Trieste, in centinaia in piazza per chiedere le dimissioni del consigliere Fabio Tuiach – VIDEO

Come sia possibile che costui possa ancora essere consigliere comunale in una città d'Italia, dovrebbe suscitare vergogna istituzionale a livello nazionale.

Trieste, in centinaia in piazza per chiedere le dimissioni del consigliere Fabio Tuiach - VIDEO - Trieste Tuiach - Gay.it
2 min. di lettura

Dopo anni di insulti omotransfobici, la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Fabio Tuiach, consigliere di Trieste che sui social pubblica quasi quotidianamente il proprio odio nei confronti della comunità LGBT, deve essere cacciato dal consiglio comunale di Trieste. Nel weekend centinaia di persone si sono ritrovate in Piazza Unità d’Italia per chiedere le dimissioni di Tuiach, nei giorni scorsi in grado di deridere e insultare l’attivista Antonio Parisi, aggredito in strada. Non contento, Tuiach ha precisato come il “problema” dell’omofobia sia stato altrove risolto perché gli omosessuali vengono incarcerati, bruciati, uccisi.

Arcigay ‘Arcobaleno’ Trieste-Gorizia, che ha organizzato la manifestazione, ha chiesto le sue dimissioni, denunciando inoltre “per l’ennesima volta l’omolesbobitransfobia strisciante nel consiglio comunale. Dall’uscita dalla rete Ready per tutelare le persone lgbt alla soppressione delle iniziative per il contrasto degli stereotipi di genere; dal negare la sala matrimoni per le unioni civili o la piazza e il patrocinio del FVG Pride 2019, chiediamo una chiara presa di posizione delle forze realmente democratiche“.

In piazza anche esponenti dell’opposizione triestina, ovvero Partito Democratico, Movimento 5 Stelle, SI e Italia Viva, come riportato dall’ANSA. Andrea Tamaro, presidente di Arcigay ‘Arcobaleno’ Trieste Gorizia, ha giustamente sottolineato come questa doverosa e sacrosanta richiesta di dimissioni non dovrebbe arrivare “dalla comunità Lgbt e neppure da qualche forza politica”, ma “dal sindaco di Trieste, che dovrebbe rappresentare tutte le persone della città, una città che dovrebbe essere accogliente verso tutte le persone”.

40enne ex pugile, Tuiach è stato eletto nel 2016 in quota Lega come consigliere comunale. Successivamente è passato prima a Forza Nuova e infine al gruppo misto, come indipendente. In pochi anni Tuiach ha scritto e detto di tutto e di più nei confronti della comunità LGBT, insultando e diffamando a cadenza quasi quotidiana. Nel 2019 chiese di spostare il Pride di Trieste in “un luogo isolato”, annunciando poi una preghiera di riparazione. Un anno fa chiese ai propri utenti, “voi sareste veramente così omofobi da non dare figli a due uomini innamorati che si sfondano il cu*o e litigano solo in mancanza di vasellina? Che mondo di mer**a, se non credi che questo sia amore oltre al blocco sui Facabook, presto sarai rinchiuso in campo di concentramento per omofobi“. Non contento, ospite de La Zanzara definì “l’atto omosessuale” come “satanico”, per poi dirsi “perseguitato dai gay”.

L’estate scorsa, sempre via social, un’altra follia: “Oltre ai migranti africani che fuggono dalla violenza di genere a cui diamo la protezione internazionale, dovremo accogliere anche i fro*i dell’est Europa che si sentono discriminati?”. Come sia possibile che costui possa ancora essere consigliere comunale in una città d’Italia, dovrebbe suscitare vergogna istituzionale a livello nazionale.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Stefano Lani 22.2.21 - 21:00

Va bene,si sente Raul Bova,"Diavolo ti prego fustigaci nei tuoi meandri per averlo solo guardato..." Ma vattene!!

Trending

FOTO: LUKE GILFORD

Kim Petras risponde ai commenti sessisti e transfobici: “Siete la piaga del pianeta”

Musica - Redazione Milano 26.2.24
Olivia Rodrigo in bad idea right? (2023)

Olivia Rodrigo è la rockstar (e attivista) che meritiamo: il suo Guts Tour contro le leggi anti-aborto

Musica - Riccardo Conte 26.2.24
Foto: SchiDechDaily

Parità di genere nella Preistoria? Le donne erano cacciatrici come gli uomini (e anche meglio!)

News - Redazione Milano 20.2.24
Amici 23, tutti gli allievi al Serale

Amici 23, da Dustin a Holden: tutti gli allievi al Serale

Culture - Luca Diana 25.2.24
Eurovision 2024 Eden Golan October Rain

Boicottare Eurovision 2024 e la partecipazione di Israele? “October rain” di Eden Golan va esclusa?

Musica - Redazione Milano 27.2.24
Roberto Vannacci accusato di istigazione all'odio e difeso dalla Lega di Salvini

“Vannacci ha istigato all’odio razziale” l’accusa, la Lega di Salvini lo difende

News - Redazione Milano 26.2.24

Leggere fa bene

Milano, affitto negato perché gay: "La proprietaria preferisce una persona "tradizionale"" (VIDEO) - Andrea Papazzoni - Gay.it

Milano, affitto negato perché gay: “La proprietaria preferisce una persona “tradizionale”” (VIDEO)

News - Redazione 16.2.24
"Non vogliamo lesbiche in squadra": la furia dei conservatori turchi non scalfisce la pallavolista Ebrar Karakurt - ebrar karakurt turchia omofobia - Gay.it

“Non vogliamo lesbiche in squadra”: la furia dei conservatori turchi non scalfisce la pallavolista Ebrar Karakurt

Corpi - Francesca Di Feo 23.9.23
libano-diritti-lgbtqia

Libano: il deterioramento dei diritti LGBQIA+ come specchio di una crisi multidimensionale

News - Francesca Di Feo 14.9.23
Vannacci: "Rivendico il diritto all'odio. I gay possono sposarsi ma non si stupiscano se c'è chi li critica" - VIDEO - vannacci matrimoni gay - Gay.it

Vannacci: “Rivendico il diritto all’odio. I gay possono sposarsi ma non si stupiscano se c’è chi li critica” – VIDEO

News - Federico Boni 31.8.23
san-gregorio-magno-quindicenne-accoltella-il-padre

Ragazzo di 15 anni accoltella il padre che lo “accusa” di essere gay durante una lite domestica

News - Francesca Di Feo 18.12.23
Milano aggressione

Milano, coppia gay pestata da tre uomini davanti ai bambini, insulti: “Fr*ci di m**da”

News - Redazione Milano 11.10.23
uganda uomo arrestato

Picco di arresti e procedimenti giudiziari contro le persone LGBTQIA+ nel 2023

News - Federico Boni 1.12.23
Odio LGBTIAQ social network

L’odio social verso la comunità LGBTQIA+ ha conseguenze nella vita reale, ma Meta, X e TikTok non fanno abbastanza per arginarlo

News - Francesca Di Feo 25.1.24