Mario Adinolfi gongola: “Il DDL Zan è morto” – al Governo Draghi e alla nuova maggioranza il compito di contraddirlo

"È contrastato da quasi la metà della compagine governativa", ha sottolineato Adinolfi, rilanciando la palla al premier Mario Draghi. Che vogliamo fare con il DDL Zan?

Mario Adinolfi gongola: "Il DDL Zan è morto" - al Governo Draghi e alla nuova maggioranza il compito di contraddirlo - Mario Adinolfi - Gay.it
2 min. di lettura

Che fine farà la legge contro l’omotransfobia, la misoginia e l’abilismo, ora che si è instaurato un nuovo governo con una nuova maggioranza? Ce lo chiediamo da mesi, e per quanto il DDL Zan sia una legge parlamentare e non governativa, i dubbi permangono. D’altronde con 3 ministri leghisti e 3 ministri di Forza Italia, e un Governo praticamente di centrodestra, il dubbio è lecito.

Chi si è già dato una risposta è Mario Adinolfi, che ha esplicitato il suo benvenuto a Marta Cartabia, vicinissima a Comunione e Liberazione, contraria ai matrimoni gay e “ministro Guardasigilli che controfirma ogni legge della Repubblica italiana. Una grande donna cattolica arriva ai vertici del governo del Paese. Il Pd ha pensato a accontentare i capicorrente, l’area cattolica ha espresso piena parità di genere. Per il ddl Zan, intanto, ripassare la prossima volta“. Parole che hanno suscitato un dibattito social tra Adinolfi e i Sentinelli di Milano, da lui pubblicamente e gratuitamente attaccati (“vederli schiumare rabbia una piccola soddisfazione la offre“). Successivamente, via Globalist Adinolfi ha insistito, definendo “morta” la legge Zan.

La ministra Bonetti l’ha sempre supportata in maniera blanda. Non credo che questa maggioranza, politica solo in parte e che comprende al suo interno numerosi ministri contrari a quella legge, ricordo interventi in questo senso della neoministra Gelmini e l’intero partito della Lega, possa approvare tale legge. È contrastata da quasi la metà della compagine governativa.

Purtroppo non ha tutti i torti, Bonetti in testa che negli ultimi 12 mesi non ha mai speso una parola pubblica sula legge, con Adinolfi che ha spedito persino un avvertimento a Renzi e ai renziani: “quando intendono rappresentare i cattolici, si ricordino che la Conferenza Episcopale Italiana è contro quella legge nelle parole molto nette a firma del Cardinale Bassetti“. C’è da dire che Adinolfi, ovvero mr. 0.6% alle ultime elezioni con il suo Popolo della Famiglia, disse la stessa cosa delle unioni civili, diventate legge nel 2016.

Detto ciò, il premier Mario Draghi non sì è ancora espresso in tal senso, con il Partito Democratico che ha chiesto l’approvazione rapida della legge anche in Senato, in un’inedita maggioranza che comprende “nemici politici” e fieri oppositori dei diritti LGBT. Tutto sta nel calendarizzarla a Palazzo Madama, dopo l’approvazione a Montecitorio dello scorso novembre, ma appare a dir poco fosco il futuro di una legge che l’intera comunità attende da quasi 30 anni. Finita la legislatura, si dovrà ricominciare dall’inizio. Dovesse essere modificata in Senato, si dovrà tornare alla Camera.

Il DDL Zan non è ancora morto, checché ne dica Adinolfi, ma necessita di una scarica di adrenalina che solo Draghi, appena insidiatosi, potrà infondergli con successo.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Stefano Lani 15.2.21 - 20:14

Ora sono d'accordo con te,tranne per il fatto che il Ddl Zan non e' la Deus Ex Machina per far cadere nuovamente il governo,anzi c'e' il rischio che passi inosservata e senza colpo ferire.Se proprio non vogliono ascoltare noi "reietti",abituati ma stanchi,nella stessa legge si parla anche di abilismo e qui le cose cambiano...significa che se non passa te ne sbatti proprio di ogni minoranza solo perche' a Renziee hanno levato il ciuccio troppo presto se posso permettermi di essere un tantino arrogante.(in epoca di covid ed emergenza, creare qualche decreto per una giusta causa-emergenza non puo' essere motivo per far cadere un governo checché ne dica la legge.Diciamo che si sono attaccati al pelo e hanno vinto,ma di pelo si tratta.

