Associazioni LGBTQIA+ italiane in piazza per dire basta alla criminalizzazione degli attivisti russi - sit in Russia 8 - Gay.it

Associazioni LGBTQIA+ italiane in piazza per dire basta alla criminalizzazione degli attivisti russi

News - Redazione 11.1.24
Elezioni USA 2024, Donald Trump vs. Ron DeSantis. È incubo omobitransfobia con il candidato repubblicano - donald trump vs. ron desantis - Gay.it

Elezioni USA 2024, Donald Trump vs. Ron DeSantis. È incubo omobitransfobia con il candidato repubblicano

News - Federico Boni 2.11.23
Steven Miles, il pornodivo bisessuale, Proud Boy e trumpiano, condannato a 24 mesi di carcere per l'assalto a Capitol Hill - Steven Miles - Gay.it

Steven Miles, il pornodivo bisessuale, Proud Boy e trumpiano, condannato a 24 mesi di carcere per l’assalto a Capitol Hill

News - Redazione 20.2.24
francesca pascale politica libero

Francesca Pascale scende in politica, voci di una possibile candidatura

News - Redazione Milano 20.11.23
Bruno Vespa in difesa della pesca di Esselunga attacca la comunità LGBTQIA+ e le famiglie arcobaleno. È polemica - Bruno Vespa in difesa della pesca di Esselunga attacca la comunita LGBTQIA e le famiglie arcobaleno - Gay.it

Bruno Vespa in difesa della pesca di Esselunga attacca la comunità LGBTQIA+ e le famiglie arcobaleno. È polemica

News - Redazione 2.10.23