Silvana Sciarra presidente della Corte costituzionale. Sentenziò a favore delle famiglie arcobaleno

Già giudice della Corte costituzionale dal 2014, Sciarra è così diventata la 2a presidente donna della Corte dopo Marta Cartabia.

ascolta:
0:00
-
0:00
Silvana Sciarra presidente della Corte costituzionale. Sentenziò a favore delle famiglie arcobaleno - Silvana Sciarra - Gay.it
3 min. di lettura

74enne giurista e accademica di Trani, Silvana Sciarra, già giudice della Corte costituzionale della Repubblica Italiana dal 2014, è stata nominata nuova Presidente della Corte costituzionale, succedendo a Giuliano Amato. È la 2a donna a ricoprire tale ruolo in quasi 70 anni dopo Marta Cartabia, presidente per nove mesi tra il 2019 e il 2020.

20 anni fa direttrice del Gender Studies Programme presso l’Istituto universitario europeo di Fiesole, Sciarra ha sentenziato in passato in favore dei diritti delle famiglie arcobaleno.

Tra le sue sentenze si ricorda la 32/2021, che definisce “intollerabile” il vuoto di tutela per le bambine e i bambini delle famiglie arcobaleno, invitando il Parlamento a provvedere il prima possibile.

Una sentenza legata ad una coppia di donne, mamme di due gemelle avute tramite fecondazione eterologa fatta all’estero, con le due bimbe riconosciute in Italia solo come figlie della donna partoriente. Quanto quest’ultima ha lasciato la compagna e ha voluto far sparire le due figlie dalla sua vita, ha potuto farlo, obbligando l’ex compagna a rivolgersi ad un tribunale per chiedere il riconoscimento legale del suo legame con le gemelle. I giudici di Padova si rivolsero alla Consulta, e qui entrò in gioco la sentenza di Silvana Sciarra, che sottolineò come spetta al legislatore individuare il «ragionevole punto di equilibrio tra i diversi beni costituzionali coinvolti, nel rispetto della dignità della persona umana», per fornire tutela ai diritti del minore «alla cura, all’educazione, all’istruzione, al mantenimento, alla successione e, più in generale, alla continuità e al conforto di abitudini condivise», evitando di dar vita a bambini di serie A e a bambini di serie B .

“I nati a seguito di procreazione medicalmente assistita eterologa praticata da due donne versano in una condizione deteriore rispetto a quella di tutti gli altri nati, solo in ragione dell’orientamento sessuale delle persone che hanno posto in essere il progetto procreativo. Essi, destinati a restare incardinati nel rapporto con un solo genitore, proprio perché non riconoscibili dall’altra persona che ha costruito il progetto procreativo, vedono gravemente compromessa la tutela dei loro preminenti interessi”.

La sentenza chiese dunque al Parlamento di riconoscere la «genitorialità sociale» anche quando non coincide con quella biologica, chiedendo alla politica «di colmare al più presto il denunciato vuoto di tutela, a fronte di incomprimibili diritti dei minori». Peccato che poi nulla sia stato fatto.

Dal 2017 Cavaliere di gran croce dell’Ordine al merito della Repubblica italiana, Sciarra, Professoressa ordinaria di Diritto del lavoro e di Diritto Sociale Europeo presso l’Università di Firenze e l’Istituto Universitario Europeo,  ha così commentato l’avvenuta elezione, con un solo voto di scarto nei confronti di Daria de Pretis.

 

“Non posso nascondere l’orgoglio di essere stata la prima donna eletta dal Parlamento perché è prevista una maggioranza dei due terzi”. “Dico questo perché la trasversalità del consenso è quella da cui si trae l’indipendenza. Vengo a una parola ricorrente nel gergo della comunicazione e questa parola è sobrietà, credo che la sobrietà si addica alla comunicazione e alla comunicazione istituzionale in modo accentuato. Dalla sobrietà l’istituzione acquista autorevolezza, dalla sobrietà e dalla trasparenza e dall’indipendenza. Anche l’indipendenza è una parola importante, il cuore del nostro lavoro”. 