Avatar
bacibaci 15.2.21 - 14:12

In sintesi il ddl Zan e la comunità lgbt sono sotto assedio: 1) da destra perchè Adinolfi e soci probabilmente non hanno i numeri al senato per bloccare l'approvazione del ddl Zan. Dunque che fanno? vogliono trasformare il ddl Zan da battaglia parlamentare in una battaglia dentro il governo, sfruttando il fragile equilibrio dentro il governo Draghi. Quella di Adinolfi è una provocazione, è una polpetta avvelenata, Adinolfi vuole proprio la trasformazione del ddl Zan da battaglia parlamentare in battaglia dentro il governo. Stiamo addentando la polpetta avvelenata, facendo quello che Adinolfi vuole che facciamo, cioè chiamare in causa Draghi, così da trasformare il ddl Zan in una questione governativa e quindi facendoci perdere il vantaggio che abbiamo al senato, non grande ma siamo cmq in vantaggio. 2) poi c'è l'assedio da sx e m5s che vogliono usarci come mezzo per destabilizzare il nuovo governo. Riconoscere questo pericolo è quello che devono fare in primis gli elettori di questi partiti, che sulla base dell'appartenenza a questi partiti, rischiano di fare il loro gioco, cioè destabilizzare il nuovo governo, ma pagando il costo di perdere la speranza di far passare il ddl al Senato. 3) bisogna chiedere un impegno pubblico dei capigruppo e dei segretari di partito, non dobbiamo farci fregare dalla destra che ci lancia la polpetta avvelenata inducendoci a chiamare in causa Draghi e non dobbiamo farci fuorviare da sx e m5s che spingono per usarci come pedine contro il nuovo governo.

Avatar
valium 15.2.21 - 13:36

La preoccupazione più grande in realtà non è il governo, un ministro o il parlamento. È il presidente della commissione giustizia, che mi pare sia un leghista, e questo potrebbe rallentare i tempi. Staremo a vedere quanto inciderà.

Avatar
Stefano Lani 15.2.21 - 13:36

p.p.s:mi daro' pure una zampata sui piedi,ma se essere cattolici significa "ce ne sbattiamo se vivi o muori"beh... e sono cattolico pure io,ma meglio prendere la questione con le dovute pinze.(Se poi,nei vari gay pride stai più a guardare il c... di fuori che la sofferenza che c'e' dietro... o sei del tipo che nel 2021 spreca tempo a fare ricerca sulla "malattia gay" piuttosto che su come la repressione,personale e collettiva,crei una sorta di "disagio simile a malattia" de che stamo a parla'?

Avatar
Stefano Lani 15.2.21 - 13:16

Partendo dal presupposto che,chi indica con 1234 abc gia' mi piace poco,nessuno sta' cercando di affossare nessuno se non la ceca controparte.Adinolfi si smentisce da solo e di parlare con i muri le persone lgbt ne hanno piene le scatole.DDL Zan non sara' una priorita' per te,ma se ti bullizzano,se ti portano al suicidio,oltre ad averti rovinato la sola liberta' di vivere voglio vedere se per te diventa una priorita' o meno.E in parlamento mettono il bavaglio?Ma che razza di persone sono? si mettono contro per fare un locdown totale di 2 settimane?Qui la gente muore non so' se mi spiego...Con Conte avevamo una speranza perche' intelligente,e sfido chiunque a comportarsi meglio in una situazione del genere come intelligente e' stato a dimettersi se nessuno ha riconosciuto quello che ha fatto.E adesso siamo nelle mani di chi? ,proprio di quelli con il bavaglino sul viso... Su una cosa non ti do' torto,se questo e' l'andazzo tanto vale cambiare strategia.

Avatar
bacibaci 15.2.21 - 12:15

1) in base al regolamento del senato, artt. 52 e ss, bisogna vedere: a) se il governo Draghi indicherà il ddl Zan come prioritario, cosa che possiamo escludere. Che io sappia, ma potrei sbagliarmi, neppure il governo Conte indicò come prioritario il ddl Zan nel precedente passaggio alla Camera. b) in ogni caso al di là delle priorità di questo o del passato governo, i capigruppo del pd, del m5s etc hanno il potere di dire cosa ritengono più importante nel programmare i lavori del senato. c) il potere della presidentessa del senato sulla programmazione è uguale a quello che aveva prima, col vecchio governo, ed è cmq superabile dall'aula. In sintesi, una maggioranza al senato, diversa da quella che sostiene il governo, se davvero lo vuole, può approvare ciò che vuole. Dire che una maggioranza parlamentare non può approvare ciò che vuole significa mentire. Se hai i numeri per il ddl Zan e non lo approvi è perchè, per un motivo o per un altro, decidi di non farlo. 3) dal Berlusconi V al governo praticamente di centrodestra? con 6 ministri di cdx su 25 o al limite con 6 ministri su 15 ministri politici? Un governo praticamente di cdx in cui il cdx non esprime il presidente del consiglio, nè il ministro dell'economia, nè gli esteri, nè gli interni, nè la giustizia, nè il lavoro, nè la salute, nè l'istruzione... ? capisco che questo governo possa non piacere, ma un conto è dire non mi piace, un'altra cosa è dire che questo è un governo praticamente di cdx. 4) suggerisco di non seguire Adinolfi, il potere del ministro della giustizia in quanto guardasigilli è un potere meramente formale, detto in soldoni questo potere non implica nessun potere sostanziale di bloccare una legge approvata dal parlamento. 5) Chi spinge per chiamare in causa Draghi vuole usare il ddl Zan come mezzo per far saltare il nuovo governo. Ci si sta prestando al giochetto di chi, a sinistra e/o nel m5s, vuole far saltare Draghi e per raggiungere tale scopo è disposto a sfruttare il desiderio della comunità lgbt di avere la legge Zan. L'opposizione di parte dei grillini e della sinistra contro questo governo sta usando la comunità lgbt ed il ddl Zan per fare cadere Draghi. Non è nel nostro interesse farci usare dal m5s e dalla sinistra per questa battaglia fra partiti e/o correnti dentro i partiti. Vogliono usare noi ed il ddl Zan come bomba da fare esplodere fra le mani di Draghi. 6) Sarebbe più utile fare qualcosa per ottenere una dichiarazione pubblica dei presidenti di gruppo al senato per una tempestiva calendarizzazione del ddl Zan, invece che farsi usare da chi vuole affossare Draghi. Se non piace Draghi e si vuole affossarlo, si è liberi di farlo, ma senza usare la comunità lgbt come pedine in questo gioco politico contro il nuovo governo.

