Lucio Malan contro Nicola Zingaretti: “No al DDL Zan, no all’indottrinamento LGBT nelle scuole”

Volano stracci all'interno della maggioranza di governo. Il senatore di Forza Italia, all'attacco del segretario Pd, "colpevole" di aver chiesto una rapida approvazione del DDL Zan.

lucio malan
Lucio Malan, senatore di FI.
2 min. di lettura

Il neonato Governo Draghi è già sull’orlo di una crisi di nervi, come ampiamente previsto e prevedibile. D’altronde come mettere insieme, nella stessa maggioranza, Pd e Lega, 5 Stelle e Forza Italia? Impossibile anche solo immaginarlo. Eppure l’impossibile è diventato realtà, con le prime risse politiche presto venute a galla, grazie anche all’assordante e prolungato silenzio del premier.

A poche ore dalle parole di Nicola Zingaretti, segretario Pd che ha nuovamente chiesto la rapida approvazione della legge contro l’omotransfobia, la misoginia e l’abilismo, Lucio Malan, vicecapogruppo vicario di Fi al Senato, ha attaccato a testa bassa, cavalcando il solito concentrato di menzogne e assurdità nei confronti del DDL Zan, più e più volte smontate, pezzo dopo pezzo.

Nel momento in cui, con il grande impegno di tutti, si è formato un governo di larghissima coalizione per affrontare l’emergenza nazionale sanitaria ed economico-sociale studiando misure da condividere nonostante le differenze, Nicola Zingaretti tira fuori l’ultra divisivo ddl Zan“, ha tuonato Malan, via IlTempo. “Del tutto inopportuno creare divisione in un momento come questo tentando di introdurre una legge che colpirebbe gravemente la libertà di espressione, la libertà religiosa e la libertà educativa. Una legge che equiparerebbe chi si oppone alle adozioni per le coppie omosessuali a chi fa propaganda nazista, una chiesa al Ku Klux Klan. Se Zingaretti ha problemi interni al Pd li risolva in altri modi, non imponendo ai bambini l’indottrinamento delle associazioni Lgbt nelle scuole“.

Peccato che all’interno del DDL Zan non ci sia alcun reato di opinione, nessun “indottrinamento gender”, nessuna censura, finché quanto detto e/o scritto non inciti all’odio e alla violenza. Immediata e altrettanto dura la replica di Franco Mirabelli, vicepresidente vicario del gruppo del Pd al Senato.

Il senatore Malan deve avere maggiore rispetto del Parlamento. Il disegno di legge Zan, ora all’attenzione del Senato, è stato approvato a larga maggioranza e a voto segreto dalla Camera, evidentemente anche con il contributo di deputati di Forza Italia. Il segretario del Pd Zingaretti fa bene a chiedere che l’iter legislativo di questa proposta venga completato al Senato. E’ una legge di civiltà e di buonsenso che contribuirà ad aumentare i diritti riconosciuti nel nostro Paese e che nulla a che fare con la caricatura disegnata da Malan. L’idea che una maggioranza larghissima come quella che sostiene il governo Draghi possa essere usata per impedire al Senato di approvare norme che provengono dalla Camera è davvero singolare. Le sue parole sono inaccettabili.

 

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Amadeus

Amadeus lascia la Rai e raggiunge Fazio sulla NOVE di Discovery

Culture - Mandalina Di Biase 10.4.24
Pietro Fanelli, Isola dei Famosi 2024

Pietro Fanelli, chi è il naufrago dell’Isola dei Famosi 2024?

Culture - Luca Diana 10.4.24
Victoria De Angelis dei Maneskin, vacanza romantica e baci social con l'amata Luna Passos (FOTO) - Victoria De Angelis dei Maneskin vacanza romantica e baci social con lamata Luna Passos FOTO - Gay.it

Victoria De Angelis dei Maneskin, vacanza romantica e baci social con l’amata Luna Passos (FOTO)

News - Redazione 9.4.24
Marco Mengoni per un noto brand di gioielli

Marco Mengoni è un gioiello, ma la verità è che tutti guardano un’altra cosa

Musica - Emanuele Corbo 10.4.24
Giovanni Donzelli foto instagram @giovadonze

Giovanni Donzelli di Fratelli d’Italia, outing di sua moglie che spiega “È un marito etero”

Culture - Mandalina Di Biase 9.4.24
Transgender triptorelina

Germania, approvata legge sull’autodeterminazione: “Le persone trans esistono e meritano riconoscimento”

News - Redazione 15.4.24

Continua a leggere

Chi è Mike Johnson, il nuovo speaker della Camera Usa che voleva bandire il sesso gay - Mike Johnson 2 - Gay.it

Chi è Mike Johnson, il nuovo speaker della Camera Usa che voleva bandire il sesso gay

News - Federico Boni 27.10.23
Vittorio Sgarbi, selfie con due minorenni e insulto omofobo: "Non siete fin*cchi? W la f*ga" (VIDEO) - Vittorio Sgarbi 2 - Gay.it

Vittorio Sgarbi, selfie con due minorenni e insulto omofobo: “Non siete fin*cchi? W la f*ga” (VIDEO)

News - Redazione 12.4.24
Roberto Menia di Fratelli d'Italia in Senato irride Macron: "Femmineo con pruriti muscolari" (VIDEO) - Roberto Menia di Fratelli dItalia in Senato irride Macron - Gay.it

Roberto Menia di Fratelli d’Italia in Senato irride Macron: “Femmineo con pruriti muscolari” (VIDEO)

News - Redazione 20.3.24
Pro Vita, nuovi aberranti manifesti contro la carriera alias a Roma: "Basta confondere l'identità sessuale dei bambini" - Pro Vita nuovi aberranti manifesti contro la carriera alias a Roma - Gay.it

Pro Vita, nuovi aberranti manifesti contro la carriera alias a Roma: “Basta confondere l’identità sessuale dei bambini”

News - Redazione 22.11.23
elly schlein partio democratico

Abruzzo al voto, Elly Schlein: “Ci battiamo per il diritto delle donne a scegliere del proprio corpo”

News - Redazione 8.3.24
Elezioni USA 2024, Donald Trump vs. Ron DeSantis. È incubo omobitransfobia con il candidato repubblicano - donald trump vs. ron desantis - Gay.it

Elezioni USA 2024, Donald Trump vs. Ron DeSantis. È incubo omobitransfobia con il candidato repubblicano

News - Federico Boni 2.11.23
Valentina Gomez, la candidata repubblicana che sui social brucia "libri LGBTQIA+" con un lanciafiamme (VIDEO) - Valentina Gomez - Gay.it

Valentina Gomez, la candidata repubblicana che sui social brucia “libri LGBTQIA+” con un lanciafiamme (VIDEO)

News - Redazione 28.3.24
famiglie omogenitoriali

Governo pronto al ricorso in Cassazione sulla dicitura “genitori” sui documenti dei minori. Informativa di Piantedosi

News - Redazione 10.4.24