Madonna e i comportamenti da diva sul set di Will & Grace: “Si era portata i vestiti da casa”

A parlarne il produttore esecutivo Gary Janetti.

ascolta:
0:00
-
0:00
Madonna e i comportamenti da diva sul set di Will & Grace: "Si era portata i vestiti da casa" - madonna will and grace - Gay.it
2 min. di lettura

Madonna si rifiutò di indossare i costumi che le erano stati forniti quando ha registrato un episodio di Will & Grace nel 2003. A svelare l’arcano il produttore esecutivo Gary Janetti.

All’epoca la regina del pop fece la sua comparsa nella quinta stagione della sit-com per il lancio di American Life. L’episodio, visto negli USA da quasi 18 milioni di spettatori, si intitolava “Dolls and Dolls“. Madonna interpretava Liz, la disordinata coinquilina di Karen (Megan Mullally).

Parlando al podcast “Behind the Velvet Rope with David Yontef”, Janetti ricorda: “Il suo personaggio era come una segretaria esecutiva, il tipo di donna che indossa le scarpe da ginnastica in metropolitana, si porta un altro paio di scarpe nella borsa e va all’happy hour dopo il lavoro e pensa di essere una specie di, sai, un grosso problema nel suo minuscolo ufficio. Quindi avrebbe dovuto indossare abiti di Anne Klein II con scarpe da ginnastica ed essere il tipo di donna che avresti visto in metropolitana. Ora Madonna è molto divertente… ma Madonna non voleva indossare nessuno di quei vestiti”.

Janetti ha poi sostenuto che la cantante, che all’epoca era “al culmine della sua fama”, si è portata il suo guardaroba e il suo glam team sul set. Il produttore si è detto poco sicuro che la popstar avesse “un senso dell’umorismo particolarmente buono”, così ha concluso che chiederle di indossare il guardaroba preselezionato per il suo personaggio “non era una conversazione che sarebbe avvenuta“.
Era favolosa“, precisa, “ma di conseguenza era circa il 50 percento meno divertente di quanto avrebbe dovuto essere”. “Avevamo anche battute che abbiamo dovuto cambiare a causa di ciò che diceva Karen, legate a ciò che indossava, perché non avevano più senso”. “Voglio dire, sembrava Madonna. Sembrava una celebrità ricca e favolosa, e non era quello il personaggio”. “Ma”, ha aggiunto, “era risoluta quando era nello show, ed era anche divertente“.

Nel 2017, mentre promuoveva il reboot di Will & Grace, Mullally disse a Jimmy Kimmel che fu facile lavorare con Madonna nonostante fosse un po’ disinteressata ai suoi co-protagonisti. “Madonna era molto bella“, aveva ricordato Mullally. “Ho pensato che fosse davvero carina e davvero presente. Ha lavorato sodo e non ha fatto la prima donna”. “Ma“, aggiunse, “non conosceva necessariamente i nostri veri nomi nella vita reale, d’altronde perché dovrebbe, chi se ne frega? Alcuni membri del cast erano davvero offesi, tipo “Non sa nemmeno il mio nome!” e io ero tipo “Chi se ne frega? Madonna sta facendo il nostro show! Non importa.'”

A domanda precisa di Kimmell se Madonna li avesse chiamati “Ciao Will, ciao Grace“, ​​Mullally ha risposto: “Sì, un po’, sì, sì, sì. Ma in un modo carino. Non ha bisogno di conoscere i nostri nomi, per urlarci qualcosa. Sta facendo il nostro show! Che importa?”

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Eurovision 2024, il cantante queer Silvester Belt rappresenterà la Lituania - Silvester Belt - Gay.it

Eurovision 2024, il cantante queer Silvester Belt rappresenterà la Lituania

Culture - Redazione 21.2.24
aromanticismo-cosa-vuol-dire

Come l’aromanticismo può aiutarci a decostruire la nostra concezione imposta dell’amore

News - Francesca Di Feo 20.2.24
transgender allattamento seno

Le mamme transgender e i genitori AMAB possono allattare: lo dice la scienza

Corpi - Francesca Di Feo 22.2.24
thailandia-matrimonio-egualitario

La Thailandia verso il matrimonio egualitario: approvazione del disegno di legge entro fine anno

News - Francesca Di Feo 19.2.24
adolescente-non-binari-aggressione-oklaoma (1)

USA, Nex Benedict, sedicenne non binariǝ, muore dopo un’aggressione transfobica a scuola

News - Francesca Di Feo 21.2.24
CameraModaUnarAFG photo da IG: Tamu McPherson

Milano Fashion Week e lotta alla discriminazione, siglato accordo tra Unar e Camera della Moda

Lifestyle - Mandalina Di Biase 20.2.24

Hai già letto
queste storie?

Lady Gaga sta lavorando a nuova musica

Lady Gaga, nuova musica in arrivo. Le foto in studio di registrazione accendono l’entusiasmo dei fan

Musica - Emanuele Corbo 10.1.24
Belve, ecco le ospiti dell’ultima puntata   - Belve - Gay.it

Belve, ecco le ospiti dell’ultima puntata  

Culture - Redazione 23.10.23
@adele

Una fan lesbica chiede ad Adele di sposarla, lei cosa risponde?

Musica - Redazione Milano 19.9.23
Pink vs. Ron DeSantis regala libri queer vietati nelle scuole della Florida: "Censura odiosa" - Pink vs. Ron DeSantis - Gay.it

Pink vs. Ron DeSantis regala libri queer vietati nelle scuole della Florida: “Censura odiosa”

Musica - Redazione 16.11.23
@beyonce

Beyoncé passa al country e annuncia Renaissance Act II: cosa aspettarci dal nuovo album?

Musica - Redazione Milano 12.2.24
Troye Sivan nominato Uomo dell'Anno da GQ - Troye Sivan nominato Uomo dellAnno - Gay.it

Troye Sivan nominato Uomo dell’Anno da GQ

Culture - Redazione 7.12.23
Paola e Chiara nel video di "Vamos a baila (Esta vida nueva)"

Paola e Chiara, ecco perché non ne ho mai abbastanza di “Television”

Musica - Emanuele Corbo 24.1.24
Hunger Games, Hunter Schafer e la rappresentazione trans nel prequel - Hunger Games Hunter Schafer e la rappresentazione trans nel prequel - Gay.it

Hunger Games, Hunter Schafer e la rappresentazione trans nel prequel

Cinema - Redazione 15.11.23