La nomination di Stephanie Hsu agli Oscar è un trionfo per la comunità queer

L'attrice di Everything Everywhere All At Once ha parlato della sua nomination e di quanto sia importante per ogni gruppo marginalizzato.

ascolta:
0:00
-
0:00
Everything Everywhere All at OnceStephanie Hsucr: Allyson Riggs/A24
Everything Everywhere All at Once Stephanie Hsu cr: Allyson Riggs/A24
2 min. di lettura

-2 agli Oscar 2023 e non sappiamo ancora cosa aspettarci.

Se di registe donne o queer non c’è traccia tra i Best Director, qualche piccola grande soddisfazione ce la dà Stephanie Hsu, co-star di Everything Everywhere All At Once.

Nominato a ben 11 statuette, l’acclamatissimo film di Daniel Kwan and Daniel Scheinert potrebbe portarsi a casa tutti i premi quest’anno, diventando un mezzo di grande visibilità per la rappresentazione dei gruppi più marginalizzati.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Stephanie Hsu (@stephaniehsuofficial)

Hsu che nel film interpreta Joy Wang e Jobu nel multiverso, figlia lesbica della protagonista Evelyn (interpreta da Michelle Yeoh, candidata come miglior attrice protagonista e prima donna asiatica nominata agli Oscar in almeno 85 anni) spiega che la sua nomination è qualcosa di ‘bellissimo e potente’ in questo momento storico.

Rappresenta la generazione più giovane, le persone che aspettano, le persone che rivedono sé stesse e in Joy o Jobs o entrambe, la comunità queer” spiega in un’intervista con Entertainment Weekly, dichiarandosi infinitamente grata del riconoscimento, ma sottolineando che per lei questa opportunità porta con sé la responsabilità e la possibilità di includere e considerare chiunque è rimast* ai margini, contribuendo questo lento ma irrefrenabile cambiamento.

Stephanie Hsu and Michelle Yeoh
Stephanie Hsu and Michelle Yeoh

Nell’intervista l’attrice ricorda il momento in cui sia madre l’ha vista sullo schermo per la prima volta, e piangendo le ha detto: “Sono io”.

Ho realizzato che quella era la prima volta che mia madre rivedeva sé stessa sullo schermo, e quello è per me davvero potente” commenta l’attrice.

Hsu riconosce che nonostante il successo, non rimarrà immune ai retaggi e gli ostacoli dell’industria hollywoodiana, ma non ha intenzione di tirarsi indietro: “Ho incontrato tutti i tipi di muri, ma mi ha transetto ancora più fuoco nello stomaco per capire che c’è ancora tanto lavoro da fare. Non rimarrò in silenzio”

Pur non dimenticando l’importanza simbolica di questo momento, Hsu specifica: “Mi sto allenando anche solo per godermelo!”.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Mahmood RA TA TA - Il velo e anche la tuta sono del brand palestinese Trashy Clothing

Mahmood fa “RA TA TA” con un velo palestinese che ha un significato

Musica - Mandalina Di Biase 13.6.24
Dennis Gonzalez, il nuotatore artistico fresco di trionfo europeo che ha sconfitto anche l'omofobia - Dennis Gonzalez - Gay.it

Dennis Gonzalez, il nuotatore artistico fresco di trionfo europeo che ha sconfitto anche l’omofobia

Corpi - Redazione 13.6.24
Tormentoni Queer estate 2024

Estate 2024, quali sono i tormentoni queer? La playlist di Gay.it

Musica - Luca Diana 4.6.24
Break The Code Tour, Nemo arriva in Italia. Ecco dove e quando - Break The Code Tour Nemo arriva in Italia - Gay.it

Break The Code Tour, Nemo arriva in Italia. Ecco dove e quando

Musica - Redazione 13.6.24
Matt Bomer: "Non mi hanno fatto fare Superman perché sono gay" - Matt Bomer - Gay.it

Matt Bomer: “Non mi hanno fatto fare Superman perché sono gay”

Cinema - Redazione 12.6.24
Alex Wyse in concerto

Alex Wyse contro i pregiudizi: “Siate liberi di essere ciò che siete. Nessuno può porci confini”

Musica - Emanuele Corbo 13.6.24

Hai già letto
queste storie?

FEMME (UTOPIA)

Femme è il thriller queer in drag di cui abbiamo bisogno, il trailer – VIDEO

Cinema - Redazione Milano 16.2.24
Gabriele Esposito, Giuseppe Giofrè e Simone Susinna - Foto: Instagram

18 bollenti mutande indossate per Calvin Klein

Lifestyle - Luca Diana 5.1.24
Taylor Swift Queer o Lesbica oppure no (a destra in Gucci ai Golden Globe 2024)

Taylor Swift è lesbica o queer o forse no: ma è giusto chiederselo?

Musica - Mandalina Di Biase 9.1.24
Bianca Antonelli è voce del collettivo ASIABEL

Tra egomania e lesbiche vere, la musica di Asiabel è un diario aperto: l’intervista

Musica - Riccardo Conte 5.4.24
@bigmamaalmic

Big Mama all’Onu contro body shaming e bullismo: ecco il discorso completo

Culture - Redazione Milano 23.2.24
Nicolas Maupas - Gay.it

Nicolas Maupas, da Nudes a Un Professore, il volto del maschio gentile

Serie Tv - Mandalina Di Biase 19.12.23
#LevisPride

Storia di quel Rainbow Rodeos tra cowboys, drag queen e anti-machismo

Culture - Riccardo Conte 7.6.24
The Acolyte, inclusione e rappresentazione LGBTQIA+ nella nuova serie Star Wars - The Acolyte 2 - Gay.it

The Acolyte, inclusione e rappresentazione LGBTQIA+ nella nuova serie Star Wars

Serie Tv - Redazione 21.3.24