I film LGBTQIA+ della settimana 24/30 luglio tra tv generalista e streaming

Da Todd Haynes a Derek Jarman, buon palinsesto queer a tuttə!

ascolta:
0:00
-
0:00
I film LGBTQIA+ della settimana 24/30 luglio tra tv generalista e streaming - film estate 2023 - Gay.it
5 min. di lettura

Ultima settimana di luglio e nuovo palinsesto LGBTQIA+ firmato Gay.it in arrivo. Come ogni lunedì è tempo di cinematografia queer da consigliare, spaziando tra tv generalista e piattaforme streaming.

Un calendario ad hoc, giorno per giorno, con un film da recuperare, riscoprire, rivedere, tra scult assoluti, titoli premiati e doc, abbracciando i generi più disparati con l’intenzione di provare ad accontentare tuttə. Voi che dite, ci siamo riusciti anche questa settimana?

Lunedì 24 luglio, Velvet Goldmine – PRIME VIDEO

I film LGBTQIA+ della settimana 24/30 luglio tra tv generalista e streaming - Velvet Goldmine - Gay.it

Cult assoluto di Todd Haynes velatamente ispirato alla vita di David Bowie, Velvet Goldmine ruota attorno a Brian Slade, esponente di punta del Glam Rock che prende d’assalto la Gran Bretagna. Ma prigioniero del suo stesso personaggio, Slade, seguendo un impulso autodistruttivo, mette in scena il proprio assassinio. 1984: Arthur, un giornalista inglese che lavora in America per un quotidiano di New York, riceve l’incarico di scrivere un articolo sulla vicenda di Brian Slade di cui Arthur era stato da ragazzo molto più che un semplice fan…

Stupefacenti performance degli attori Jonathan Rhys Meyers, Ewan McGregor, Christian Bale e Toni Collette, con trionfante colonna sonora firmata Brian Eno, Slade, T-Rex, Lou Reed, Placebo. Presentato a Cannes, vinse il premio per il miglior contributo artistico.

Martedì 25 luglio, Io sono Sofia – PRIME VIDEO

I film LGBTQIA+ della settimana 24/30 luglio tra tv generalista e streaming - Io sono Sofia - Gay.it

Premiato nel 2019 come Miglior Documentario Lungometraggio all’International LGBTQ Film Festival Omovies di Napoli, il film mostra la storia di Sofia, giovane donna transessuale che, dopo aver nascosto il suo corpo e la sua natura per molti anni, decide di rendere pubblico il proprio percorso di transizione e di condividere interrogativi e timori con le persone a lei più vicine.

Mercoledì 26 luglio, Bellifreschi, ore 20:55 – CANALE34

I film LGBTQIA+ della settimana 24/30 luglio tra tv generalista e streaming - image w1280 - Gay.it

Classico anni ’80 di Enrico Oldoini con due strepitosi Lino Banfi e Christian De Sica nei duplici abiti di Tommaso “Tom” Barletta/Mario “Jerry” Marcelli e Dolores/Barbara, Bellifreschi è una commedia en-travesti chiaramente ispirata a A qualcuno piace caldo.

Due attori sprovveduti, giunti in America per lavorare con Sylvester Stallone, rimangono coinvolti in una sparatoria, in cui la star viene colpita: creduti colpevoli, devono travestirsi da donna e fuggire per tutto il paese.

Giovedì 27 luglio, Non sono una Signora, ore 21:15 – RAI2

I film LGBTQIA+ della settimana 24/30 luglio tra tv generalista e streaming - Non sono una Signora - Gay.it

Finalissima per questa prima (e ultima?) stagione del drag show condotto da Alba Parietti, con 5 concorrenti ancora in gara e da svelare. Ovvero She Funk, The Nancies, Ayumi Flambé, Meusa Du Champ e Energy Crisis. Chi vincerà tra le 5 e chi si celerà sotto trucco e parrucco? A lungo osteggiato dal governo Meloni, Non sono una Signora si è dimostrato un ottimo prodotto, con buonissimi ascolti e critiche, tanto da meritarsi un rinnovo. Ma arriverà?

