Uganda: il governo criminalizza SMUG, associazione per i diritti LGBTQIA+ che opera dal 2004

L'Uganda fa l'ennesimo passo indietro dopo l'elezione di Yoweri Museveni.

ascolta:
0:00
-
0:00
uganda-lgbtqia (1)
3 min. di lettura

Il governo Ugandese ha criminalizzato una delle più importanti associazioni per i diritti LGBTQIA+, segnando una grave battuta d’arresto in materia di diritti per la comunità queer locale.

Sexual Minorities Uganda (SMUG)” ha ricevuto l’ordine di chiudere i battenti con “effetto immediato”. La motivazione, palesemente fittizia, è l’accusa di non aver registrato correttamente l’associazione agli uffici governativi.

[tweet id=”1555556472020410368″ /]

SMUG ha denunciato l’ordine, definendolo una “evidente caccia alle streghe” da parte del governo contro la comunità LGBTQIA+.

Le minoranze sessuali subiscono infatti una persecuzione diffusa in Uganda, paese dove le opinioni anti-gay e transfobiche sono normalizzate e, anzi, ben accolte.

L’omosessualità in Uganda non è di per sé un reato quanto l’intraprendere una relazione con persone dello stesso sesso: chi viene “beccato” potrebbe arrivare a ricevere l’ergastolo per aver commesso “reati contro natura”.

I dati ufficiali mostrano che 194 persone sono state accusate del reato tra il 2017 e il 2020, di cui 25 condannate.

Si tratta di un’evidente caccia alle streghe radicata nell’omofobia sistematica, alimentata da movimenti anti-gay e anti-trans“, ha dichiarato il presidente di SMUG Frank Mugisha, attivista gay ugandese.

Ha inoltre accusato le autorità di trattare i membri della minoranza LGBTQIA+ Ugandese come “cittadini di seconda classe”, e di aver adottato politiche volte a eradicare la loro identità e validità in più di un’occasione.

Venerdì i funzionari ugandesi hanno annunciato che avrebbero interrotto le operazioni di SMUG perché l’associazione, fondata nel 2004, non aveva registrato correttamente il proprio nome presso l’Ufficio nazionale delle organizzazioni non governative (ONG).

È lo stesso motivo addotto lo scorso anno quando dozzine di ONG – comprese le organizzazioni pro-democrazia – sono state bandite dalle autorità ugandesi.

Questa volta i funzionari hanno affermato che il problema deriva dal nome stesso di SMUG: Sexual Minorities Uganda.

In una dichiarazione, l’Ufficio delle ONG ha riconosciuto che SMUG aveva tentato di registrarsi presso le autorità nel 2012, ma che la domanda era stata respinta perché il nome completo di SMUG era considerato “inappropriato”.

La situazione per la comunità LGBTQIA+ in Uganda

Il presidente Yoweri Museveni, in carica dal 1986, è noto per i suoi commenti omobitransfobici: in un’intervista alla CNN del 2016 aveva definito “disgustose” le persone omosessuali.

Sebbene non esistano di fatto leggi che criminalizzino specificamente l’essere transgender in Uganda, le persone trans sono regolarmente perseguite per altri reati, tra cui la “personificazione” (falsa rappresentazione), secondo i rapporti compilati dalle organizzazioni per i diritti umani.

Dalla sua fondazione quasi due decenni fa, SMUG ha condotto una strenua campagna per i diritti delle persone LGBTQIA+ in Uganda, promuovendo l’accesso ai servizi sanitari e sostenendo i membri della comunità in contrasto alle persecuzioni sistematiche.

SMUG ha infatti intrapreso diverse azioni legali per tutelare le persone queer dalle persecuzioni sistematiche.

Famosissima la petizione lanciata nel 2010, presentata alla corte ugandese contro una testata giornalistica che aveva pubblicato i nomi e le fotografie di uomini gay ugandesi al grido di “impicchiamoli”.

uganda-lgbtqia-1

L’associazione aveva corroborato la petizione dichiarando che molti dei suoi membri erano stati aggrediti o insultati per strada come diretta conseguenza dell’articolo, inclusa una donna lesbica che aveva rischiato di perdere la vita a causa di una sassaiola.