Sciarra, nel prosieguo della conferenza stampa, si è detta sconvolta dai femminicidi: “Forse le risorse non sono abbastanza, forse i sistemi di tutela non sono abbastanza forti”.  “Ancora una volta dobbiamo lasciare parlare la Corte con le sue sentenze, come quella storica del ’75 che per certi versi ha aperto la strada del legislatore. Al centro vi è la salute e il benessere psicofisico della donna, senza trascurare ove possibile la tutela e la salute del feto, quindi l’equilibrio fra due valore, la tecnica del bilanciamento. Ove possibile si salvano entrambe”. “Il modo migliore per far emergere le donne è offrire soprattutto alle giovani donne le stesse occasioni di crescita degli uomini, offrire le chance di crescita formativa e di ingresso nel mercato del lavoro in ambienti frequentemente preclusi”. 

Tra i temi che si attende di affrontare anche la difesa dell’ambiente, i diritti dei lavoratori, le norme sulla sicurezza, le carceri più umane.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

iraq-donne-trans (2)

Iraq, la strage silenziosa delle donne trans, uccise dai loro familiari per “onore”

Corpi - Francesca Di Feo 20.5.24
HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano) - 1000056146 01 - Gay.it

HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano)

Corpi - Gio Arcuri 29.1.24
Ambra e il body shaming da parte della stampa quando aveva 17 anni: "Sottolineavano ovunque quanto fossi diventata grassa" - Ambra e il body shaming da parte della stampa quando aveva 17 anni - Gay.it

Ambra e il body shaming da parte della stampa quando aveva 17 anni: “Sottolineavano ovunque quanto fossi diventata grassa”

Culture - Redazione 22.5.24
Tom Daley e Stefano Belotti

Chi è Stefano Belotti, il tuffatore azzurro che augura buon compleanno a Tom Daley

Lifestyle - Mandalina Di Biase 22.5.24
Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo - In from the Side cover - Gay.it

Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo

Corpi - Federico Boni 20.5.24
Il masturbatore nella versione standard LELO F1S V3

Recensione di LELO F1S™ V3: il masturbatore per persone pene-dotate che usa le onde sonore e l’intelligenza artificiale

Corpi - Gio Arcuri 10.4.24

Continua a leggere

report-amnesty-diritti-umani

Preoccupante regressione dei diritti umani, tra cui quelli LGBTQIA+, a livello globale: il desolante report di Amnesty International

News - Francesca Di Feo 29.4.24
liz truss diritti lgbtq rights

Regno Unito, l’ex premier Liz Truss vuole vietare la transizione di genere ai minori di 18 anni

News - Redazione 4.12.23
Transgender triptorelina

Triptorelina, 35 associazioni trans* ed LGBTQIA+ chiedono di partecipare al tavolo tecnico per la revisione dei protocolli

Corpi - Francesca Di Feo 28.3.24
Finlandia, gay e unito civilmente Pekka Haavisto vola al ballottaggio presidenziale contro Alex Stubb - Pekka Haavisto - Gay.it

Finlandia, gay e unito civilmente Pekka Haavisto vola al ballottaggio presidenziale contro Alex Stubb

News - Federico Boni 29.1.24
Luca Paladini insultato da consigliere leghista in aula: "Pezzo di m*rda". Poi l'aula approva la mozione transfobica (VIDEO) - Luca Paladini - Gay.it

Luca Paladini insultato da consigliere leghista in aula: “Pezzo di m*rda”. Poi l’aula approva la mozione transfobica (VIDEO)

News - Redazione 8.5.24
gran-bretagna-giovani-trans

Scozia, 1 giovane trans su 3 non si sente al sicuro negli spazi pubblici

News - Francesca Di Feo 12.4.24
aborto-antiabortisti-nei-consultori

L’interruzione di gravidanza torna ad essere oggetto di discussione in parlamento: dovevamo svegliarci prima?

Corpi - Francesca Di Feo 19.4.24
Due mamme, un figlio, una famiglia. Il bellissimo spot italiano - Due mamme un figlio una famiglia. Il bellissimo spot italiano - Gay.it

Due mamme, un figlio, una famiglia. Il bellissimo spot italiano

Culture - Redazione 7.3.24