Venerdì 28 luglio, Perfetti Sconosciuti – NETFLIX

I film LGBTQIA+ della settimana 24/30 luglio tra tv generalista e streaming - Perfetti Sconosciuti - Gay.it

Nel corso di una cena, che riunisce un gruppo di amici, la padrona di casa Eva, ad un certo punto, si dice convinta che tante coppie si lascerebbero se ogni rispettivo controllasse il contenuto del cellulare dell’altro. Parte così una sorta di gioco per cui tutti dovranno mettere il proprio telefono sul tavolo e accettare di leggere sms/chat o ascoltare telefonate pubblicamente. Quello che all’inizio sembra un passatempo innocente diventerà man mano un gioco al massacro e si scoprirà che non sempre conosciamo le persone così bene come pensiamo. Col procedere della serata, in maniera progressiva, verranno svelati i lati segreti di ognuno, sino ad arrivare a un finale inaspettato.

Diretto da Paolo Genovese, Perfetti Sconosciuti è entrato nel guiness dei record come film con più remake nella storia del Cinema. Vinse due David di Donatello, compreso quello come miglior film dell’anno, e 3 Nastri.

Sabato 29 luglio, Sebastiane – MUBI

I film LGBTQIA+ della settimana 24/30 luglio tra tv generalista e streaming - Sebastiane - Gay.it
Classico indiscusso di Derek Jarman, interamente recitato in latino, Sebastiane è da quasi 50 anni cult gay.

Nel 300 D. C., alla corte di Diocleziano, il soldato romano Sebastiano da Norbona viene accusato di simpatia verso i cristiani e per questo mandato in esilio in un’isola popolata da soli uomini. Questi, per poter appagare le proprie voglie, si dedicano ad attivita sessuali. Sebastiano diventa l’oggetto del desiderio del comandante Severo e malgrado provi un’attrazione fisica nei suoi confronti, resiste alle attenzioni dell’uomo subendo con piacere masochistico le torture a cui viene sottoposto.

Domenica 30 luglio, Quando eravano nell’Ombra – RAIPLAY

I film LGBTQIA+ della settimana 24/30 luglio tra tv generalista e streaming - Quando eravano nellOmbra - Gay.it

A cinquant’anni dal primo Pride, La Grande Storia ha ospitato il racconto dei “Moti di Stonewall”, la notte in cui, a New York, nacque il movimento di liberazione omosessuale che dall’America si diffuse in tutto l’Occidente. E ricordato le tappe che hanno segnato il cammino della “questione omosessuale” in Italia. Con le testimonianze di Franco Grillini, presidente onorario di Arcigay, e di Angelo Pezzana, degli attori Leo Gullotta e Carlo Gabardini e di Liana Borghi, Francesca Vecchioni, Gabriele Piazzoni e Fabrizio Marrazzo.

Era la notte tra il 27 e il 28 giugno 1969 quando la polizia di New York irruppe allo Stonewall Inn, uno dei punti di riferimento della comunità omosessuale della Grande Mela. Era un piccolo locale di Cristopher Street, nel cuore del Greenwich Village, frequentato soprattutto da giovani gay, lesbiche e travestiti, tartassato periodicamente dalle forze dell’ordine. In quegli anni non c’era nessun movimento gay in America, solo qualche piccola associazione che non osava turbare la sensibilità dominante. Il “Manuale diagnostico e statistico” dell’Associazione americana di psichiatria definiva l’omosessualità come una malattia mentale. La sera del 27 giugno allo Stonewall era in corso una festa e il locale era particolarmente affollato. Verso mezzanotte arrivò la polizia, manganelli in mano, con il pretesto di verificare la licenza di vendita degli alcolici. I clienti vennero fatti uscire uno a uno, i travestiti fermati. Ma quella notte, per la prima volta, qualcuno reagì. E in pochi minuti una folla di centinaia di persone, non solo clienti dello Stonewall, ma anche giovani accorsi dai dintorni, bloccò i poliziotti all’interno del locale e fronteggiò l’arrivo dei rinforzi. Quella notte nacque il movimento di liberazione gay che si diffonderà in tutto l’Occidente.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Amadeus