Solo nel 2019, i politici ugandesi discutevano se introdurre o meno la pena di morte per le relazioni omosessuali, un emendamento legislativo condannato da quasi l’intera comunità internazionale prima di essere ritirato.

Più recentemente, SMUG aveva criticato apertamente la retorica anti-LGBTQIA+ dei politici ugandesi durante la campagna elettorale del 2021.

Gli esponenti politici di tutti i partiti stanno usando la comunità LGBT come capro espiatorio per ottenere sostegno e voti e questo non fa altro che incrementare il sentimento omobitransfobico già presente in Uganda“, aveva dichiarato Mugisha.

La chiusura di SMUG segnerà l’ennesimo passo indietro per l’Uganda, dopo l’elezione lo scorso anno di Yoweri Museveni, rieletto per il 6° mandato consecutivo a guida del paese.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Pietro Fanelli, Isola dei Famosi 2024

Pietro Fanelli, chi è il naufrago dell’Isola dei Famosi 2024?

Culture - Luca Diana 10.4.24
BigMama Concertone Primo Maggio 2024

BigMama inarrestabile diventa conduttrice per il Concertone del Primo Maggio

Musica - Emanuele Corbo 15.4.24
Emma Marrone e Nicolò De Devitiis, Le Iene

Emma Marrone a Le Iene: “Mi piacerebbe diventare madre. Ho 39 anni e tutti gli strumenti per esserlo”

Culture - Luca Diana 16.4.24
Challengers Guadagnino Josh O Connor Mike Faist Zendaya

Challengers, lo sceneggiatore Justin Kuritzkes: “Il tennis è davvero omoerotico”

Cinema - Mandalina Di Biase 15.4.24
Jakub Jankto coming out

Jakub Jankto: “Agli altri calciatori gay dico di fare coming out. Non abbiate paura, non succede nulla”

Corpi - Redazione 17.4.24
Marco Mengoni per un noto brand di gioielli

Marco Mengoni è un gioiello, ma la verità è che tutti guardano un’altra cosa

Musica - Emanuele Corbo 10.4.24

Leggere fa bene

governo-sunak-lgbtqia

Regno Unito: come la destra del governo Sunak distrugge decenni di progressi LGBTIQ+

News - Francesca Di Feo 23.10.23
egualitario matrimonio gay matrimonio omosessuale

In Italia il 73% delle persone è favorevole al matrimonio egualitario

News - Federico Boni 30.11.23
Russia LGBTQI+ Repressione 2023 - foto di Politico.com (2015)

Russia, irruzione della polizia nei bar e club LGBT di Mosca, arresti

News - Redazione Milano 2.12.23
Lewsi Hamilton rainbow

F1, il Bahrain vuole vietare la bandiera LGBTI+, cosa farà Hamilton in Ferrari?

Lifestyle - Redazione Milano 26.2.24
africa lgbtiq occidente

Se in Africa vedono la questione LGBTIQ+ come arroganza occidentale e le autocrazie ne approfittano

News - Giuliano Federico 18.10.23
Russia, Putin vieta ai minori i Mini Pony perché LGBTQIA+ e si ricandida alle elezioni del 2024 - Vladimir Putin Miny Pony 3 - Gay.it

Russia, Putin vieta ai minori i Mini Pony perché LGBTQIA+ e si ricandida alle elezioni del 2024

News - Redazione 11.12.23
cgil-tesseramento-alias

Anche CGIL apre al tesseramento alias: “L’accoglienza delle tante diversità non è un qualcosa di facoltativo, ma necessario”

News - Francesca Di Feo 21.1.24
Rizvan Dadayev, dopo mesi di torture un ragazzo gay ceceno è finalmente riuscito a lasciare la Russia - Rizvan Dadayev - Gay.it

Rizvan Dadayev, dopo mesi di torture un ragazzo gay ceceno è finalmente riuscito a lasciare la Russia

News - Redazione 23.1.24