Avatar
Stefano Lani 15.2.21 - 10:34

P.s: posso aggiungere un "sto' cojone"?Se veder schiumare rabbia e' cosi soddisfacente per lui,puo' esserlo pure farsi dare un calcio negli zebedei quanto spara str...

Avatar
Stefano Lani 15.2.21 - 10:30

Mi chiedo se "cotanta competenza politica" abbia mai conosciuto una persona gay nella sua vita o se "leggendo" le notizie del paese tra le quali spiccano persone lgbt prese a calci e pugni solo per il loro orientamento,in quel momento ,invece che ascoltare non siano su facebook a vedere se Brunetta gioca a Candy crush saga

Trending

Giovanni Donzelli foto instagram @giovadonze

Giovanni Donzelli di Fratelli d’Italia, outing di sua moglie che spiega “È un marito etero”

Culture - Mandalina Di Biase 9.4.24
Mahmood è in tour in Europa per presentare l'album "Nei letti degli altri"

Mahmood più libero che mai sul palco, il suo tour strega l’Europa e “Tuta gold” conquista il triplo disco di platino

Musica - Emanuele Corbo 9.4.24
Raffaella Carrà - la sua casa a Via Nemea 21 a Roma è in vendita

La casa di Raffaella Carrà a Roma Nord è in vendita, ma nessuna piazza ha il suo nome

Musica - Mandalina Di Biase 11.4.24
Victoria De Angelis dei Maneskin, vacanza romantica e baci social con l'amata Luna Passos (FOTO) - Victoria De Angelis dei Maneskin vacanza romantica e baci social con lamata Luna Passos FOTO - Gay.it

Victoria De Angelis dei Maneskin, vacanza romantica e baci social con l’amata Luna Passos (FOTO)

News - Redazione 9.4.24
Coming out di massa di calciatori in Germania? Bundesliga pronta a scendere in campo contro l’omobitransfobia - Bayer Leverkusen - Gay.it

Coming out di massa di calciatori in Germania? Bundesliga pronta a scendere in campo contro l’omobitransfobia

Corpi - Redazione 11.4.24
Amadeus

Amadeus lascia la Rai e raggiunge Fazio sulla NOVE di Discovery

Culture - Mandalina Di Biase 10.4.24

Leggere fa bene

liz truss diritti lgbtq rights

Regno Unito, l’ex premier Liz Truss vuole vietare la transizione di genere ai minori di 18 anni

News - Redazione 4.12.23
tweet transfobico casa editrice libertà di parola rowling

J.K. Rowling attacca la nuova legge scozzese contro l’omobitransfobia: “Arrestatemi”. E il premier inglese è con lei

News - Federico Boni 2.4.24
milano-transfobia-consiglio-comunale

Milano, transfobia in Consiglio Comunale da parte del consigliere Lega Samuele Piscina – LINGUAGGIO FORTE

News - Francesca Di Feo 4.3.24
A sin: Giorgia Meloni con Elena Donazzan (è noto che la prima non ami la seconda) - a destra Cloe Bianco

Nessuna pace per Cloe Bianco, Elena Donazzan sarà candidata alle Europee da Fratelli d’Italia

News - Redazione Milano 7.12.23
Scalfarotto: "Ho chiesto di calendarizzare il disegno di legge sul matrimonio ugualitario. Nessuno mi ha seguito" - Ivan Scalfarotto e Matteo Renzi - Gay.it

Scalfarotto: “Ho chiesto di calendarizzare il disegno di legge sul matrimonio ugualitario. Nessuno mi ha seguito”

News - Redazione 13.3.24
elly schlein partio democratico

Abruzzo al voto, Elly Schlein: “Ci battiamo per il diritto delle donne a scegliere del proprio corpo”

News - Redazione 8.3.24
burocrazia unioni civili, guida alle top location per unioni civili in puglia

Grecia, il premier Mitsotakis annuncia il disegno di legge sul matrimonio egualitario

News - Redazione 12.1.24
Sardegna Partito Gay

Il Partito Gay Lgbt+ appoggia Alessandra Todde alle regionali in Sardegna

News - Lorenzo Ottanelli 23.1.24