Amadeus lascia la Rai e raggiunge Fazio sulla NOVE di Discovery

Culture - Mandalina Di Biase 10.4.24
Ciao Maschio 2024, intervista alle Karma B: "Caro Salvini le facciamo questa domanda...." - Karma B Ciao Maschio 4 - Gay.it

Ciao Maschio 2024, intervista alle Karma B: “Caro Salvini le facciamo questa domanda….”

Culture - Federico Boni 12.4.24
Ma Ricky Martin si è eccitato sul palco del Celebration Tour di Madonna? (VIDEO) - Ricky Martin sale sul palco del Celebration Tour di Madonna - Gay.it

Ma Ricky Martin si è eccitato sul palco del Celebration Tour di Madonna? (VIDEO)

Musica - Redazione 9.4.24
Marco Mengoni per un noto brand di gioielli

Marco Mengoni è un gioiello, ma la verità è che tutti guardano un’altra cosa

Musica - Emanuele Corbo 10.4.24
Back to Black, recensione del biopic su Amy Winehouse. Il ricordo di un'icona sconfitta dall'amore - BackToBlack2024 - Gay.it

Back to Black, recensione del biopic su Amy Winehouse. Il ricordo di un’icona sconfitta dall’amore

Cinema - Federico Boni 11.4.24
Giovanni Donzelli foto instagram @giovadonze

Giovanni Donzelli di Fratelli d’Italia, outing di sua moglie che spiega “È un marito etero”

Culture - Mandalina Di Biase 9.4.24

Leggere fa bene

Lovers Film Festival 2024 a Torino dal 16 al 21 aprile al grido "il Cinema ti muove e ti commuove" - image006 - Gay.it

Lovers Film Festival 2024 a Torino dal 16 al 21 aprile al grido “il Cinema ti muove e ti commuove”

News - Redazione 18.1.24
Crossroads, il film con Britney Spears arriva per la prima volta in streaming. Ecco dove e quando - Crossroads - Gay.it

Crossroads, il film con Britney Spears arriva per la prima volta in streaming. Ecco dove e quando

Cinema - Federico Boni 23.1.24
Bruce LaBruce The Visitor Berlinale - Gay.it

La rivoluzione queer è una liberazione, Bruce LaBruce con ‘The Visitor’ alla Berlinale

Cinema - Redazione Milano 21.2.24
I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming - film queer - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming

News - Federico Boni 26.2.24
I film LGBTQIA+ della settimana 5/11 febbraio tra tv generalista e streaming - Film tv - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 5/11 febbraio tra tv generalista e streaming

Cinema - Federico Boni 5.2.24
il caftano blu, primo film marocchino alla shortlist degli oscar 2024

Il Caftano Blu è il film queer marocchino di maggior successo al mondo

Cinema - Redazione Milano 23.11.23
Tommy Dorfman alla regia del live action di Laura Dean continua a lasciarmi, graphic novel queer - Laura Dean continua a lasciarmi - Gay.it

Tommy Dorfman alla regia del live action di Laura Dean continua a lasciarmi, graphic novel queer

Cinema - Redazione 13.12.23
Golden Globe 2024, i vincitori. Trionfano Oppenheimer, Povere Creature e Anatomia di una Caduta - Golden Globe 2024 - Gay.it

Golden Globe 2024, i vincitori. Trionfano Oppenheimer, Povere Creature e Anatomia di una Caduta

Culture - Federico Boni 8.1.24